Cadiz è una delle mete più vivaci della Costa de la Luz, Spagna

A Cadiz, cittadina portuale spagnola non manca proprio nulla: spiagge affascinanti, edifici storici, giardini lussureggianti e una gastronomia eccellente. Situata a poco più di un’ora da Siviglia, è la meta ideale per vuole uscire dalle solite tappe di un viaggio in Andalusia: tra un lungomare vivacissimo, un centro storico incantevole e la sua imperdibile cattedrale, le cose da vedere a Cadice non mancano di certo. Se potete non dedicategli una sola giornata… potreste pentirvene La particolare conformazione geografica della cittadina la rende ancora più speciale di quanto non sia già: infatti Cadice si sviluppa nella sua parte più centrale su una penisola dalla forma allungata, collegata alla terraferma da ponti e da una lunga striscia di sabbia. Il centro storico si trova all’apice della penisola ed è circondato su tre lati dall’oceano, in modo assolutamente affascinate.

NON PARTIRE SENZA LE GUIDE LONELY PLANET


Se vi state chiedendo cosa vedere in un giorno a Cadice, dovreste cambiare i vostri programmi? Fermatevi da queste parti almeno almeno 48 ore, perché tra abbuffate di pesce, relax in spiaggia e itinerari culturali, le cose da fare a Cadiz sono innumerevoli!



Di cosa parliamo in questo articolo:

Dove dormire a Cadice, Spagna

Cadice è tanto bella quanto cara per i suoi eleganti alloggi, soprattutto in alta stagione. Il nostro consiglio è prenotare online con larghissimo anticipo il vostro soggiorno perché, nonostante la città proponga tantissime soluzioni alberghiere e bed&breackfast, le offerte più convenienti sono gettonatissime.

Hospederia la Cantarera

Questo piacevolissimo affitta camere offre in pieno centro storico ambienti moderni ed accoglienti a prezzi convenienti. I letti in particolari sono giganti e comodissimi, provare per credere! Stanze doppie con bagno privato a partire da 39 euro a notte. PRENOTA ORA!

Spanish Galleon Lodge

Vicinissimo al porto e alla stazione dei bus e del treno, lo Spanish Galleon Lodge offre un eccellente rapporto qualità prezzo con stanze più grandi e curate della media e aree comuni molto piacevoli (specialmente il suo grande roof top!). Consigliatissimo per i gruppi di amici, stanze doppie con bagno condiviso a partire da 29 euro a notte. PRENOTA ORA!

Senator Cadiz Spa Hotel

Se invece è un po’ di lusso che cercate vi segnaliamo uno dei migliori alberghi di Cadice, lo spettacolare Senator Cadiz Spa Hotel, situato in pieno centro storico, oltre a camere molto eleganti offre una spa davvero bellissima scavata nella roccia e una piscina esterna sul tetto. Camere doppie a partire da 140 euro a notte. PRENOTA ORA!

Storia della città

Cadice ha un patrimonio storico invidiabile soprattutto perché è stato nel tempo un crocevia importante tra diverse culture. Fu fondata dai Fenici intorno al 1100 a.C. (e questo la rende probabilmente la più antica città fondata nell’occidente dell’area mediterranea) e nel corso dei secoli è stata popolata da Romani, Bizantini, Visigoti e Musulmani. I suoi porti hanno avuto storicamente un’importanza strategica, tanto che da qui Cristoforo Colombo partì per la seconda e la quarta spedizione verso le Indie e Amerigo Vespucci per il suo primo viaggio verso il Nuovo Mondo. Nel XVI secolo la città, vessata dagli attacchi moreschi, si difese anche grazie all’aiuto della marina inglese e olandese (che ha lasciato numerosi segni del proprio passaggio) per poi diventare una roccaforte dell’alleanza franco-spagnola durante le guerre napoleoniche. Oggi l’architettura e le tradizioni di Cadice portano i segni vivaci della sua storia movimentata ed internazionale, rendendola una meta altamente appetibile dal punto di vista turistico.

Cucina locale e migliori ristoranti di Cadice

Cadice è una meta incredibilmente rinomata per quanto riguarda la cucina di pesce e la sua gastronomia è considerata una delle migliori dell’Andalusia. In particolare il fritto di pesce locale, che viene servito un po’ ovunque, è sempre un’ottima scelta come lo sono i frutti di mare che vengono pescati nelle sue acque e freschi freschi arrivano sulla tavola dei ristoranti.  Se siete tipi da ricci di male a Cadice non rimarrete delusi!
In particolare vi segnaliamo quelli di un ristorante celebratissimo, El Faro che propone piatti elaborati con pesce e molluschi che ancora profumano di mare; spenderete non meno di 30 euro a testa per un pasto completo, ma ne vale davvero la pena!. Per un pasto meno formale potete rivolgervi a uno dei tanti bar e ristorantini del Barrio de la Viña oppure subito a nord della spiaggia dove presso il Bar Club Caleta potrete mangiare ottimo pesce con la vista sul mare e i piedi quasi nella sabbia (a prezzi un po’ turistici, ma la location è una delle più caratteristiche della città).



Per un’esperienza tipicamente andalusa, anche nei prezzi, c’è il Bar Nono molto rinomato per le sue tapas golose e di qualità a ottimi prezzi.

Cosa vedere a Cadice, Spagna

Il centro storico raccoglie tante aree d’interesse della città ma non tutte. Se avete solo un giorno a Cadice il nostro consiglio è suddividere la vostra visita in tre parti: il centro storico, la promenade sul lungo mare, la parte della spiaggia de la Caleta. Vi consigliamo di iniziare la vostra esplorazione dal compatto centro storico di Cadice e terminarla in spiaggia, magari godendo della bellezza del tramonto sul mare.
Se invece avete più giorni potrete con più calma dedicarvi a girovagare, ma assicuratevi di non perdervi nessuna di queste tre macro aree di altissimo interesse.

Il centro storico di Cadice

Prima cosa da citare è sicuramente la Cattedrale di Cadice, imponente e pittoresca, splendidamente inserita in una bella piazza. La grandiosa Catedral Nueva è stata costruita in più di 100 anni e questo lungo lasso di tempo ha fatto sì che l’edificio rappresentasse stili vari, dal neoclassico al barocco. L’esterno, con la sua peculiare cupola d’oro, è davvero notevole, mentre troverete invece meno indimenticabile l’interno, che tutto sommato è poco rappresentativo dello sfarzo delle cattedrali andaluse. Considerando che l’ingresso si paga 6 euro, valutate voi se saltare la visita. A nostro parere la parte più interessante della visita a pagamento è la salita sulla cima della torre de Poniente, il campanile che offre una bella vista sulla città.
Proprio di fianco alla cattedrale inizia ad estendersi il Barrio del Populo, un quartiere molto interessante tutto fatto di vicoletti e con edifici storici molto ben conservati. Girovagando in questo quartiere non dovete perdervi la bella Iglesia de Santa Maria e l’Iglesia de Santa Cruz.

Cosa Vedere Cadice Guida Itinerario Cittadina Andalusa
A pochi passi dalla cattedrale ma, già all’interno del barrio, si trovano anche i resti di un anfiteatro romano, la cui visita gratuita è una delle esperienze più gettonate della città.
Uscendo a nord del barrio vi consigliamo una tappa nella splendida Plaza de San Juan de Dios, per una visita all’omonima chiesa e soprattutto per ammirare la Casa de los Pazos de Miranda, il bellissimo palazzo monumentale costruito nel 1795 da Miguel de Olivares, per Don Fernando Pazos de Miranda.
Bellissima e popolare anche Plaza de las Flores, la piazzetta triangolare resa coloratissima non solo dall’architettura tipicamente andalusa ma anche da tantissime bancarelle di fiori. A pochi metri da qui incontrerete invece il mercato centrale cittadino, recentemente ristrutturato e la Torre Tavira, che fa parte della Casa Palazzo dei Marchesi di Recaño costruito nella prima metà del XVIII secolo. All’interno della torre troverete un’attrazione turistica inconsueta, la riproduzione di una camera oscura (ingresso 6 euro).
Dirigendovi verso zona di Barrio de la Viña, come vi abbiamo detto, sorgono numerosi ristorantini interessanti, qui potrete pranzare e rilassarvi ma solo dopo aver visitato il quartiere fatto da viuzze caratteristiche che sembrano tutte portare a Plaza del Tío de la Tiza, zona dove si concentrano molti locali, un po’ turistici ma comunque di qualità.
A questo punto dirigetevi verso il porto facendo prima tappa a Plaza España dove sorge l’enorme Monumento alla Costituzione del 1812 promulgata dai deputati della Cortes di Cadice. Il monumento è un grande emiciclo, organizzato attorno a un alto obelisco (che rappresenta la giustizia e la costituzione) circondato dai simboli della famiglia Borbone. Le due figure equestri a latere simboleggiano invece la guerra e la pace e sono contornate dai cittadini in marcia verso la guerra e da simboli dei i frutti della pace. Posteriormente si può notare una rappresentazione di Ercole, elemento iconografico della città di Cadice.

Passeggiata sul lungomare di Cadice

Raggiungete la zona del porto di Cadice, da qui camminate verso il Parcheggio Pubblico Reina Sofia, da qui vedrete salire una passerella che circumnaviga un’area di palazzi abbandonati che danno sul mare: questa zona disastrata e piena di graffiti ha un fascino davvero post apocalittico e regala una bella vista sulla costa.
Ora vi consigliamo di prendere la strada pedonale costiera (tenendovi il mare sulla destra) che passando dalla Muralla de San Carlos (fortificazione storica ancora parzialmente intatta) vi porterà a circumnavigare l’apice della penisola di Cadice vedendo alcune delle sue attrazioni più importanti che si trovano proprio sul lungo mare. In quest’ordine ammirerete: il Parco Jardines de Alameda Apodaca, dove due splendidi e giganteschi alberi ficus, piantati all’inizio del XX secolo si affacciano sul mare e offrono ombra e ristoro a chi osserva il panorama; Punta Candelaria, una delle viste panoramiche più belle della città; Parque Genovés, un parco urbano molto frequentato che si affaccia sul mare; infine il Castillo de Santa Catalina la fortezza tardo-cinquecentesca a stella, perfettamente conservata, creata per difendere la frontiera marittima. La struttura possiede una pianta stellata particolarissima e all’interno i diversi padiglioni corrispondenti alle punte sono organizzati intorno alla piazza principale delle armi, dove si trova anche la graziosa Cappella di Santa Catalina, costruita nel 1693 che ora ospita mostre artistiche locali. L’entrata è gratuita e gli spazi interni ospitano spesso piacevoli rappresentazioni o eventi culturali.

Spiaggia de la Caleta, Cadice

Dopo aver visitato la fortezza a forma di stella continuate a passeggiare verso la Spiaggia De La Caleta, la principale di Cadice (e l’unica centrale) che appena spunta un raggio di sole si popola di bagnanti. Anche in fatto di spiagge Cadice non risulta affatto banale. La baia è delimitata a nord dal Santa Catalina e a sud dallo splendido cammino verso il Castillo di San Sebastian.
Sulla batigia centrale troverete il particolare edificio sopraelevato del Centro di Archeologia e diversi bar e ristoranti che si affacciano praticamente sul mare. In acqua barchette colorate di pescatori punteggiano l’orizzonte e il brulicare di bagnanti, camerieri e gabbiani è tutt’altro che fastidioso ma ha un effetto rivitalizzante, assolutamente in linea con lo spirito di questa città.
Dopo aver visto la spiaggia vi consigliamo di imboccare il Paseo Fernando Quiñones, la passerella sul mare che porta al Castillo de San Sebastian. Questo bellissimo castello del XVIII che sorge praticamente sulle acque è stato costruito secondo la tradizione nel punto esatto su cui si trovava l’antico Tempio di Kronos. Da qui potrete ammirare uno dei panorami più suggestivi dell’intera regione. Dopo aver varcato le sue mura e attraversato il ponte in pietra troverete il bellissimo faro costruito nel 1908 sulle rovine di un’antica torre moresca. L’interno è ciclicamente chiuso per manutenzione, ma se vi capitasse non disperate perché la parte più bella è sicuramente quella esterna, soprattutto se vi giungete nel tardo pomeriggio e attendete l’ora del tramonto; un’accortezza che vi garantirà la perfetta conclusione di questo tour di Cadice.

Cosa Vedere Cadice Guida Itinerario Cittadina Andalusa

Se avete però avete ancora un po’ di tempo prima di ripartire e volete passarlo passeggiando su un lungomare insolito vi consigliamo di dirigervi verso Playa de la Cortadura, la lunghissima striscia di sabbia che con dune dolci collega Cadice a San Fernando, sulla quale corre anche la linea ferroviaria locale. Nonostante sia un po’ esposta al vento in una giornata di brezza leggera è una spiaggia davvero accogliente dalla sabbia finissima e dalle acque cristalline.

Carnevale di Cadice

Molte città e cittadine andaluse sono rinomate per il loro particolarissimo carnevale, in cui gruppi di cantanti improvvisati e mascherata si danno battaglia a suon di canzoni e filastrocche per le vie della città. Il tutto, ovviamente, innaffiato da litri di cerveza, che rende le feste ancora più briose. Il Carnevale di Cadice si svolge tra Febbraio e Marzo, a seconda del calendario, e porta in città migliaia di persone, essendo uno dei più rinomati in tutta la Spagna. In quelle date difficilmente riuscirete a pernottarvi, ma vi consigliamo di vederlo con una gita in giornata da qualche città vicina.
Per rimanere aggiornati: www.carnavaleando.com

Come arrivare a Cadice

Cadice è una delle mete della Costa andalusa in Spagna meglio collegate da una fitta rete di autobus ed è anche dotata di una stazione ferroviaria (la fermata più centrale è in zona portuale) . Il Treno è molto utile per i collegamenti con San Fernando e Jerez (dove si trova anche l’aeroporto più vicino a Cadice che ha un’apposita fermata dedicata). Potete consultare tutti gli orari sul sito della Renfe a questo indirizzo!
Gli autobus vi permetteranno di raggiungere molte altre mete della Spagna, compresa la vicina Siviglia; la stazione centrale dei bus è sempre vicino al porto e troverete tutte le informazioni che vi servono grazie ad un ottimo servizio di assistenza e tante tabelle illustrate. Su questo sito ufficiale dei trasporti della baia di Cadice troverete molte altre informazioni utili su orari e prezzi.

Le tappe successive a Cadice, Spagna

Dopo aver passato un paio di giorni a Cadiz prendete un bus verso Tarifa, la città del vento, rinomata per avere alcuni tra gli spot per surfisti e kite-surfisti più belli di tutta la costa spagnola. Ma non solo: da quelle parti troverete un centro storico raccolto e piacevolissimo e una vivace vita notturna. La vostra tappa successiva a Tarifa potrebbe poi essere Gibilterra, colonia inglese nel cuore della Spagna: chi vi dice che non c’è niente da vedere a Gibilterra non è stato capace di coglierne il fascino di città fuori da ogni catalogazione possibile.

Share: