un angolo di paradiso e pace lontano dal turismo di massa

Ebbene si, esistono ancora luoghi di pace in Thailandia, sono molti di più e ancora più belli di quanto possiate immaginare. Se quello che cercate è un paesino dimenticato dal turismo di massa dove affittare un bungalow in riva al mare, godere della tranquillità sotto una palma, consumando pasti a base di pesce fresco guardando le onde in santa pace, dovreste provare la paradisiaca e deserta spiaggia di Thung Wua Laen a Chumpon.

La Thailandia si è rivelata sin da subito un luogo semplice dove viaggiare, nel senso positivo del termine. Alloggi curati e molto vivibili a prezzi bassi, cibo sano e delizioso in ogni angolo, trasporti semplici da organizzare e abitanti locali solitamente disponibili ad aiutare senza essere troppo invadenti con i turisti. I turisti… ecco il problema del paese: hanno invasioni singolo metro di spiaggia… o forse no! Perché cercando un po’ è possibile trovare la quiete lungo spiagge deserte, tra sabbia bianca, mare e palme. Probabilmente questa descrizione suonerà strana ad alcuni, ma la Thailandia va oltre il traffico di Phuket, alle spiagge affollate di Ko Samui e alle sfrenate notti di Koh Tao.

Non partite senza la Guida Lonely Planet della Thailandia

Guida alle isole e spiagge della Thailandia

Non partite per la Thailandia senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

Sebbene questi luoghi possano valere una visita di qualche giorno (per le bellezze naturali che li hanno resi famosi) noi abbamo scelto la pace e dopo una breve sosta a Bangkok, abbiamo deciso di fermarci come prima tappa del nostro lungo viaggio in Thailandia nella provincia di Chumpon, sulla spiaggia di Thung Wua Laen. Siamo stati tentati di non scrivere affatto di questo piccolo paradiso, per tenerlo tutto per noi ed evitare che la voce che qui si vive proprio bene si diffondesse ulteriormente, ma poi ci siamo decisi a condividere con altri la nostra scoperta.

Di cosa parliamo in questo articolo:




La spiaggia del Bue che corre – Thung Wua Laen Beach

Siamo rimasti esterrefatti dal primo approccio con questa lunga striscia di sabbia Ricordo distintamente il piacevole colpo d’occhio di trovare questi due chilometri di spiaggia contesa tra mare azzurro e palme rigogliose completamente deserta, se non per un paio di cani che giocavano tra loro. Non un corpo disteso a prendere il sole e non un bagnante che sguazzava in acqua, nonostante la strada principale a due passi e diversi locali e ristoranti nelle vicinanze. Ovviamente è stato un caso e i giorni seguenti addirittura 5 o 6 persone hanno “affollato” la lunghissimo spiaggia, ma sempre in modo a dir poco contenuto. Quello che durante le ore più calde (ma comunque piacevoli grazie ad un venticello costante e l’ombra delle numerose palme) è un paradiso tropicale deserto, al calar del sole si popola di thailandesi, famiglie numerose e gruppi di amici, che stendono una grande stuoia sulla sabbia, accendono la musica della maccchina a tutto volume e si godono un aperitivo o una cena a base di insalata di papaya e birra thailandese, guardando il mare mente i bambini giocano a riva. Che sia deserta o più popolata al tramonto questa spiaggia è davvero incantevole, complice una natura rigogliosa, l’acqua cristallina e la coreografica montagna che si trova ad uno dei suoi estremi, verdissima e tondeggiante come fosse dipinta.


Passeggiando verso questa montagnola troverete alla vostra destra la statua di un bue, non è un caso se da queste parti questo animale è frequentemente raffigurato: infatti la leggenda vuole che in passato la baia fosse abitata da numerose creature selvatiche e che un cacciatore, arrivato qui con l’intenzione di portarsi a casa un ricco bottino di caccia, sia stato messo in fuga da un bue selvatico che lo ha rincorso per chilometri. Da questa storia il nome Thung Wua Laen che significa letteralmente “spiaggia del bue che corre“.

Unico abitante locale decisamente fastidioso sono le cosiddette sand flies, dei moscerini le cui punture possono essere decisamente dolorose e creare reazoni avverse. Non tutti vengono punti da questi insetti, anzi la maggior parte delle persone vengono assolutamente ignorate, oppure non hanno la minima reazione alle punture. Ma se sapete di essere suscettibili a questi insetti da spiaggia o non desiderate brutte sorprese vi basterà cospargervi di olio per il corpo e loro non riusciranno più ad infastidirvi.

Dove dormire a Thung Wua Laen

Nonostante questa spiaggia sia davvero poco frequentata per gli standard thailandesi, a Thung Wua Laen non mancano le possibilità di scelta in quanto ad alloggio. Anche se on line troverete solo una manciata di alberghi, una volta arrivati in loco scoprirete che tra bungalow sulla spiaggia, piccoli resort e alberghi veri e propri le possibilità e gli standard sono tanti e differenti. Noi abbiamo prenotato con mesi di anticipo su Airbnb (iscrivetevi da questo link per avere uno sconto di 30 euro sulla prima prenotazione) una casetta a 5 minuti dal mare, immersa in un palmeto e dotata di ogni confort possibile e immaginabile (c’era anche Netflix) spendendo in due meno di 20 euro al giorno.

Guest House Albatross

Siccome questa soluzione era leggermente costosa per i nostri (ridotti) budget l’ultima settimana a Thung Wua Laen abbiamo deciso di risparmiare un po’ e abbiamo scelto la Guest House Albatross, alloggio situato alla fine della spiaggia, sulla via che porta a Chumpon. Sembra un po’ lontano dal centro della minicittadina marittima, ma in realtà è 5 minuti a piedi dal mare. Camere spazio, molto, molto pulite e con balcone (e aria condizionata!) a partire da 9 euro a notte. Crediamo che sia davvero la sistemazione con il miglior rapporto qualità/prezzo della zona. PRENOTA ORA!

Under Co by View

Se invece quello che cercate è un bungalow praticamente in spiaggia date un’occhiata al Under Co by View soluzioni eleganti e moderne immerse in un giardino e con tanto di bicicletta gratis per circa 40 euro a notte. Ideale per chi predilige la comodità e il fascino di dormire a due passi dalle onde, ma poco adatto a chi viaggia con un budget ridotto. PRENOTA ORA!

Resort Nana Beach

Una soluzione ancora più elegante e con piscina è il Resort Nana Beach, sicuramente il più esclusivo di tutta la spiaggia con bungalow super confortevoli e spaziosi a partire da 35 euro a notte, in posizione centralissima. I pochi turisti che si vedono da queste parti dormono proprio al Nana Beach, che gestisce anche un ristorante sulla spiaggia molto elegante. Non la nostra cup of tea, ma per una famiglia con buona disponibilità economica è l’ideale. PRENOTA ORA!

Moonrise Villa

Se quello che cercate è un hotel comodo, pulito e con meno pretese di eleganza vi consigliamo il Moonrise Villa , gestione familiare e tanta attenzione per il cliente. Si trova in una traversa praticamente a metà della spiaggia: in 5-6 minuti a piedi arriverete al mare. Camere spaziosissime e moderne con aria condizionata, frigo e letti giganti da 25 euro a notte. PRENOTA ORA!

Dove mangiare a Thung Wua Laen, Thailandia

Dietro la spiaggia si snoda una strada che segue la costa dove numerosi locali, ristorantini e soluzioni d’alloggio si susseguono senza però disturbare i ritmi lenti della spiaggia. Molti di queste attività affittano piccoli tavolini bassi e stuoie per mangiare e bere direttamente sulla sabbia, pratica altissima dai thai. Se invece desiderate una cena al tavolo in un ristorante vero e proprio ma con vista sul mare vi consigliamo il Tongrak (il nostro ristorante preferito sulla spiaggia), molto spartano ma rinomato tra i locali per il cibo genuino, saporito e le porzioni abbondanti. Non ha insegna con caratteri occidentali ma lo riconoscerete perchè dal lato della strada ha davanti all’ingresso una barca di legno lunga circa due metri che funge da tavolo di lavoro per i camerieri. Qui con meno di 5 euro a testa mangerete un paio di piatti di pesce diversi, annaffiati da freddissima birra locale. Il tutto guardando il mare e godendo di una brezza fresca impagabile. Il personale non parla inglese ma il menù è tradotto in modo abbastanza chiaro.

Se preferite un locale più elegante e turistico (la maggior parte degli stranieri presenti in zona si raduna qui la sera) il ristorante del resort Nana Beach è un ottimo compromesso tra buona cucina e confort alla occidentale. Certo i prezzi sono leggermente più alti e sul menù non mancheranno gli inquietanti spaghetti alla bolognese, ma i piatti thailandesi sono saporiti e genuini.

Se volete risparmiare e mangiare cibo super gustoso spostatevi in zona mercato a Saphli (si veda sotto come raggiungerlo) dove diversi chioschi offrono zuppe o pad thai per poco più di 1 euro. Il nostro preferito è un venditore di wonton in brodo che si trova poco prima del mercato, una delle zuppe più buone mangiate nella vita!

In questa zona troverete anche un paio di piccoli supermercati e potrete comperare tutto quello che vi serve per cucinare in casa, anche se è più economico acquistare di domenica (c’è molta più concorrenza ed i prezzi magicamente calano) durante il grande mercato serale.

Thung Wua Laen Chumpon Spiaggia Deserta Thailandia

Il villaggio dei pescatori di Saphli

Il mercato della domenica di Saphli

Per un’esperienza davvero locale fate un salto al grande Night Market (dalle 17 alle 20) che sorge ogni domenica a Saphli, il paese di riferimento della spiaggia di Thung Wua Laen. Arrivarci è semplice: spalle al mare seguite la strada che lo costeggia andando verso destra. Arrivati sulla strada principale svoltate ancora a destra e incontrerete un piccolo centro abitato dopo 2 chilometri. Se non volete farvela a piedi c’è un taxi collettivo che con meno di un euro fa la spola tra Chumpon e Saphli e passa da Thung Wua Laen Beach (ma l’ultima corsa è intorno alle 18). Tra settimana qui troverete solo qualche ambulante che verde frutta, verdura carne e pesce, ma la domenica l’intera area si affolla di persone provenienti da tutta la provincia e di venditori (di quasi ogni cosa!).


La nostra attività preferita della domenica è pedalare in bicicletta fin qui (tra l’altro passerete uno spettacolare ponticello con vista sul molo dei pescatori pieno di barche colorate) con due grandi zaini capienti e riportarli a casa colmi di frutta, verdura e pesce freschissimo per la settimana (davvero conveniente) e soprattutto sacchi pieni di cibi pronti succulenti da scartocciare e consumare appena arrivati al nostro alloggio. Segnaliamo un ottimo cosciotto di maiale arrosto in salsa di soia (con una porzione da 1,20 euro si mangia in 2!), pollo con salsa di soia dolce al peperoncino fresco, insalate di papaia da comporre a piacimento e infinite tipologie di spiedini di ogni tipo. La domenica perfetta!

Locali e intrattenimento “notturno” a Thung Wua Laen

Precisiamo che di intrattenimento propriamente notturno qui ce n’è poco, infatti dopo le 22 sono rari i ristoranti che non spengono le luci e chiudono le porte. Ma un paio di locali particolarmente audaci sulla spiaggia si animano (soprattutto nel week end) e rimangono aperti addirittura fino a mezzanotte, se hanno clienti. Nominiamo (perchè tra i più frequentati) il V-Bar, proprio all’inizio della spiaggia venendo dalla zona del mercato, che ha una discreta fornitura di birre e superalcolici internazionali e una serie di avventori affezionati anche occidentali. Ma il nostro locale preferito per una serata più vivace del solito si trova circa a metà spiaggia (a 5 minuti di cammino dalla statua del bue verso la montagna verde) e si chiama Mali Blue’s. Qui tutte le sere (tranne il martedì che è giorno di chiusura) il proprietario accompagnato da diversi musicisti intrattiene la clientela con ottima musica live dal country al blues con qualche intermezzo in thailandese. Molto piacevole l’atmosfera del locale anche se i prezzi sono più alti del solito e i cocktail un po’ approssimativi (ma fatti con frutta freschissima).

Gite in giornata da Thung Wua Laen

Se vi abbiamo convinto a passare qui un po’ di tempo e vi viene voglia di uscire saltuariamente dalla routine di questo ecosistema tanto placido vi consigliamo di noleggiare un motorino o una macchina con taxista (potete farlo in qualsiasi albergo oppure presso il ristorante turistico Pirates Terrace) e partire all’esplorazione.

• Coral Beach

Una delle spiagge più belle della provincia di Chumpon si trova a soli 30 km da Thung Wua Laen. Coral beach si raggiunge in circa 30 minuti in motorino, proseguendo dopo il mercato e seguendo la costa ve la ritroverete sulla destra indicata da un grande cartello arancione (questa la location su Google Maps). È una piccolissima baia dalla vegetazione lussureggiante, dove il colore dell’acqua varia dal verde, al turchese fino all’azzurro più intenso. Davanti a voi tante piccole isolette e ai due lati della baia una bella barriera corallina da esplorare facendo snorkeling. Nonostante un piccolo resort con piscina – il New Nordic Coral Beach – si trovi praticamente sulla spiaggia, noi l’abbiamo trovata deserta e splendida. Se volete stare comodi potete consumare qualcosa al bar del resort e sfruttare i loro lettini sulla spiaggia per tutta la giornata. Poi quando vi verrà fame date un’occhiata al menù e lasciatevi tentare, la loro cucina (sebbene non troppo economica) ci ha lasciati davvero soddisfatti.

http://www.chumphonairport.net/

La deserta Coral Beach

• Wat Thep Charoen e le grotte di Tham Rap Ro

Se invece volete visitare uno splendido tempio buddhista e vedere incredibili grotte naturali tra le montagne, il Wat Thep Charoen è la gita in giornata che fa per voi. Questa è la location esatta su Google Maps: la strada per raggiungerlo è abbastanza semplice da percorrere in autonomia se si è dotati di mappa. L’attrazione principale di questo centro religioso sono le Tham Rap Ro Cave tre splendide grotte adibite a tempio buddhista, dove tra campane sacre e statue del Buddha di ogni dimensione e fattura è possibile incappare in animali selvatici spettacolari (noi abbiamo visto una bellissima civetta bianca e tanti pipistrelli. Non solo: lo spettacolo di enormi accumuli di stalagmiti e stalattiti, come fossero sculture astratte, rende il tutto ancora più visionario. Non abbiamo trovato questo tempio segnalato su nessuna guida ufficiale, quindi qui troverete probabilmente solo turismo religioso locale (noi abbiamo incrociato solo un gruppo in preghiera e per il resto del tempo abbiamo vagato soli per le grotte); l’ingresso è gratuito. Lungo la strada principale a 5 minuti dall’ingresso al tempio c’è un bel mercato dove potrete acquistare qualche snack o eventualmente pranzare ed un supermarket 7-Eleven decisamente fornito dove fare tappa prima o dopo la visita alle grotte.

http://www.chumphonairport.net/

http://www.chumphonairport.net/

• Mu Ko Chumpon National Park

Se siete appassionati di snorkeling e immersioni non potete perdere una visita al Mu Ko Chumpon National Park: un gruppo di circa 40 isole nella provincia di Chumpon che sono state dichiarate nel 1989 Parco Naturale per la ricca vegetazione, la fauna e flora che le popola. Molti alberghi a Thung Whua Laen organizzano escursioni in barca in giornata che toccano 3 o 4 isole tra le più spettacolari, dove è possibile immergersi o fare snorkeling ammirando una delle barriere coralline più vivaci della Thailandia. In queste zone non è raro incontrare anche grandi squali balena. Solitamente queste gite costano dai 1200 ai 1500 bath a testa per lo snorkeling e quasi il doppio per le immersioni (più siete e più i prezzi si abbassano) e comprendono anche pinne, maschera e muta. Sulla barca verrà organizzato anche un vero e proprio pranzo a più portate, perchè l’escursione si svolge solitamente dalle 8 di mattina a circa le 15 o 16 del pomeriggio.

Purtroppo questa gita che ci è stata descritta da molti come spettacolare è stata annullata più volte mentre eravamo a Thung Wua Laen per mare mosso. Abbiamo visto altre imbarcazioni partire ma il capitano della compagnia cconsigliataci da un amico locale ci ha sconsigliato di affrontare il viaggio in condizioni climatiche incerte, a causa di incidenti molto gravi avvenuti in passato con imbarcazioni poco prudenti che hanno ignorato segnali atmosferici di pericolo per portare a destinazione i turisti con esiti nefasti. Noi ci siamo fidati e siamo rimasti a terra a goderci la spiaggia a zero rischi. Per informazioni sull’escursione potete rivolgervi al vostro albergatore o al ristorante Pirates Terrace.

• Koh Tao

Se invece durante il vostro soggiorno a Thung Wua Laen sentite la necessità di una notte di baldoria in puro stile turistico sappiate che da Chumpon è relativamente semplice raggiungere la vivace Koh Tao. Sul’isola il mare è stupendo, la natura è straripante, ma il turismo è eccessivamente di massa. L’ideale per chi cerca un bel po’ di vita notturna. Chi vuole la spiaggia tutta per sé farebbe bene a restare a Thung Wua Laen. Con lo stesso traghetto (che parte non lontano da Chumpon) potreste arrivare anche a Koh Samui ma il viaggio è un pochino più lungo.

Come arrivare a Thung Wua Laen

Per raggiungere il paese con i mezzi pubblici o i bus di linea dovrete fare tappa nella vicina città di Chumpon (capoluogo di provincia) che si trova a circa 20 minuti di automobile da Thung Wua Laen. La città è famosa per essere il punto di partenza dei traghetti e dei catamarani veloci che vanno nelle isole di Koh Tao e Koh Samui. Noi abbiamo speso poco più di 8 euro per un bus da Bangkok della compagnia Suwannatee Tour acquistato sul sito tickets.co.th. Viaggio comodissimo con aria condizionata e una serie di altri benefit: totale 7,5 ore. È possibile anche raggiungere Chumpon in treno praticamente da tutta la Thailandia: arrivarci da Bangkok in terza classe costa solo 15 baht, con orari consultabili sul sito ufficiale delle ferrovie thailandesi. Da Chumpon se avete prenotato un albergo o un resort è probabile che venga organizzato un servizio di trasporto privato, altrimenti potrete chiamare un taxi (ad esempio in stazione) o prendere un taxi collettivo (per meno di 1 euro) che ogni giorno, da mattina presto fino alle 17:30, fa la spola tra Thung Wua Laen e Chumpon (chiedete ai locali e sapranno indicarvi la fermata più vicina). Se quello che cercate è un trasporto privato dall’aereoporto di Bangkok potete rivolgervi al sito Limousine Bangkok che propone costosi (no sono limousine, non spaventatevi) ma efficientissimi servizi taxi programmati. Oppure potete volare direttamente sul piccolo aeroporto di Chumpon (collegato giornalmente con Bangkok e con molte altre aree della Thailandia).




Share: