il festival del fango a poche ore da Seoul

Ogni estate in Corea del Sud la piccola cittadina di mare Daecheon si anima attirando migliaia di turisti nazionali e internazionali grazie al suo festival del fango: il Boryeong Mud Festival. Nato a fine anni 90 per promuovere i cosmetici prodotti coi fanghi della zona, negli anni è esploso in popolarità tanto da esser diventato una delle esperienze a cui non rinunciare se si fa un viaggio nel paese a metà Luglio. Se ogni tanto vi prende la nostalgia della spensieratezza con cui giocavamo all’aperto da ragazzini, compiaciutamente incuranti del senso di colpa per insudiciarci dalla testa ai piedi, allora in Corea del Sud c’è un festival che fa per voi!




Alla vigilia nutrivo un po’ di scetticismo, temendo fosse poco “coreano” e più un baccanale che avesse finito per attirare l’attenzione di migliaia di ragazzotti stranieri a caccia di sballi estivi. Ma arrivato sul posto mi son presto dovuto felicemente ricredere. La presenza di stranieri è sì molto più elevata del resto del paese, ma comunque risibile rispetto a quello a cui siamo abituati a vedere nelle nostre località turistiche. Il 90% dei partecipanti è coreano: coppiette o gruppi di amici in gita; inoltre anche gli stranieri presenti non si lasciano mai andare ad atteggiamenti eccessivi (aiutati forse anche dal fatto che dentro la zona delle attrazioni non può circolare alcool).
L’atmosfera così rimane di puro svago spensierato. Il sentimento collettivo è quello della ricerca di un sano divertimento, liberatorio ma senza esagerare (rispecchiando quella che è l’indole serena, gioviale ma mai eccessiva dei coreani). Così ci si può lasciar andare senza timori, finendo per divertirsi come si faceva da ragazzini e facendo facilmente nuovi piacevoli amicizie coi ragazzi in coda o i nuovi compagni di squadra che vi ritroverete nei giochi di gruppo.

Non partite senza la Guida Lonely Planet per Seoul

Non solo Seoul ma tutta la Corea del Sud in una sola guida

Il festival di giorno è di fatto un piccolo parco divertimenti con una decina di attrazioni a base di giochi d’acqua e tanto, tanto fango. Risse reali, calcio saponato, scivoli, percorsi a ostacoli, scontri su pedane galleggianti, … le attrazioni sono variegate e tremendamente divertenti. Data la popolarità del Boryeong Mud Festival la coda per ogni gioco è abbastanza lunga: se potete quindi valutate di andare nei giorni feriali per trovare meno ressa (io son andato di sabato e l’attesa media era di almeno mezz’ora). L’ingresso all’area giochi è comunque a pagamento con un numero limitato di biglietti, per cui anche se affollato il festival rimane sempre vivibile.

Potrebbe interessarti anche:
Cosa fare e vedere a Seoul, Corea del Sud, in tre giorni

Di fianco all’area giochi ci sono due palazzine che oltre a docce e bagni offrono anche degli armadietti a combinazione in cui poter lasciare borse, il cambio e gli effetti personali più delicati (costo 2000 Won per tutto il giorno, da liberare entro sera).
Personalmente consiglio di lasciar lì tutto il possibile, per godersi più liberamente i giochi: magarì tenetevi giusto il cellulare da portarvi dietro in una pratica sacchetta impermeabile.
All’ingresso dell’area giochi si devono lasciare scarpe e ciabatte e prima dei giochi più devastanti si può comunque affidare al personale quello che vi è rimasto.



Una volta dentro siete liberi di lordarvi completamente di fango (che funziona anche come buona protezione dal solleone martellante), una sensazione liberatoria che moltiplica esponenzialmente il divertimento. E quando ne avete abbastanza basta offrirvi alle cure del personale che, armato di potenti idranti, sarà ben felice di ripulirvi al volo con un bel getto d’acqua gelida. Se l’dea non vi esalta potete ricorrere anche a una piscinetta, passare ai giochi più acquatici oppure aspettare di uscire per passare alle docce (con lunghe code) o farvi un bel tuffo in mare.

La sera poi la spiaggia si anima con concerti e feste a cui non ho però assistito dato che avevo scelto di venire in giornata da Seoul (fattibile calcolando bene i tempi: son circa 3 ore di viaggio a tratta).

Boryeong Mud Festival Rotolarsi Fango Corea Sud

Siti ufficiali del Boryeong Mud Festival

boryeongmudfestival.com
www.mudfestival.or.kr (solo da questo sito si accede alla versione in inglese del sito per la vendita dei biglietti)

Date e orari del Boryeong Mud Festival

Il festival dura 10 giorni, nella seconda metà di Luglio. Le attrazioni aprono dalle 9:30 alle 18:00 con un’ora di pausa per ripulire l’area dalle 12:30 alle 13:30.

Biglietti per il Boryeong Mud Festival

Giornalieri dal Lunedì al Giovedì 12.000 Won (9 euro circa), 10.000 per gli under 19. Giornalieri da Venerdì a Domenica 14,000 Won (12.000 per gli under 19).

Prevista un’area famiglie con biglietto dedicato accessibile anche per chi ha il biglietto ordinario (non è possibile invece il viceversa).

Se comprate i biglietti online (consigliabile visto la popolarità del festival) durante la procedura di acquisto vi verrà chiesto un numero di telefono coreano, mettete pure un numero a caso. L’importante è che vi salviate e stampate la mail con la ricevuta di pagamento del biglietto. Servirà per farsi poi dare alle casse il braccialetto necessario per entrare.

Ad appositi chioschi poi potete caricare sul braccialetto dei soldi in modo da poter poi pagare nei vari negozi della zona senza portarvi dietro i contanti. A fine giornata potrete farvi ridare quello che non avete speso.

Come arrivare al Boryeong Mud Festival da Seoul

Il festival è raggiungibile da Seoul in treno o bus. Calcolando bene i tempi si riesce anche a visitare in giornata. Il treno e la stragrande maggioranza degli autobus arriva fino a Daecheon. Da lì bisogna prendere un autobus urbano (20/30 minuti) o un taxi (10 minuti) per Daecheon Beach.
Via treno dalla Seoul Station si impiegano da 2 a 3 ore (a seconda dei treni presi) con un cambio. La frequenza dei treni oscilla tra l’1 e le 2 ore.

Attenzione: se i treni delle due tratte sono diversi (ES KTX e Mugunghwa) il cambio comporta anche un passaggio tra la stazione di Asan e Cheonan Asan, comunque direttamente comunicanti, ma stimate almeno un 10 minuti per andare da una all’altra. Il prezzo del biglietto è di 12.000 Won se si viaggia coi più lenti Mugunghwa, 20.000 se si fa la prima tratta in KTX.

Partendo invece dalla Yoingsan station i treni sono diretti. La durata del viaggio è di circa 2 ore e mezza e la frequenza è ogni ora. Il prezzo del biglietto è di 12.000 Won se si viaggia in Mugunghwa, 17.500 coi Saemaul. 
In entrambi i casi gli ultimi treni di ritorno partono alle 21.20 circa.

Sito per la ricerca dei treni: Letskorail.com

Gli autobus hanno molto meno posti dei treni e sono difficilmente prenotabili online (serve un numero di cellulare coreano). Per cui il rischio di andare a prendere il biglietto e trovar tutto esaurito (come è successo al sottoscritto) è molto alto.
Partendo dal Central City Bus Terminal la durata del viaggio è di 2 o 3 ore a seconda del tipo di bus con prezzo che varia di conseguenza da 16.000 a 11.000 Won. Nell’arco delle mattinata ci sono 4 corse.

Partendo dall’East Seoul (Dong Seoul) Bus Terminal la durata del viaggio è di 3 ore o 3 ore e mezza con prezzo di 11.000 Won. Anche da qui nell’arco della mattinata ci sono 4 corse, ma più diradate.

Sito per la ricerca dei bus: Kobus.co.kr (in alto a destra la selezione della lingua).

Guido Sartor


Share: