hamburgeria * gourmet * la grande mela * giulietta e romeo

Negli ultimi anni un uragano di nuove hamburgerie gourmet ha investito l’Italia. Con casuale ma perfetto tempismo mi son trovato a visitare la terra natia dell’hamburger (gli Stati Uniti, ovviamente) prima e dopo quest’ondata. Così m’è venuta l’idea per uno spunt(in)o di viaggio…

Non volevo stilare l’ennesima guida al miglior Hamburger di… (non basterebbero 7 vite ad esplorare tutte le hamburgherie di New York) ma per portarvi a caccia con me, al di qua e al di là dell’oceano. Alla scoperta dei posti che più mi han deliziato in un parallelismo irriverente tra Verona, la mia città natale, e New York, la capitale gastronomica della patria dell’hamburger (Guido è andato anche alla scoperta dei segreti culinari di Cuba!) Per scoprire come, vestendo una volta tanto i panni dell’allievo, la cucina italiana abbia fatto suo un piatto così semplice, sfornando così forse l’unico esempio nostrano perfettamente riuscito e ampiamente diffuso di cucina fusion; sfruttandone la versatilità che non a caso è il tratto essenziale di tanti capisaldi della cucina popolare nostrana, dalla pasta alla pizza al risotto.

Anche in questo caso infatti la base è solo la tela su cui il cuoco dipinge liberamente con la sua creatività, attingendo all’incredibile ricchezza di ingredienti che offre il nostro territorio. Dall’altra parte dell’oceano però si assapora come la fantasia da sola non possa battere una tradizione ormai quasi secolare.

Dove gli yankee ancora fanno scuola è la qualità degli ingredienti base dell’hamburger: carne e pane. La carne è sempre succosa e saporita, con una consistenza perfetta per commuovere il palato. E il pane è al suo fedele e silenzioso servizio, per avvolgerla ed esaltarla, raccogliendone il prezioso succo senza sfaldarsi tra le fameliche grinfie degli avventori.

Burger Joint – New York

Il più gustoso paradosso di Manhattan. A due passi dal MoMa, entrate nella lobbie del lussuosissimo Le Parker Meridien Hotel cercate un tendone rosso, seguitelo entrando in un buio corridoietto… e finirete in un’hamburgeria che più hamburgeria di così non si può! Minuscola, con un arredo spartano ma pieno di spirito, frequentatissima dai lavoratori della zona, con un menu ridotto all’essenziale (birra, hamburger e patatine son praticamente l’unica scelta). E come testimoniano le lunghe code alla cassa a qualsiasi ora (prima si paga e poi si aspetta di esser chiamati a ritirare l’ordine) fanno poche cose ma le san far molto bene!
119 West 56th Street, NY – www.burgerjointny.com/56thstreet

Hamburger New York Verona

Burger Joint e il suo ingresso segreto

Shake Shack – New York

Nata da un’intuizione del famoso ristoratore Daniel Meyer è diventato un punto di riferimento fisso per i newyorkesi e una meta di pellegrinaggio per ogni burger lover che si rispetti, espandendosi poi oltreocano in un’altra manciata di città. Carne di qualità eccelsa a prezzi abbordabilissimi, con un’ottima variante vegetariana a con polpetta base di funghi (e per i più golosi è possibile provarle in abbinata). Non fatevi però sfuggire nemmeno gli shake (non a caso sono anche nell’insegna), da gustare rigorosamente nella versione con malto. Attenzione agli orari di punta in cui viene letteralmente preso d’assalto dai locali, perfetto invece per uno pasto veloce fuori orario. Tra tutte le location quella originale a Madison Square vi permette di gustarvi il vosto hamburger in un delizioso parchetto all’ombra dell’iconico Flatiron Building.
Southeast corner of Madison Square Park, NY – www.shakeshack.com

Hamburger New York Verona_4

Shake Shack: un hamburger all’ombra del Flatiron Building

Minetta’s Tavern – New York

Nonostante sia un ristorante elegante con un arredamento classicissimo è anche la casa di uno dei migliori e più celebrati hamburger della città, succoso e saporito come pochi al mondo. Un po’ più costoso della media, ma non troppo. Perfetto per una cena rilassata in un ambiente raffinato con luci soffuse e camerieri in livrea.

Consigliata la prenotazione a meno che non vi accontentiate di mangiare al banco (ottima opzione se si è da soli, un po’ un peccato se lo si visita in dolce compagnia). Ottimi anche i cocktail.
113 Macdougal St, NY – www.minettatavernny.com

Buns – Verona

Deliziosa hamburgheria in un posto piccolo (prenotazione tassativa visto anche il grande successo che continua a riscuotere in città) e appartato a due passi dal Teatro Romano.
Il menu stagionale viene rinnovato con ingredienti freschi di stagione a chilometro zero (radicchio e monte veronese, zucca …), usati per abbinamenti a volte insoliti ma sempre gustosi. Questa vivacità si manifesta anche nella varietà dell’ampia scelta di hamburger vegani e vegetariani e nei contorni (sorprendenti le fries alla polenta).
Ciliegina sull’hamburger le classiche salse d’accompagnamento, tutte deliziosamente fatte in casa, compresa la maionese vegan. E per far scivolar giù il tutto c’è una curata selezione di birre.
Interrato dell’Acqua Morta, 88, Verona – www.facebook.com/bunsgourmetburgers

Hamburgeria New York Verona

Buns – Lads – Manzo della lessinia, emmenthal di grotta, bacon, champignon alla birra, cipolla e spinacini

Amburgheria by Pietre – Verona

Nasce con l’idea di esser un asporto, ma se sapete adattarvi a spazi ristretti, seggiole non comodissime e un servizio spartano (a volte anche un po’ lento e confusionario) e avete l’occhio attento (evitate il menu stampato a parete, gli hamburger più sfiziosi sono elencati in fogli attaccati dalle parti del bancone), verrete stupiti da abbinamenti intriganti e materie prime eccellenti, con ampia scelta di delizie tipiche del nostro paese (pesto, nduja, pecorino sardo, pomodori secchi, cipolla rossa caramellata, …). E questa ricchezza di scelta esplode nel cuore del panino: oltre al manzo propongono cavallo, tonno ma soprattutto meravigliosi panini a base di pesce affumicato. Se avete pazienza e fantasia armatevi di intraprendenza e divertitevi a combinare i mille ingredienti a disposizione (dovrete chiedere perché non c’è nulla di esposto comodamente), verrete ricompensati da una festa di sapori nella vostra bocca.
Via Giuseppe Garibaldi, 13, Verona – www.facebook.com/amburgheria

Hamburger New York Verona_2

Amburgheria: Red Tuna – Tartare di tonno affumicato, cipolla di tropea caramellata, olive nere della lessinia, pomodoro ciliegiotto, insalata, maionese con capperi

Oblò – Verona

Ad un sospiro dall’Arena in una residenza classica riadattata, con vista su una delle porte romane della città, si può gustare un altro esempio eccellente di hamburger scaligero. Il menu viene rinnovato periodicamente con abbinamenti fantasiosi che sfruttano in modo sorprendente gli ingredienti del territorio veronese e italiano in generale. Il tutto in porzioni decisamente abbondanti anche nei contorni, serviti in secchielli traboccanti (condivisione consigliata).
A corredo un ampissima selezione di birre artigianali e non.
Corso Cavour Camillo, 5A, Verona – www.oblostreetfood.com

Guido Sartor

Share: