sri aurobindo * la madre * new age * autosufficienza

Durante il nostro viaggio in Tamil Nadu, nel sud dell’India, siamo stati anche ad Auroville (vicino alla città di Pondicherry), il celebre eco-villaggio creato nel 1968 da una comunità hippie sotto la supervisione e guida di Mirra Alfassa (La Madre), compagna spirituale del filosofo indiano Sri Aurobindo.

Avevamo sentito parlare di Auroville (il nome significa Città dell’aurora) come un paradiso new age, tanto amato da chi condivide ideali di autosufficienza, anche energetica, pace, unione dei popoli e disprezzato da chi la ritiene una prigione dorata per ricchi snob in cerca di realizzazione.
L’abbiamo raggiunta in motorino da Pondicherry (circa dieci chilometri), bellissima città dalle influenze francesi del sud dell’India (hai già visto i ritratti che abbiamo scattato in Tamil Nadu?). Non ci sono limitazioni né prenotazioni per entrare, ma solo alcune zone sono accessibili a turisti e curiosi.

NON PARTITE SENZA LA GUIDA LONELY PLANET DELL’INDIA

SHANTARAM (Le tavole d’oro): probabilmente il libro più bello di sempre ambientato in India. L’autobiografia di un fuggitivo australiano che si rifugia a Mumbai, tra malavita, prostituzione e impegno sociale

NOTTURNO INDIANO: innamoratevi dell’India attraverso le parole di Antonio Tabucchi, uno dei più importanti scrittori italiani

Una di queste è l’incredibile e maestoso Matrimandir, una gigantesca sfera di metallo concepita per essere il simbolo della risposta divina all’aspirazione umana alla perfezione. Ai non residenti l’ingresso nel Matrimandir è infatti concesso solo tramite una prenotazione, da farsi sul posto e non tramite email o telefono, almeno un giorno prima della visita.
Grazie ad un amico indiano che vive ad Auroville abbiamo avuto inoltre l’opportunità di vedere molto più di quello che ci avrebbero concesso come normali visitatori. Abbiamo pranzato con tutti gli abitanti di Auroville alla Solar Kitchen, una gigantesca mensa (vegetariana) dove si cucina solo ed esclusivamente grazie all’energia solare: un pranzo semplice ma gustosissimo che non potrete pagare in rupie, perché come ad Auroville non esiste lo scambio di denaro.


Dovrete essere invitati da qualche residente che grazie alla sua Auroville Card potrà offrirvi il pranzo. Siamo poi stati in visita al piccolo supermercato interno, dove gli abitanti della città del fondata da The Mother e da Sri Aurobindo possono attingere gratuitamente. La nostra visita è poi continuata vagabondando per le residenze (assolutamente off limits per i visitatori) e si è conclusa nella fabbrica di strumenti musicali, con tanto di negozio adiacente.

Chi sono i residenti di Auroville?

Oltre duemila persone, provenienti da 50 nazioni, che si occupano dei tanti progetti di volontariato che Auroville porta avanti per la comunità indiana che la circonda. Altri si occupano invece della sussistenza, soprattutto agricola, della città: all’interno di Auroville non esiste la proprietà privata, non circolano soldi tra i residenti e tutto viene condiviso.
Se riuscite ad andare oltre all’idea di fanatismo religioso che aleggia nell’aria (diciamo che il Matrimandir non contribuisce a sfatare questo mito) troverete una comunità coesa, aperta mentalmente nonostante viva nel mezzo del nulla, rilassata ed ecosostenibile. Sri Aurobindo e La Madre hanno fondato Auroville perché diventasse una città universale, dove uomini e donne di ogni nazione, di ogni credo, di ogni tendenza politica possono vivere in pace ed in armonia. Lo scopo di Auroville è quello di realizzare l’unità umana.
Volete andare a vivere ad Auroville? Attenzione, non è affatto facile. Ma intanto potete fare volontariato, con progetti da due mesi ad un anno: trovateli sul loro sito ufficiale.

Come arrivare ad Auroville

La città più vicina ad Auroville è Pondicherry, che si trova a circa 15 chilometri. Pondicherry è stata dal 1674 una colonia francese  proprio per questo ha caratteristiche completamente diverse dal resto delle città indiane che vedrete, sia in Tamil Nadu che nel resto del paese. Quasi tutti i viaggiatori arrivano a Pondy dal nord dello stato, o da Chennai o avendo fatto una tappa precedente a Mamallapuram. In ogni caso da Chennai, capitale del Tamil Nadu, partono ogni 15 minuti (dalla stazione degli autobus CMBT) autobus diretti a Pondicherry, che fermano anche a Mamallapuram.
Un’altra soluzione è il treno: su questo sito troverete orari e percorso.
Una volta arrivati in città per coprire la strada fino ad Auroville potrete prendere un tuktuk (vi costerà cara 300 rupie), affittare un motorino (la cosa che assolutamente vi consigliamo) o prendere un altro autobus (dovrete chiedere alla bus station gli orari).

Auroville India Matrimandir Pondicherry

Auroville – Particolare del Matrimandir




Share: