Cosa vedere a Castelpetroso, Molise: il borgo e il Santuario dell’Addolorata

Cosa Vedere Castelpetroso Molise Borgo Santuario Addolorata

non perdetevi una delle cattedrali più affascinanti d’Italia

Castelpetroso è un borgo sulle colline molisane, nonostante le sue ridotte dimensioni c’è davvero tutto quel che serve per essere il set perfetto di una favola: un centro storico con un labirinto di vicoli in pietra e piazzette con balconcini da principessa, i resti di un castello longobardo, una cattedrale che spunta tra i boschi in modo surreale e un santuario famoso per le apparizioni della Madonna. Ecco cosa vedere a Castelpetroso e la guida al Santuario della Basilica Minore dell’Addolorata.

Castelpetroso è un borgo squisitamente medievale, poco popolato, intimo e molto ben curato. Non avrà il centro storico più particolare e bello del Molise ma di sicuro ha la Cattedrale più spettacolare e merita assolutamente una visita, perché (ve lo garantiamo) la vista di questo gigantesco edificio fiabesco che spunta tra i boschi è una delle cose più impressionanti da ammirare in Molise e pare quasi troppo improbabile per essere vera.

Approfondimento: Campobasso è snobbata dai circuiti turistici classici, ed è un grande errore!

Di cosa parliamo in questo articolo:

NON PARTIRE PER LA TUA VACANZA
SENZA LA
GUIDA TURISTICA DEL MOLISE

Cosa vedere nel borgo di Castelpetroso, Molise

Passeggiando per il centro storico noterete case antiche e vecchie mura, tutti luoghi dall’atmosfera antica e magica. Castelpetroso è nato come avamposto militare sunnita sulla cima di un colle roccioso (Colle Petroso), qui i Longobardi costruirono un castello dalle forme squadrate di cui oggi rimane solo qualche stanza visto che con il tempo si è “fuso” con gli edifici costruiti attorno e dentro alle sue rovine. In uno di questi ambienti in inverno viene organizzato il presepe cittadino, un vero progetto artistico e culturale dal grande valore per gli abitanti locali e che ogni Natale attira parecchi visitatori. Se osserverete bene la composizione noterete che le statuine portano abiti e orpelli di stile molisano e che lo sfondo riprende molti scorci delle zone più belle della regione.
Vi consigliamo di visitare anche la bella chiesa di San Martino, che si trova subito oltre una delle antiche porte che un tempo delimitavano il borgo, Porta del Parco. La chiesa è stata costruita nella seconda metà del XIII secolo ed è dedicata a San Martino Vescovo, la sua struttura semplice e pulita ad una navata è molto basica ma noterete uno splendido arco d’ingresso e all’interno un mosaico azzurro e oro raffigurante il santo mentre dona il suo mantello ad un povero.

Basilica Santuario di Castelpetroso

La Basilica di Castelpetroso è certamente un luogo suggestivo, pensate a un’imponente cattedrale che spunta dal nulla in mezzo a un bosco verdissimo e con alle spalle uno splendido panorama. Ma perché costruire un sito religioso così importante lontano dal borgo e in mezzo al niente? Perché qui nel 1888 due pastorelle che avevano smarrito delle pecore e le stavano cercando tra le rocce ebbero una visione della Madonna e di Gesù Cristo. Da allora questo luogo a Castelpetroso diventò meta di pellegrinaggi continui, prese addirittura il soprannome di “la piccola Lourdes italiana” e quindi si decise di costruire un santuario nel bosco che rendesse onore alla Madonna. A settembre del 1890 iniziarono i lavori per la costruzione del Santuario di Maria Santissima Addolorata ma solo nel 1975 la grande Basilica in stile neo gotico venne aperta ai fedeli.

La struttura è caratterizzata da una grande cupola centrale alta ben 52 metri contornata da altre sette cupole minori, rappresentanti i sette dolori di Maria. All’interno la cupola principale è decorata con splendidi mosaici in vetro raffiguranti i santi patroni delle diocesi molisane, nella cappella maggiore si trova un altare in marmi policromi, dominato da un’edicola in marmo che custodisce una riproduzione di Maria Santissima Addolorata di Castelpetroso con due statue lignee che raffigurano la Vergine inginocchiata sul corpo di Gesù.

La cappella delle apparizioni e la via Matris

Vicino alla Basilica (in questo punto) parte un sentiero della Via Matris di Castelpetroso, inaugurata il 27 ottobre 1947, un percorso di 750 metri che risale la montagna e che collega il Santuario di Maria Santissima Addolorata con il luogo delle apparizioni, dove potrete vedere una graziosa cappella.

La via Matris è suddivisa in sette tappe ognuna caratterizzata dalla presenza di un’edicola e di sculture in rame raffiguranti i 7 dolori di Maria (opere dell’artista Alessandro Caetani). La Cappella delle apparizioni è una piccola casetta in pietra dove si trova una bella statua della madonna sorridente. Da questo punto partono diverse passeggiate e trekking sui monti dei dintorni.

Dove dormire a Castelpetroso

Se deciderete di fare tappa per la notte nel borgo di Castelpetroso o nelle belle zone verdi che circondano il Santuario troverete dei gradevolissimi bed & breakfast ad accogliervi. Ecco quali sono le soluzioni che vi proponiamo per il vostro soggiorno vicino al santuario di Castelpetroso.

Potrete scegliere se prenotare attraverso Booking (vedete i nostri consigli sotto) o Airbnb il sito tramite il quale i privati mettono in affitto i loro appartamenti (iscrivetevi ad Airbnb da questo link e avrete immediatamente un buono fino a 35 euro).

Nel verde di Carinci

Il Signor Angelo ha allestito in una bella casa nel verde un B&B davvero confortevole, ci sono diverse stanze, tutte molto curate e pulitissime e spazi comuni davvero perfetti per godersi una bella colazione ma anche una cena deliziosa (perché questo è anche un home restaurant!). La casa si trova nella frazione di Castelpetroso Indiprete a circa 4 km dal Santuario.
Camere doppie a partire da 50 euro a notte. PRENOTA ORA!

Castelpetroso Bed&Food

Questa pensione si trova invece in centro a Castelpetroso e offre camere calde e accoglienti, arredate con gusto. I proprietari ci tengono molto a far sentire gli ospiti a casa loro e sono sempre disposti a fare due chiacchiere e dare consigli. La colazione in loco è generosa e buonissima!
Camere doppie a partire da 49 euro a notte. PRENOTA ORA!

Dove mangiare a Castelpetroso

Noi abbiamo passato una settimana a Guasto, una piccola frazione di Castelpetroso e possiamo raccomandarvi due ristoranti dove mangerete benissimo. Il primo è Donna Carmela un’osteria che offre piatti tradizionali accompagnati da ottimi vini locali, i titolari sono molto simpatici e propongono vecchie ricette di famiglia davvero golose.
Poi se cercate un posto dove fare una cena o un pranzo a basso budget vi consigliamo di fare tappa al bar Uno Dopo L’altro, che fa delle ottime ed economiche tagliatelle ai porcini e la sera anche la pizza (quella ai porcini è buonissima!).