cosa non dimenticare? cosa si può lasciare a casa?

Viaggiare per il mondo è una passione che accomuna molte donne, ma non si tratta sempre di una missione all’acqua di rose. Quando si decide di visitare una meta particolarmente torrida, infatti, le difficoltà possono essere parecchie. Basti pensare alla forte escursione termica fra ore diurne e ore notturne, e al caldo molto secco presente di giorno. Queste mete richiedono sempre un’attenta preparazione.Non stiamo parlando solo di lavorare su una formazione psicologica ma anche di un’organizzazione decisamente più concreta: nei fatti, non è possibile affrontare un viaggio in una meta dal clima molto particolare, senza aver prima preparato una valigia pronta per ogni esigenza. Ecco perché oggi vedremo come preparare il bagaglio in previsione di un viaggio in una meta torrida.

Potrebbe interessarti anche:
Preparare lo zaino per un viaggio a tempo indeterminato

Mete torride: cosa non dimenticare di mettere in valigia

In una valigia pronta per garantire il giusto comfort in una meta torrida, dovrebbero sempre trovarsi alcuni elementi must have.


  • Protezione solare: al primo posto troviamo naturalmente la protezione solare: indispensabile, per far fronte al sole tipico dei deserti, dunque molto violento e alto.
  • Cappello: un secondo elemento da non scordare mai a casa è il cappello: anch’esso indispensabile per opporsi in modo congruo al potere dei raggi solari, e per evitare il surriscaldamento della testa.
  • Occhiali da sole: anche gli occhiali da sole servono come il pane, per evitare problemi di ustioni alle retine.
  • Abbigliamento: per quanto concerne l’abbigliamento assicuratevi di mettere nel bagaglio abiti freschi come t-shirt, berretti e soprattutto uno o più paia di shorts da donna, disponibili in qualunque colore o fantasia in e-commerce come yoox.com.
    Quali sono le altre cose da portare in un viaggio di questo tipo? Un maglioncino per ripararvi dal freddo serale, molto pungente nelle mete torride anche d’estate. C’è un elemento che va sempre curato, prima di partire: ovvero il kit di primo soccorso, perché non è detto che potrete trovare le medicine che vi servono sul posto.

Altri consigli per preparare la valigia

Viste le alte temperature e la possibilità di fare escursioni o traversate molto ampie, conviene sempre partire con una valigia leggera e dalle dimensioni ridotte. In sintesi, bisogna portare con sé solo il necessario e lasciare a casa ciò di cui si può fare a meno. Per organizzare in modo intelligente la valigia, è meglio creare degli scomparti con i cubi da imballaggio. Inoltre, è il caso di sfruttare il poco spazio arrotolando i capi di abbigliamento e la biancheria intima. Per le mete soggette ad alta escursione termica, poi, portare in valigia un pareo potrebbe rivelarsi una mossa molto azzeccata: fra le altre cose, un pareo occupa pochissimo spazio nel bagaglio. Altri consigli utili? I sacchetti sotto-vuoto vi faranno risparmiare ulteriore spazio, mentre gli adattatori universali vi eviteranno spiacevoli imprevisti con le prese elettriche straniere.

Visitare una meta torrida equivale a imbarcarsi in una spettacolare avventura. Per affrontarla con piglio e con sicurezza, però, occorre dedicare molte energie alla preparazione della propria valigia. Con questi consigli, andrete sul sicuro.

Share: