una preparazione molto più complessa e raffinata di quanto possiate pensare

Qualcuno lo chiama il piatto nazionale “non ufficiale” della Malesia, anche se forse sarebbe il caso di ufficializzare la cosa perché il Nasi Lemak è delizioso e amatissimo in tutto il paese. A base di riso e contorni vari è popolarissimo perché molto economico, ma la sua particolarità è soprattutto la creatività con cui ogni chef lo prepara in modo  diverso e originale. Se volete approcciare la cucina della Malesia iniziate da questa ricetta per il Nasi Lemak.

Questa delizia oltre a essere molto diffusa in Malesia è anche molto consumata a Singapore, in Brunei e in alcune zone dell’Indonesia. Noi infatti l’abbiamo assaggiato per la prima volta a Sumatra, la grande isola indonesiana. Il bello di questo piatto è che, se lo si apprezza, è possibile ordinarlo un po’ dovunque e soprattutto a qualsiasi ora, perché nonostante sia molto comunemente consumarlo per colazione viene anche servito durante tutto il resto della giornata. Non per niente è un piatto semplice, nonostante aspetto e ingredienti di base potrebbero indurvi a pensare il contrario.È invece, soprattutto in alcune sue varianti, molto completo e sano.

I migliori libri per imparare a cucinare piatti orientali:
Le basi della cucina asiatica
270 ingredienti della cucina asiatica

Nasi Lemak, una questione di riso e di fantasia

Non è facile descriverlo perché, un po’ secondo la zona un po’ secondo l’ispirazione, il Nasi Lemak viene preparato spessissimo in modi diversiLa base del piatto è sempre e comunque una porzione abbondantissima di riso fragrante cotto nel latte di cocco (o anche nell’acqua fresca di cocco) con foglie aromatiche di pandan (che a volte rendono il riso leggermente verdognolo). A questo riso speciale dal sapore corposo vengono aggiunti lateralmente tanti piccoli contorni. Più contorni ci sono più il piatto sarà particolare. La versione base è solitamente composta da sambal, arachidi, piccole acciughe fritte, uovo sodo e fette di cetriolo. Una variante popolare vede la sostituzione dell’uovo fritto a quello sodo oppure del pollo fritto o al curry al posto o insieme al pesce.



Il riso viene mangiato con le mani o con le posate, accompagnato da questi contorni dalla consistenza e dai sapori molto diversi tra loro creando un effetto particolarmente invitante e divertente, avendo tante cose nel piatto dalle quali spizzicare.

Come abbiamo accennato le regionalità con cui lo si cucina sono tantissime: ne esistono anche versioni malesiane-indiane dove oltre al sambal e all’uovo sono presenti vari tipi di curry, versioni malesiane-cinesi dove viene aggiunta anche carne di maiale (che troverete in tutta Malacca) oppure quella di Singapore dove il sambal ha un sapore molto più agrodolce di quello piccantissimo malesiano.

Ricetta Nasi Lemak Cucina Malese

Sambal, una salsa piccante davvero popolare

Ma che cos’è questo sambal, immancabile in ogni Nasi Lemak che si rispetti e in tantissimi piatti della cucina malese? Per chi non lo conoscesse, eccovi un breve corso accelerato su quella che sembra la salsa piccante preferita in larga parte dell’Asia. Ovviamente ogni paese (ma anche ogni regione) lo fa a modo suo, ma in pratica la base di questa salsa consiste in una purea più o meno liquida di peperoncini macerati con aceto (o lime) e salata. C’è chi ci aggiunge pomodoro, chi aglio, chi pasta di gamberetti o zenzero. La versione più particolare (e quella che amiamo di più) è quella dello Sri Lanka che contiene anche cocco fresco grattugiato. Il suo colore è sempre rosso acceso e preparatevi ad avere la bocca in fiamme dopo ogni assaggio perché è parecchio tosto.


Ricetta per il Nasi Lemak

La versione che vi proponiamo è molto semplice da eseguire a casa, potete comunque usare un po’ di fantasia e creare qualche curry di contorno se volete renderlo più particolare.

Ingredienti:

  • 1/2 tazza di riso a chicco sottile (thai, cinese o basmati) a persona
  • 3 cucchiai di latte di cocco a persona
  • 1/2 foglie di pandan (se non le trovate potete aromatizzare il riso con un gambo di citronella e qualche cm di radice di zenzero per renderlo più aromatico.
  • 1 uovo a persona
  • 5 piccole acciughe a testa, lavate e asciugate
  • farina bianca per ricoprire le acciughe
  • 1 manciata di arachidi non salate a testa
  • sambal (salsa pronta oppure una salsa piccante a piacere)
  • 3 fette grosse di cetriolo sbucciato a testa
  • 1 coscia di pollo a testa
  • masala curry (o altre spezie per insaporire il pollo)
  • olio di semi o di arachidi
  • sale fino

Preparazione:

  • Marinate almeno 1 ora la coscia di pollo con olio, sale e polvere di curry o altre spezie che vi piacciono
  • Lavate il riso e mettetelo nel cuoci-riso (o in un pentolino). Copritelo con circa 1,5 cm di acqua e la vostra dose di latte di cocco (o fino a una tacca del cuoci-riso), aggiungete le foglie intere di pandan o le erbe e iniziate la cottura. Il riso è pronto quando l’acqua è stata assorbita. Le foglie e le erbe vanno rimosse prima di servire.
  • Cuocete in padella le cosce di pollo speziate con un goccio d’olio
  • Saltate in padella le arachidi in poco olio vegetale e salatele.
  • Infarinate leggermente le acciughe, salatele e friggetele velocemente fino a rendetele croccanti.
  • Friggete un uovo all’occhio di bue a persona 
  • Mettete con una coppetta (per dare forma e fare porzioni uguali) il riso al centro dei piatti e disponete attorno le fette di cetriolo, il sambal (un cucchiaio abbondante a testa) le fette di cetriolo, le arachidi, le acciughe, il pollo e sopra al riso adagiate l’uovo fritto

 



Share: