cucina balcanica * pita * polpetta di carne

La pljeskavica è un piatto estremamente popolare nella cucina croata come in tutta la penisola balcanica occidentale. Questa versione locale dell’hamburger, cugina dei più famosi cevapcici, non solo è estremamente saporita e gustosa ma anche, con nostro estremo piacere, assolutamente economica e facile da reperire! La pljeskavica è una polpetta di carne macinata dalla forma schiacciata (contrariamente ai cevapcici che sono invece piccoli salsicciotti grigliati fatti con la stessa base di macinato), solitamente composta da un misto di due o più carni (tra agnello, maiale, manzo e vitello), la carne viene marinata con aglio, cipolla, paprika dolce, peperoncino. Può essere servita da sola o con dei contorni, spesso servita all’interno di una pita calda.

Esistono due versioni molto comuni di pljeskavica

  • šarska pljeskavica: una variante con carne di manzo ripiena di kashcaval (un tipo di formaggio abbastanza simile al caciocavallo)
  • čka pljeskavica: ovvero la pljeskavica con carne di manzo mista a carne di maiale affumicato.

Immancabile il contorno di cipolla cruda e salsa ajvar (una salsa molto diffusa nei Balcani composta principalmente da peperoni, peperoncini, melanzane e aglio), fatta in casa o confezionata.

Ricetta per la pljeskavica fatta in casa

Se volete provare a replicare una semplice versione (per circa 4 persone) di questo originale hamburger balcanico durante le vostre grigliate estive, procuratevi i seguenti ingredienti:
300 g di maiale macinato
300 g di manzo macinato
1/2 cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
1/2 cucchiaino di paprika dolce
peperoncino
prezzemolo
sale
pepe
salsa ajvar
4 panini pita


Tritare la cipolla, l’aglio e il prezzemolo. Unire i due tipi di carne macinata, le verdure tritate, le spezie e gli aromi e quindi mescolare ancora. Lasciare riposare in frigo per diverse ore il composto, per permettere alla carne di assorbire i sapori della marinatura. Dividere in 4 grandi polpette per poi schiacciarle con le mani, dando alla carne la forma di una frittata grande quanto un palmo aperto. Aggiustate la forma, rendendola il più circolare possibile. Cuocere gli hamburger su una griglia oleata, fino a che non saranno abbrustoliti su ciascun lato. Servire la carne caldissima, adagiata su una pita calda accompagnata da salsa ajvar e qualche fetta sottile di cipolla cruda. Se andate matti per la cucina balcanica dovreste provare anche la ricetta per il burek, una torta salata ripiena di formaggio, carne o tanto altro.

Share: