tutte le spese nel dettaglio per un viaggio in sri lanka

Molti viaggiatori sostengono che lo Sri Lanka sia uno dei paesi più costosi tra subcontinente indiano e il sud-est asiatico in generale. La realtà è un po’ diversa: il paese è sostanzialmente diviso in due, una parte è dedicata ai turisti e l’altra ai locali. Indovinate quale costa di più? Per capire quanto costa viaggiare in Sri Lanka bisogna prima sapere come smarcarsi dalle zone turistiche e scoprire la vita locale. Abbiamo viaggiato in Sri Lanka per un mese con un budget di circa 900 euro in due (esclusi volo e visti): abbiamo dormito in ostelli e alberghi economici, ma con standard buoni, mangiato al ristorante quasi tutti i giorni e ci siamo mossi sempre con autobus privati. Almeno 100 euro del nostro budget sono stati spesi per le attrazioni e l’entrata a parchi naturali (si veda il capitolo specifico).
I costi del volo per raggiungere lo Sri Lanka sono esclusi da questo budget. Considerate comunque dai 500 agli 800 euro, a seconda della stagione (si alzano in estate e a Natale).

Non partite senza l’assicurazione di viaggio:
fatevi fare un preventivo gratuito

Il valore della moneta locale, rupia dello Sri Lanka o LKR è 0,0055 euro, ovvero 1 euro equivale a circa 180 LKR.

Se vi state chiedendo come organizzare un viaggio in Sri Lanka fai da te, abbiamo scritto un articolo molto dettagliato a riguardo.

Alcuni libri consigliati prima di partire per lo Sri Lanka
Lonely Planet Sri Lanka
Rough Guides Sri Lanka
Guida Sri Lanka fai da te
Tiziano Terzani “In Asia”, dove il noto scrittore affronta in diversi articoli e lettere alcune delle tematiche politiche e sociali più spinose della storia dello Sri Lanka.

Quanto costa dormire (alberghi e ostelli) in Sri Lanka

L’esplosione turistica che ha avuto lo Sri Lanka negli ultimi anni ha portato pro e contro. Uno degli indiscutibili pro è quello di far abbassare i prezzi degli alloggi: gli abitanti dell’isola, esaltati dall’arrivo del turista che può spendere, hanno costruito alberghi e guest-house fino allo sfinimento, facendo in modo che l’offerta superasse di gran lunga la domanda. Si trovano costretti ora a far la battaglia dei prezzi. Per questo il nostro consiglio è di alloggiare, quando è possibile, in città turistiche (strano consiglio da parte nostra, vero?), fare tappa in questi centri, e poi spostarvi durante il giorno con i mezzi per raggiungere gli angoli più remoti (e meno battuti) del paese. Le piccole cittadine fuori dai principali percorsi turistici non offrono grandi opportunità per la notte, con conseguenti prezzi più alti.
Per alloggiare in una camera d’albergo di livello medio spenderete dai 10 ai 20 euro per notte, troverete stanze più o meno curate ma in generale gli standard di pulizia sono molto più validi negli alloggi privati o nelle piccole guest house. In ogni caso in bassa stagione il prezzo per una camera doppia economica non dovrebbe essere maggiore di 12 euro. Alzando il budget anche di pochi euro troverete stanze decisamente piacevoli e dotate magari di aria condizionata, molto utile anche per l’ottimo effetto deumidificante (che apprezzerete con il clima locale). L’avvertenza è visionare con cura le foto se prenotate on line e scegliete per lo stesso budget le stanze che vi sembrano più nuove (molte guest house sono di recentissima costruzione dato il recente boom edilizio): sicuramente avrete una location più curata e meno problemi di umidità per lo stesso prezzo.


Considerate comunque che gli standard igienici e di pulizia in Sri Lanka sono accettabili, soprattutto se comparati con India e paesi del sud-est asiatico: quindi a nostro parere l’alloggio è qualcosa su cui risparmiare. Difficilmente troverete stanze in condizioni che non vi soddisfano se le selezionate con un po’ di attenzione.

Quanto costano i trasporti in Sri Lanka

I trasporti sono davvero economici, specialmente se scegliete i bus pubblici: percorrerete tratte da 2/3 h per soli 200/250 LKR (intorno ai 2 euro). Se volete risparmiare un po’ di tempo affidatevi ai bus privati express che seguono tratte più dirette, si prendono sempre dalle stesse bus station e costano qualche rupia in più. I van con aria condizionata da circa 30 posti che costano circa il doppio ma vi faranno risparmiare tempo, spesso si ritrovano esternamente alle stazioni principali dei bus. Dividere taxi privati è invece molto più costoso ma è il modo più veloce per percorrere lunghe distanze: preparatevi a spendere 10000 LKR (per l’intero mezzo) per tratte di 3/4 h. I treni sono economici ma in generale più lenti dei bus e spesso necessitano di prenotazione (che in proporzione al prezzo del biglietto è davvero costosa: 200/400 LKR).
Per i trasporti urbani una corsa in bus nelle grandi città vi costerà tra i 30 e i 40 LKR ma per destreggiarvi meglio nel traffico potreste optare per una corsa in tuk tuk: 3 chilometri vi costeranno circa 150 rupie dello Sri Lanka (preparatevi a mercanteggiare con questi spericolati guidatori).

Quanto costa mangiare in Sri Lanka

Come si diceva, esistono due Sri Lanka: quello rivolto ai turisti è caro, tutto il resto del paese è a buonissimo mercato. Di questa disparità di prezzi vi accorgerete anche e soprattutto al ristorante. In gran parte delle città più battute dai turisti esistono un paio di vie (e parliamo proprio di due/tre strade al massimo) dove sono sorte guest-house e locali per turisti. Qui troverete la birra, il caffè espresso, ma anche prezzi davvero gonfiati. Per un pasto al ristorante si parla di cifre decisamente contenute che però variano molto in base alla location. Nei ristoranti locali che servono rice and curry (il piatto più tipico) mangerete abbondantemente con circa 400 – 600 rupie dello Sri Lanka (meno di 3 euro) in 2, ma ricordate che spesso chiudono attorno alle 19 e non servono alcolici.

Nei posti più turistici i prezzi come minimo triplicano e se cercate cucina internazionale crescono ulteriormente (una pizza semplice si aggira attorno ai 1000 LKR). Ma chi ve lo fa fare di mangiare nella solita via dedicata ai turisti se dietro l’angolo vi imbatterete in ristoranti con prezzi bassissimi e qualità più elevata? Per strada troverete anche numerosi rivenditori di snack economici e frutta: uno snack da passeggio costa circa 40-50 rupie (30-40 centesimi di euro), così come una buona tazza di té. La frutta locale è economicissima: papaya e avocado a 8o centesimi al chilo! Una bottiglia d’acqua da 1,5 lt costa circa 80 LKR mentre il bottiglione da 5 lt è molto conveniente, circa 160 LKR. Non bevete mai acqua del rubinetto!


Durante un viaggio in Sri Lanka non dovreste farvi mancare assolutamente un pasto fatto in casa: molte piccole guest-house o camere in affitto tramite Airbnb (iscrivetevi da questo link per avere 35 euro di prenotazioni in omaggio!) offrono la possibilità di gustare una cena home-made, con qualità spesso molto elevata e porzioni abbondanti. Il costo? Tra le 1000 e le 1500 rupie (5-9 euro) in due.

Quanto costano divertimenti ingressi alle attrazioni in Sri Lanka

Come in altri paesi asiatici (chi ha detto India?) ciò che costa di più in proporzione sono i vizi: spenderete quanto un pasto abbondante per una birra da 66cc (300 – 500 LKR) e decisamente di più per un cocktail di scarso livello nei locali turistici (600 – 800 LKR). Anche le sigarette non sono economiche: un pacchetto di marca locale può costare fino a 5 euro (per le alte tasse su questi prodotti) ma avrete l’opzione di comprare solo una o due sigarette se volete togliervi una voglia.


Ciò che più inciderà sul budget del vostro viaggio sono i ticket di ingresso presso attrazioni turistiche, culturali, parchi naturali. I prezzi decisamente continentali di queste attrazioni vi lasceranno esterrefatti: ad esempio l’ingresso al Parco di Sigirya è di circa 25 euro (così come il costo per entrare in gran parte dei parchi naturali per fare safari); l‘ingresso nei principali templi del paese può arrivare a costare 10 euro; l’ingresso alla città antica di Anuradhapura costa non meno di 20 euro. Cifre folli per i backpackers: diciamo che è l’altra faccia della medaglia del turismo di massa che è arrivato sull’isola: ma non disperate, vedrete orde di turisti solo nelle attrazioni principali, poi sarete lasciati soli a godervi il paese.

Gli alti costi hanno però anche un qualcosina di positivo: noterete una grande cura degli ambienti e una pulizia e manutenzione decisamente non ordinaria per gli standard locali. Molti templi induisti e buddhisti non richiedono ticket d’ingresso ma una donazione è ben accetta (se non attesa).

Quanto costa una SIM card dati per internet in Sri Lanka

Durante un viaggio una SIM card dati per internet è ormai fondamentale, per prenotare alberghi, per trovare una location su Google Maps o anche solo per fare un saluto ad amici e parenti a casa usando Whatsapp. In Sri Lanka non avrete problemi a procurarvene una: sin dall’aeroporto (non fate la SIM in aeroporto, costa di più!) vedrete negozi che propongono abbonamenti dati. Per fare un SIM card dati in Sri Lanka è sufficiente presentare il passaporto in uno dei tanti chioschi che recano la pubblicità di Dialog, la compagnia più popolare sull’isola. I piani dati si acquistano a gb totali di utilizzo: 1 gb (più un ulteriore gb notturno) costa poco più di un euro, 4 gb (più 5 gb notturni) costano 3,5 euro, 10 gb (e 12 gb notturni) 8 euro, e così via.

Prezzi aggiornati a Settembre 2017.

Share: