pratico riassunto sui monsoni in india stato per stato

Diffidate dei siti che vi consigliano il periodo migliore per un viaggio in India: considerando le dimensioni del paese e la sua varietà geografica e climatica è praticamente impossibile trovare, in maniera generale, una stagione ideale per programmare un tour. È invece più utile e interessante capire dove e quando incontrerete i monsoni, operando gli opportuni distinguo per zona, regione e stato.

L’India ha fondamentalmente tre stagioni: l’inverno corrisponde per calendario riani mesi invernali italiani e va da Dicembre a Febbraio. Non pensate però a temperature rigide come quelle a cui siamo abituati noi: se si escludono gli stati himalayani e pre-himalayani (Sikkim, Himachal Pradesh e Jammu & Kashmir) è praticamente impossibile che le temperature si avvicinino allo zero. Diciamo che si passa dai 6° di minima e 21° di massima a Gennaio a Delhi, ai 14°/26° nello stesso mese di Calcutta, per arrivare ai 15°/27° di Bangalore e ai 17°/31° di Mumbai.

Prima di partire per l’India non dimenticate l’ASSICURAZIONE SANITARIA: scoprite perché noi utilizziamo World Nomads e fatevi fare un PREVENTIVO: è immediato e gratuito.

NON PARTITE SENZA LA GUIDA LONELY PLANET DELL’INDIA

SHANTARAM: probabilmente il libro più bello di sempre ambientato in India. L’autobiografia (romanzatissima) di un fuggitivo australiano che si rifugia a Mumbai, tra malavita, prostituzione e impegno sociale.

L’estate indiana corrisponde alla primavera italiana e h ali suo culmine tra Aprile e Maggio. Le temperature in questi mesi salgono parecchio e stati come il Rajasthan, il Tamil Nadu e l’Uttar Pradesh possono arrivare tranquillamente a toccare i 40°. Poi arriva la stagione delle piogge, ovvero i monsoni, che si abbattono sull’India con intensità e in momenti variabili, a seconda della posizione, della vicinanza del mare o della protezione delle montagne. La stagione monsonica dura solitamente da Luglio a Settembre, con diverse eccezioni.


Crediamo però che parlare genericamente del clima e dei monsoni in India lasci il tempo che trova: meglio invece analizzare la situazione stato per stato, in modo che possiate scegliere il periodo più adatto per programmare un viaggio fai da te in India a seconda della zona che intendete visitare.

Il clima e i monsoni in India

Andhra Pradesh

L’Andhra Pradesh, la cui capitale è Hyderabad si trova nel centro-sud del paese. Le estati sono molto calde, gli inverni decisamente miti (considerate una temperatura minima media intorno ai 14°-15° tra Dicembre e Gennaio). Il monsone inizia a Giugno e finisce non prima di Ottobre/Novembre, ma in questa zona le piogge sono piuttosto scarse. Considerate per esempio che durante tutto l’anno cadono in Andhra Pradesh poco più di 700 millimetri di pioggia, mentre nel solo mese di Luglio a Mumbai ne cadono oltre 800. Il monsone, se si ha la pazienza di sopportare un paio di forti scrosci temporaleschi a settimana (solitamente nel pomeriggio/sera) non è un problema per visitare questo stato.

Arunachal Pradesh

A nord ovest del paese, l’Arunachal Pradesh (capitale Itanagar), confina con il Buthan e ha un clima caratterizzato da inverni abbastanza freddi (soprattutto in alta quota) con temperature minime medie che arrivano a toccare i 4°/5°C, estati miti con temperature massime non superiori ai 25°C e una stagione monsonica decisamente lunga. Parte lentamente a Marzo, si intensifica fino a raggiungere il culmine a Giugno e Luglio (mesi in cui vi sconsigliamo di andare), per poi smorzarsi e finire definitivamente a fine Ottobre. Se dovessimo scegliere il mese ideale per visitare lo stato diremmo Novembre.

Assam

L’Assam, con capitale Dispur, è uno stato nel nord est dell’India remoto e alieno al turismo di massa e con un clima abbastanza ballerino: gli inverni non sono particolarmente rigidi e hanno temperature minime che raramente scendono sotto i 5°. Il periodo che va da Ottobre a Marzo è senza dubbio il migliore per visitare questa zona. Durante la stagione monsonica le piogge cadono decisamente abbondanti: un problema ulteriore è dato inoltre dal monsone anticipato che molto spesso flagella l’Assam a partire da Marzo-Aprile invece di arrivare tra Giugno e Luglio. Se volete sfidare la sorte e partire tra Marzo e Aprile sappiate che solitamente in questi mesi il monsone non ancora molto violento e che le temperature massime in questo periodo dell’anno sono decisamente più sopportabili che nel resto dell’India. I mesi da Giugno a Ottobre sono da considerarsi off-limits per un viaggio in Assam.

Bengala Occidentale

La conformazione del Bengala Occidentale, lungo e stretto, è causa di una forte differenza climatica tra il sud dello stato, vicino o sul mare, e le regioni himalayane a nord. Il clima invernale è quindi più che temperato nelle vicinanza della Baia del Bengala (non si scende sotto i 13°/15° C) e invece molto più freddo nel Darjeeling e dintorni. Le estati, da Marzo a Maggio, sono calde in tutto lo stato anche se non si raggiungono temperature record come nelle regioni più occidentali. I monsoni arrivano a Giugno e scemano verso fine settembre e sono piuttosto intensi. Si sconsiglia di organizzare un viaggio nel Bengala Occidentale in questi quattro mesi.

Bihar

Stato situato nell’India del nord, stretto tra Uttar Pradesh e Bengala Occidentale. Ha un clima molto simile agli altri stati limitrofi, con inverni che godono di temperature medie sopra i 10°/12°C (con alcune giornate rigide che arrivano vicine agli 0°C), estati calde ma non infuocate (difficilmente se non in alcuni giorni di Maggio si raggiungono i 38°/40°C) e una stagione monsonica che parte a Giugno e arriva a fine Settembre con una media di 300 mm di pioggia al mese durante i mesi peggiori ovvero Luglio e Agosto. Dopo il monsone e fino a Novembre il Bihar è spazzato da cicloni tropicali, importantissimi per l’agricoltura dello stato. I mesi che vanno da Ottobre ad Aprile sono i migliori per visitarlo, ma se non avete timore del caldo (Maggio) e poi dell’inizio delle piogge (Giugno), potete allungare il vostro soggiorno per ulteriori due mesi.

Chhattisgarh

Stato dell’India centrale, con capitale Raipur, dal tipico clima tropicale: inverni non eccessivamente freddi, soprattutto a livello di medie stagionali (a volte si scende sotto i 10°C ma solitamente la temperatura è intorno ai 15°/20°C), estati molto calde (con picchi di 45°C a Maggio) e monsoni violenti (1200 mm di pioggia annui) da Giugno a fine Settembre. Le piogge nelle zone di confine con Maharashtra e Jharkhand sono più abbondanti. Il turismo in Chhattisgarh sta aumentando non solo per le meraviglie che ospita ma anche perché tra Ottobre e Marzo (ma spesso anche a inizio Aprile) il clima è davvero gradevole.

Goa

Capire il clima di Goa è molto molto semplice: le temperature si mantengono intorno ai 22°/30° (minima e massima) durante tutto l’anno, con variazioni di pochi grandi (verso il basso tra Dicembre – Febbraio e verso l’alto tra Aprile-Maggio. Tecnicamente il monsone arriva a Maggio e si ritira a fine Ottobre, ma i mesi peggiori (e quindi in cui un viaggio a Goa è sconsigliato) sono Giugno, Luglio e Agosto. Pensate che solo ad Agosto cadono sullo stato oltre 900 mm di pioggia. Da fine Settembre a metà Maggio Goa ha un clima costante, caldo ma senza eccessi, e poco piovoso.

Monsoni Clima India Quando Programmare Viaggio

Gujarat

Decidere quando visitare la penisola del Gujarat è facilissimo: lasciate che i monsoni finiscano, quindi verso inizio Ottobre, e fino a Marzo troverete una regione spettacolare, anche a livello di clima: per quasi sei mesi avrete temperature medie intorno ai 15°-20° e pochissime precipitazioni. Poi piano piano arriva l’estate, una stagione molto calda da queste parti, con il termometro che arriva agevolmente sopra i 40°. I monsoni sono generalmente di potenza discreta (niente di catastrofico) e hanno il loro picco tra Giugno e Luglio: la zona al confine con il Pakistan è invece molto meno piovosa, ma perché rischiare quando c’è una lunghissima stagione invernale con un clima ideale?

Haryana (e Delhi)

Nello stato dell’Haryana e del territorio di Delhi il clima non è dei migliori: l’inverno può essere abbastanza freddo, con temperature minime che in alcune zone si avvicinano pericolosamente agli 0°C (sono però eccezioni) e l’estate, specialmente nel mese di Maggio – in assoluto il più caldo – la colonnina di mercurio può arrivare oltre i 46°C. Questo caldo torrido, unito ad un monsone non troppo potente che inizia tardi (Luglio) e finisce presto (fine Settembre) porta ad un clima a tratti semi-desertico. Non per niente è lo stato immediatamente a nord del Rajasthan. Il periodo migliore per visitatore l’Haryana è Ottobre-Novembre e Febbraio-Marzo.

Himachal Pradesh

L’estate, da Marzo a Giugno, è sicuramente la stagione migliore per visitare il paese. Con temperature sempre sopra i 22°/25°C e con massime sotto i 38°C, potrete fare trekking in alta montagna con un clima ideale. La stagione dei monsoni va da Luglio a Settembre: non pensiate che per il solo fatto di trovarsi ad alta quota lo stato non risenta delle piogge tipiche di tutta l’India. In questi mesi le temperature si abbassano di 7°/8°C. L’inverno è fresco, ma niente temperature polari. Si va dagli 0°C delle città più in alta quota (con nevi abbondanti sopra i 3000 metri) ad una massima di 15°C.

Jammu e Kashmir

Lo stato del Jammu e Kashmir, per la sua grandezza e per l’altitudine differente delle sue regioni, ha un clima molto vario. In generale comunque gran parte dei turisti visitano il Kashmir e in particolare il Ladakh per i suoi percorsi di trekking in alta montagna, decisamente inaccessibili durante l’inverno, da Dicembre a Febbraio. Mentre la zona a sud, del Jammu, risente della stagione dei monsoni, in Ladakh le precipitazioni estive sono decisamente scarse. Di conseguenza è la stagione migliore per visitare la regione, che ha temperature gradevoli fino a Ottobre, quando la stagione fredda inizia ad arrivare.

Jharkhand

Il Jharkhand è uno stato ancora poco conosciuto dai turisti internazionali, nonostante un clima gradevole che ne favorisce la visita durante tutto l’anno: infatti mentre gli inverni sono miti (temperature medie intorno ai 18°C, con minime che di rado scendono sotto i 9°C; nei mesi estivi di Aprile e Maggio è caldo ma non si toccano mai i 40°C come in altre zone dell’India. Il periodo dei monsoni va da Giugno a Settembre, ma nei due mesi centrali, i più piovosi, non cadono mai più di 350 mm di pioggia al mese. Questo fa si che anche durante la nostra estate il Jharkhand possa essere la meta di un viaggio, se ci si arma di un po’ di pazienza.

Karnataka

Lo stato con capitale Bangalore, la patria dell’industria tecnologica ed elettronica dell’India, ha un clima che si può dividere in tre zone. in generale le estati hanno un clima moderato, con temperature che raramente superano i 35°C. La parte centrale dello stato, più montuosa durante questa stagione ha un clima ovviamente più fresco. Cambia invece molto la situazione durante i monsoni: mentre le regioni al centro e ad est hanno piogge che vanno da Maggio a fine Novembre (a volte anche inizio Dicembre) ma con scarsa intensità (intorno ai 150 mm nei mesi peggiori), la costa è invece interessata da una stagione monsonica decisamente più accentuata. In ogni caso durante il monsone di ritorno, da Settembre a Novembre, le piogge diminuiscono gradualmente non impedendo il turismo nello stato.

Kerala

La patria del turismo marittimo dell’India ha una stagione monsonica molto lunga, che parte a fine Maggio e arriva fino a Novembre: le piogge sono molto più abbondanti nella zona costiera del Kerala mentre nella zona orientale sono moderate. Già a metà novembre comunque la situazione è più che sopportabile mentre i mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo hanno il clima ideale per un organizzare un viaggio in Kerala: temperature inferiori ai 30°C e sole allieteranno le vostre giornate sia che vogliate rilassarvi sulle sue spiagge che avventurarvi nelle backwaters.

Madhya Pradesh

L’estate in Madhya Pradesh (Aprile, Maggio e inizio Giugno) è cocente: visitate lo stato in questa stagione solo se siete abituati a passare le vostre giornate oltre i 40°/42° o avete intenzione di rifugiarvi nella zona collinare/montuosa, decisamente più fresca. Successivamente nei mesi di Luglio e Agosto i monsoni si abbattono sulla regione, per iniziare a calare tra Settembre e Ottobre, quando con un po’ di fortuna e pazienza potete organizzare il vostro viaggio. Gl inverni hanno sbalzi di temperatura molto consistenti e non è raro vedere la colonnina di mercurio scendere intorno ai 5°C, nonostante la temperatura media sia decisamente accettabile.

Maharashtra

Il Maharashtra ha estati molto calde, con temperature che possono agevolmente arrivare sopra i 40°C da fine Aprile a Maggio (la costa è più fresca delle regioni interne). Il monsone arriva a Giugno e colpisce lo stato in modo abbastanza diverso tra costa e zona orientale: Mumbai e tutte le zone sulla costa hanno una stagione delle piogge molto violenta, con zone in cui cadono oltre 2000 mm di pioggia nei mesi che vanno da Giugno ad Ottobre. Andare da queste parti durante il monsone è davvero sconsigliato. Tutta la zona orientale ha una stagione dei monsoni ugualmente lunga, che si estende quindi fino a Ottobre, ma decisamente meno piovosa. Specialmente nei mesi di Settembre e Ottobre potete tranquillamente organizzare un viaggio nel Maharashtra orientale senza preoccuparvi eccessivamente delle piogge. Come in gran parte dell’India, l’inverno è un’ottima stagione in cui visitare lo stato: temperature dai 12° ai 25 ° in quasi tutte le regioni.

Manipur, Tripura, Mizoram, Nagaland

Raggruppiamo i quattro piccoli stati all’estremo est dell’India e al confine con il Bangladesh anche per l’estensione davvero ridotta di questi ultimi rispetto ad altri stati indiani e perchè hanno un clima simile tra loro. Per prima cosa a differenza delle altre regioni in cui si alternano durante l’anno tre stagioni, qui le stagioni sono soltanto due: quella dei monsoni e l’inverno. Da Novembre a Febbraio, quando è tecnicamente inverno, le temperatura sono miti e si aggirano tra i 20°C e i 30°C. Già a Marzo arrivano i primi segni del monsone, che colpisce la regione in modo molto molto pesante, soprattutto nei mesi di Giugno e Luglio. In Nagaland e in Manipur la stagione della piogge abbondanti dura fino ad Agosto. In ogni caso anche a Settembre e Ottobre, anche se diminuisce di intensità, gli stati sono attraversati dal monsone.

Meghalaya

Questo Hill State nord-orientale la cui capitale è Shillong, ha un clima piacevole e moderato per larga parte dell’anno. Durante i mesi estivi, da aprile a giugno le temperature variano dai 15 ai 25°C, mentre nei mesi invernali, che vanno da dicembre a gennaio, il clima può essere più rigido arrivando a minime di 4 °C. La stagione delle piogge va da giugno a settembre, molti turisti locali scelgono di visitare la zona proprio durante questi mesi, per la bellezza che le piogge donano alla natura e perchè le splendide cascate sono al massimo della potenza. In ogni caso i mesi migliori e con condizioni climatiche meno incerte vanno da ottobre ad aprile, considerando che il mese precedente e quello successivo al monsone possono essere piuttosto piovosi (ma normalmente non in modo limitante).

Orissa

Il momento migliore per visitare questo stato dell’India orientale e la sua capitale Bhubaneswar, va sicuramente dal mese di Ottobre a Febbraio, includendo il periodo post monsonico e l’inverno, durante i quali le temperature permangono normalmente tra i 10° e i 30°C. I monsoni si abbattono con vigore soprattutto durante il mese di Luglio, provocando spesso allagamenti e problemi di circolazione, mentre scemano solitamente tra Agosto e Settembre. L’estate, da Aprile a Giugno, può essere molto calda e umida toccando punte da 45°C alla fine della stagione secca, rendendo molto difficile per chi non è abituato a climi estremi, la permanenza in queste zone.

Punjab

A nord-ovest nel Punjab e nella sua capitale Chandigarh, l’inverno (in cui le piogge sono limitate) va da ottobre a inizio Marzo ed è il periodo migliore per programmare il proprio viaggio. Le temperature giornaliere si aggirano intorno ai 15-20 °C ma le notti possono essere fredde, arrivando anche a 5°C di minima. In estate, da Marzo a Maggio, il caldo può diventare molto opprimente (fino a 40 °C). Alla fine di Maggio compaiono i primi episodi monsonici, portando una forte umidità e temporali molto violenti. I monsoni perdurano fino a fine Settembre con piogge torrenziali. In questo periodo potreste incontrare diverse difficoltà di spostamento, infatti spesso i voli sono annullati e strade e ferrovie non percorribili.

Rajasthan

Da Ottobre a Marzo è un periodo ideale per visitare, a nord ovest dell’India, il grande stato del Rajasthan, ricco di interessi turistici. in questi mesi qui le temperature sono piacevoli tra i 15 e i 27°C, l’umidità scarsa e il cielo è terso e luminoso. I mesi di Dicembre e gennaio sono i più freschi e nelle zone desertiche (come la splendida Jaisalmer) però l’escursione termica può essere molto marcata, le temperature notturne infatti possono scendere anche sotto lo zero. Se decidete di andare in Rajasthan in questo periodo (ad esempio per le vacanze di natale e capodanno) calcolate che molte strutture di bassa categoria non hanno il riscaldamento e potreste trovarvi a dormire al freddo! Da Aprile a Giugno, i mesi estivi, le temperature salgono fino a 45°C con livelli altissimi di umidità, creando non pochi problemi alla resistenza dei turisti stranieri. Il monsone colpisce queste zone tra Luglio e Settembre, ma (salvo casi eccezionali) si presenta debole, ma in questo periodo le alte temperature e i livelli estremi di umidità possono risultare più limitanti della pioggia.

Sikkim

Questa meta per gli appassionati della natura tra le montagne dell’Himalaya è spettacolare soprattutto in primavera nel periodo della fioritura. Da Marzo a Maggio, quando le sue valli sono verdi e rigogliose ed è possibile apprezzare sterminati campi fioriti e incontrare una fauna selvaggia interessante. Le notti possono essere fredde, ma durante il giorno il sole splendente garantsce temperature gradevoli fino a 25°C. Da Giugno a Settembre il monsone è al suo culmine, ed è sconsigliato avventurarsi lungo diversi percorsi di trekking ed escursionistici. Da Ottobre il monsone inizia a dimiuire, ma anche le temperature si abbassano. Ottobre e Novembre sono considerati comunque mesi molto interessanti per il turismo ecologico, le temperature calano ma – in seguito al monsone – i fiumi e le cascate sono al loro culmine e il verde brillante della natura è ineguagliabile. Da Dicembre a Febbraio le nevicate possono essere copiose, quindi si sconsiglia ai non esperti di evitare questo periodo.


Tamil Nadu

Il clima del Tamil Nadu, grande stato del sud dell’India con capitale Chennai, è più stabile che in altri stati indiani infatti qui le temperature e l’umidità rimangono relativamente alte tutto l’anno, tra i 45°C e i 20°C. La stagione più fredda (tra Dicembre e Marzo) e l’inizio della stagione estiva (da metà Giugno poi Luglio e Agosto), spesso uggiosa ma con precipitazioni limitate, sono i periodi migliori per esplorare il paese sia all’interno che lungo le coste. Aprile e Maggio sono i mesi più caldi, con temperature fino a 45 °C e il caldo può essere davvero soffocante. Nel Tamil Nadu, la stagione delle piogge è fra fine Settembre e Novembre, quando il monsone tardivo di nordest porta pioggia a scatti. Le precipitazioni possono essere estremamente limitanti nelle aree collinari e in queste zone si rilevano le temperature più basse dello stato attorno a Dicembre, per cui consigliamo di portarvi un cambio pesante se pensate di visitare queste zone in questo periodo.

Uttarakhand

Come avrete potuto notare in gran parte dell’India è consigliato programmare un viaggio durante l’inverno, ovvero da Ottobre a fine Febbraio. Il discorso vale per molti stati, ma non per quelli himalayani e pre-himalayani, come l’Uttarakhand. Nonostante le temperature si prestino al turismo (vanno dai 3°C ai 15°C a seconda dell’altitudine), molte strade sono bloccate a causa del ghiaccio e della neve. Molte città sono comunque visitabili (per esempio, se volete praticare e studiare yoga in un ashram a Rishikesh non avrete problemi), ma un viaggio nello stato senza la possibilità di vedere le sue montagne è decisamente sprecato. Meglio quindi posticipare di qualche mese e recarsi dal quelle parti tra Marzo e Giugno, quando le temperature estive superano i 20°C e arrivano fino ai 35°C, un clima ideale per trekking e passeggiate. Durante la stagione monsonica la colonnina di mercurio si abbassa di 5°/10°C, ma un viaggio è sconsigliato, soprattutto nei mesi di Luglio e Agosto, dove le piogge sono più abbondanti.

Uttar Pradesh

Uno tra gli stati indiani dell’India settentrionale con il clima più estremo, ovvero estati caldissime e in inverno freddo pungente. Da Aprile a Giugno si ha il periodo più caldo e le temperature raggiungono massime di 45°C e scendendo raramente sotto i 30 °C, mentre da Gennaio a Marzo si hanno i mesi più freddi, spesso con minime anche sotto i 10°C. Il periodo monsonico più intenso va da Luglio a Settembre, mentre il periodo post monsonico che va da Ottobre a Dicembre è un ottimo momento per viaggiare. Anche Gennaio, Febbraio e Marzo – ricchi di eventi culturali e festival – sono mesi perfetti per visitare questo stato, pensando però ad un abbigliamento più pesante.


Photo credits: The Atlantic

Share: