rapide * discesa del fiume * bagno nel gange

A Rishikesh di cose da fare ne troverete tantissime: non è solo la capitale mondiale dello yoga, ma è anche un luogo magico, arroccato sulle montagne e costruito lungo le rive del Gange, da dove partire per fare trekking e passeggiate. Ma una delle attività più gettonate in questa città sacra dell’India è sicuramente il rafting, la discesa del fiume a bordo di grossi gommoni, pagaiando per sfidare le rapide impetuose.

Una volta arrivati a Rishikesh non sarete voi ad andare verso il rafting, ma sarà lui a venire da voi. Nel senso che verrete immediatamente bombardati da cartelloni che lo pubblicizzano, ma soprattutto ogni volta che vi ritroverete ad attraversare uno dei suoi ponti sentirete urla di eccitazione provenire da sotto di voi: tutti i giorni il Gange è popolato da grandi gommoni rossi e gialli che solcano il fiume con a bordo persone di tutte le nazionalità.

Di cosa parliamo in questo articolo:

  1. Perché fare rafting sul Gange a Rishikesh
  2. Come organizzare una giornata di rafting a Rishikesh
  3. La vostra giornata di rafting a Rishikesh
  4. Come vestirsi per fare rafting a Rishikesh

Se siete a Rishikesh non perdete l’occasione di
praticare e studiare yoga in uno dei suoi 
ashram


Perche fare rafting sul Gange a Rishikesh, India

In un primo momento eravamo scettici a riguardo: le attività puramente turistiche non sono quelle che amiamo di più, quindi pensavamo di evitare di fare rafting a Rishikesh. In tutta la nostra prima settimana di permanenza in città abbiamo poi parlato con ragazzi e ragazze di tutto il mondo entusiasti dell’esperienza. Ma questo non è stato sufficiente a farci cambiare idea.

Durante i trekking e le passeggiate nei dintorni della città dello yoga uno dei panorami costanti per cui rimarrete a bocca aperta è quello del Gange, il fiume sacro indiano che scorre sotto di voi, blu, pulito e trasparente più che mai. La sorgente del Mother Ganga (così gli indù si riferiscono al Gange) infatti è solo circa 300 chilometri più a nord, nei pressi di Gangotri, quindi da queste parti non è inquinato come qualche centinaio di chilometri a sud. Lo spettacolo del fiume che si insinua tra montagne verdissime, sulle cui rive si alternano pareti di roccia e spiagge sassose o di sabbia bianca, ci ha fatto scattare la voglia di vedere tutto questo più da vicino. E scendere fino a fare il bagno nelle sue acque (da queste parti si può) non era sufficiente: volevano percorrerlo questo fiume sacro, navigarlo, godercelo. Il rafting sul Gange partendo da Rishikesh era quindi l’idea migliore per vivere il Gange.

Rafting Gange Rishikesh India

Il gange visto dall’alto

Come organizzare una giornata di rafting a Rishiskesh

La cittadina è piena di agenzie che sponsorizzano l’attività, ne incontrerete ogni dieci passi. Inoltre in tutte le guest-house, ostelli e ashram vi chiederanno se e quando volete sfidare le rapide del Gange. Quindi non mancano certo le possibilità di organizzarsi. Ma dove andare per non rischiare di pagare un sovrapprezzo?

E soprattutto quanto costa una giornata di rafting a Rishikesh?


In teoria evitare di prenotare direttamente dal vostro albergo è l’idea più saggia in quanto spesso vengono pagate da chi organizza commissioni che verranno aggiunte ai vostri costi. Meglio quindi infilarsi nelle piccole agenzie turistiche che recano fuori i cartelli con la scritta rafting e chiedere i prezzi: considerate che spesso queste faranno solo da tramite tra voi e chi gestirà poi la vostra giornata. Vista la grande concorrenza i prezzi non sono troppo diversi tra una e l’altra, ma la fregatura è sempre dietro l’angolo. Meglio sempre sentire più di una campana.

Sappiate quindi che potrete scegliere tra percorrere con il vostro gommone diverse distanze: le uscite più popolari sono di 9, 16 o 24 chilometri, a cui corrisponde un costo (aggiornato a dicembre 2017) di 350/450/700 rupie. Queste sono tariffe medie che ci hanno fornito le tante agenzie a cui abbiamo chiesto informazioni. Consideratele quindi come prezzi indicativi di quanto dovreste spendere per non pagare più del previsto.

Rafting Gange Rishikesh India

Le piccole rapide di Ram Jhula a Rishikesh

La vostra giornata di rafting a Rishikesh, India

Prima di tutto: quale scegliere tra le diverse percorrenze che le agenzie propongono? Considerate che le rapide più emozionanti sono a circa 12-13 chilometri dal centro di Rishikesh. Questo significa che il pacchetto da 9 chilometri non le comprende ed è quindi sconsigliato. La spesa per i 24 chilometri rischia di essere un po’ eccessiva per molti backpacker (dovete però considerare che i prezzi per il rafting a Rishikesh sono praticamente imbattibili: avete mai disceso un fiume spendendo meno?), quindi il nostro consiglio è di buttarvi a capofitto nella distanza intermedia, quella dei 16 chilometri. Esistono molte altre percorrenze, ma queste sono assolutamente le più popolari.

A che ora inizia il rafting a Rishikesh? A partire dalle 9 di mattina iniziano a partire le prime imbarcazioni, fino al primissimo pomeriggio, non più tardi. Il giorno che vorrete fare questa attività dovrete semplicemente recarvi all’agenzia dove avete contrattato il prezzo e chiedere di partire il prima possibile. Faranno un giro di telefonate e nel giro di poche decine di minuti sarà il vostro turno: le jeep che vi portano al punto di partenza partono infatti non appena si riempiono, senza orari precisi. Se volete evitare di aspettare in agenzia troppo a lungo telefonate prima di uscire dal vostro albergo e chiedete un orario di massima in cui presentarvi.

Una volta saliti sulla jeep inizierete a fare la conoscenza dei vostri compagni di viaggio: persone da tutto il mondo, con prevalenza però di indiani che vengono a Rishikesh per brevi periodi o per gite del weekend. In men che non si dica sarete al vostro punto di partenza, il gommone verrà messo in acqua, vi verranno consegnati giubbotto di salvataggio, caschetto e pagaia e vi ritroverete sulla barca.
Niente paura, non dovete essere esperti: i due istruttori vi spiegheranno in pochi minuti tutto quello che dovrete fare… aggiungendo un bel “se doveste cadere in acqua non vi preoccupate, lasciatevi trasportare dalla corrente e vi verremo a prendere in brevissimo tempo“.

La discesa del Mother Ganga presenta lunghi tratti tranquilli e pacifici dove ammirare il fiume, le sue rive e il suo ecosistema (incontrerete animali di tutti i tipi, da serpenti d’acqua a cormorani, passando per pesci di varie dimensioni, aquile e molti tipi diversi di scimmie) e altri decisamente più movimentati: le rapide che attraverserete nel vostro percorso verso Ram Jhula, dove finisce il rafting, non sono di quelle super impegnative e pericolose, ma vi daranno decisamente forti scosse di adrenalina. Dovrete solo armarvi di tanto entusiasmo e della disponibilità a prendervi qualche bello spavento quando le onde sembrano sommergere la vostra imbarcazione e quando farete salti di qualche metro staccandovi dall’acqua.
Nelle parti più lente del percorso potrete scegliere se buttarvi in acqua e lasciarvi trasportare dalla corrente: una pratica altamente rilassante e a pieno contatto con la natura. La risalita sul gommone sarà poi agevolata da istruttori e compagni di avventura. Ma attenzione: tra novembre e marzo il fiume rischia di essere decisamente freddo e l’esperienza è consigliata solo alle persone più temprate.
Considerate, per il percorso lungo 16 chilometri, di metterci circa 3 ore dal momento della partenza della jeep all’arrivo dopo il ponte di Ram Jhula.

Rafting Gange Rishikesh India

Michelangelo pronto per il rafting

Come vestirsi per il rafting a Rishikesh, India

Mettete in conto di bagnarvi, e anche tanto. Nelle rapide più veloci andrete incontro a grandi onde che riempiranno il vostro gommone e che vi innaffieranno completamente. Quindi l’ideale è avere abiti non troppo pesanti (niente felpe o tute che si inzupperebbero troppo) anche durante la stagione più fredda. Evitate completamente le scarpe e i calzini e preferite ciabatte di plastica. Potrete portare con voi cellulari e portafogli in quanto gli organizzatori metteranno a vostra disposizione sacche impermeabili in cui mettere al riparo dall’acqua quello che avete con voi.
Non avrete bisogno di portare né acqua né snack in quanto a metà del percorso vi fermerete sulle rive del fiume dove un baracchino improvvisato vi coccolerà con un chai bollente e un bel piatto di noodles istantanei.

Rafting Gange Rishikesh India

Il punto di partenza del raffina 16 km di Rishikesh





Share: