nichilismo * sovrappopolazione * hong kong * kowloon

Guardando tanti noir urbani girati ad Hong Kong è possibile farsi un’idea dell’architettura della città diventata da qualche Regione Amministrativa Speciale Cinese. Tra questi, probabilmente, One Nite in Mongkok è quello che maggiormente si concentra sulla giungla urbana del Porto Fragrante.

Immaginate cose possa succedere in un film (con protagonisti Daniel Wu e Cecilia Cheung) in cui un killer cerca di proteggere una prostituta in uno dei distretti più densamente popolati al mondo (130.000 persone per chilometro quadro). Mongkok, nella penisola di Kowloon, è un quartiere che non dorme mai: luci al neon, ambulanti, ristoranti e negozi aperti tutta la notte e soprattutto migliaia di persone in strada, sono gli ingredienti di un noir che deve il suo fascino soprattutto ad Hong Kong, la bellissima città in cui è ambientato.

Titolo: One nite in Mongkok (Wang jiao hei ye))
Regia: Derek Yee
Anno: 2004
Paese: Hong Kong


Share: