patrimonio unesco * cucina tradizionale * vecchio borgo

Argirocastro o Gjirokastër è probabilmente l’unica città in Albania che abbia una vera e proprio organizzazione per accogliere il turismo di massa: avete presente quando in una e una sola via aprono decine di negozietti che vendono oggetti di artigianato locale e souvenir? Ecco, tutto questo non l’abbiamo trovato in nessun altro posto durante i due mesi passati nel Paese delle Aquile, tranne che in questo delizioso borgo storico incastonato tra le montagne nel sud dell’Albania. Ma attenzione, questo non significa che non dovreste inserirla nell’itinerario del vostro viaggio in Albania, né che sia eccessivamente affollata di visitatori. I motivi per visitare la città in cui è nato il dittatore comunista Enver Hoxha risiede principalmente nel suo borgo antico e nella possibilità gustare ottimi pranzi di cibo tradizionale albanese.

NON PARTITE SENZA AVER ACQUISTATO LA GUIDA LONELY PLANET DELL’ALBANIA

Perché a Gjirokastër il turismo si è sviluppato più che altrove?

I motivi sono sostanzialmente due: il primo è dovuto alla vicinanza con la Grecia e il secondo all’effettiva spettacolarità e unicità della sua città vecchia. In linea d’aria infatti la cittadina nel sud dell’Albania è circa 40 km dal confine con la Grecia, ma gran parte dei turisti arrivano a Argirocastro tramite Corfù, sbarcando poi a Saranda e via terra attraversando l’entroterra albanese. Questo significa influenze greche non solo dal punto di vista architettonico e culturale, ma anche da quello culinario: mangiare in un ristorante di Girokaster significa anche assaggiare una cucina diversa, in cui le tradizioni dell’Albania si ibridano con quelle della Grecia, creando mix gustosi e affascinanti. Ovviamente però Argirocastro è diventata un punto di riferimento per il turismo del sud del paese soprattutto perché il suo borgo antico è un gioiello di rara bellezza, in cui la presenza di visitatori da tutto il mondo riesce ad integrarsi perfettamente, senza creare il classico effetto straniante di un luogo ad esclusivo uso e consumo turistico.

Leggi anche Tutto quello che vi han detto sull’Albania è falso

Cosa fare a Argirocastro (Girokaster)

La prima cosa da sapere è che Gjirokastër è un paese diviso in due: la parte bassa della città è quella più nuova e residenziale, completamente esterna da ogni giro turistico. Sopra questa si erge il borgo, che giace all’inizio della salita di una delle montagne che la circonda. Non avrete bisogno di cartine o GPS per orientarvi in città: la divisione tra città nuova e vecchia è talmente netta ed evidente che vi basterà volgere lo sguardo in alto per arrivare nella zona storica. Mai come a Gjirokastër vale il consiglio di non soffermarsi nella ricerca del singolo monumento o dell’attrazione specifica da vedere, ma semplicemente di abbandonarsi alla visita della città vecchia. Il borgo è tanto raccolto che in poco più di mezza giornata riuscirete a vedere tutto senza il bisogno di andare alla ricerca dei punti di interesse. La città vecchia è particolarmente ben conservata e ogni angolo nasconde uno scorcio spettacolare: dai tetti di pietra delle case più vecchie (che regalano a Argirocastro il nome di “Città d’argento” in quanto dopo gli acquazzoni estivi brillano mentre si asciugano al sole) ai rampicanti che invadono i ruderi delle case ormai dismesse. Il paesino vecchio di Gjirokastër è annidato in montagna, quindi vi servirà fiato e buona volontà per scorrazzare da una via all’altra, in continuo ondivagare tra discesa e salita.

PRENOTA UN TOUR TUTTO COMPRESO DA TIRANA A ARGIROCASTRO

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

Case vecchie e affascinanti di Gjirokaster

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

Uno scorcio di

Skenduli House

In piena città vecchia c’è una casa datata 1700 e restaurata come se gli anni non fossero passati. Arredamento in stile ottomano, con influenze albanesi, per una visita che anche se non ha niente di autentico (è chiaramente un luogo creato ad arte per turisti), vale il prezzo (200 lek) del biglietto. Soprattutto perché i proprietari vi racconteranno la storia dell’abitazione e come venivano utilizzate stanze e utensili vari. Parlano un ottimo italiano, ragione in più per non farsi scappare la visita. La Skenduli House è solo la più famosa tra le case storiche visitati di Argirocastro: se avete tempo e voglia cercate anche le case Zekate, Angonate, Babameto e Kabilate.

Moschea di Argirocastro

Il minareto di quella che è soprannominata Moschea del bazaar, si vede un po’ da tutta la città vecchia di Argirocastro. È sopravvissuta alla furia iconoclasta grazie al riconoscimento di edificio di importanza culturale e qualche secolo prima è stata una delle uniche costruzioni risparmiate dalle fiamme di un incendio che ha devastato il bazaar ottomano. L’interno  è assolutamente semplice e spoglio, ma la sua imponenza esterna, che si erge tra le case basse del vecchio quartiere della città, ne fa un piccolo gioiello da vedere tra le peregrinazioni senza meta che offre Gjirokastër.

Tunnel della Guerra Fredda

Se prima di andare ad Argirocastro avete fatto tappa a Tirana probabilmente già conoscete la passione del dittatore comunista Enver Hoxha per i bunker. In realtà più che di passione si dovrebbe parlare di ossessione e del timore che durante la Guerra Fredda scoppiasse un conflitto nucleare. Ovviamente essendo  Gjirokastër la sua città natale non poteva mancare un sistema di bunker che preservasse la sua incolumità e quella dei suoi collaboratori più fidati. Qui potrete girare diverse stanze (non immaginatevi che possa competere con la vastità di quelli che potete ammirare grazie al Bunk’art di Tirana) che, senza la guida che vi accompagna per tutto il tempo (ingresso e guida – obbligatoria – 200 lek), potrebbero apparirvi semplicemente come un luogo spoglio ed umido ma che inserito nel contesto storico acquista un significato molto più importante.

Bazaar artigianale

Guide e siti internet ne parlano come una cosa assolutamente da non perdere, mentre noi crediamo che le botteghe artigiane, molte indirizzate solamente ai turisti, siano un complemento interessante del vagabondare nella città vecchia di Gjirokastër, ma che non abbiano tanto altro da offrire se non oggetti e vestiario spesso uguale e stereotipato. Ovviamente ci son alcune eccezioni e il gioco si fa interessante nel momento in cui si hanno diverse ore da dedicare alla scoperta del negozietto più autentico e meno a misura di turista.

Museo etnografico

Se questa non è la prima tappa del vostro viaggio in Albania probabilmente sapete che il paese è pieno di Musei Etnografici, in cui si racconta attraverso oggetti e reperti la storia, vecchia o nuova, della nazione. Poteva mancare a Gjirokastër? L’elemento più interessante è che, al contrario di quanto si veda in alcuni paesini, questo ha dimensioni interessanti: quattro piani di indumenti, costumi,attrezzi, soprammobili in un contesto ricostruito come fosse una casa storica. Il museo sorge sulle ceneri della dimora del dittatore Enver Hoxha, andata a fuoco nel 1966. L’ingresso costa 200 lek.

Castello di Argirocastro

Quello di Gjirokastër è sicuramente uno dei castelli meglio conservati dell’intera Albania: infatti nonostante le sue origini risalgano al dodicesimo secolo, quello che vedrete è quasi tutto frutto di una ristrutturazione e ricostruzione che risale al diciannovesimo secolo. Al costo di 200 lek potrete gironzolare i corridoi (fate qualche foto, le simmetrie che si creano all’interno del castello sono spettacolari) e ammirare dall’alto delle sue mura una splendida vista sul paese sottostante. Armature, cannoni, mezzi di artiglieria allieteranno la vostra passeggiata, ma non sono altro che un antipasto di quello che potrete trovare nei musei interni al castello che comprendono un museo delle armi e le prigioni, utilizzate anche durante il regime comunista. Per visitarli dovrete pagare altri 200 lek aggiuntivi. Quello che invece vedrete affacciarsi in un angolo del giardino sulle mura del castello è un vecchio aereo dell’aviazione americana abbattuto in territorio albanese e ora esibito come memorabilia (in parte anche con una punta di orgoglio).

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

Il Castello di Gjirokaster

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

Il castello visto dal basso

Dove dormire a Argirocastro (Gjirokastër)

Per prima cosa dovrete prendere una decisione: volete dormire nella città vecchia o ai suoi piedi, in quella nuova? La prima opzione prevede prezzi più alti, sistemazioni generalmente eleganti e la possibilità di uscire dal vostro alloggio e trovarvi immersi nel borgo antico di Gjirokastër. Se invece scegliete la seconda possibilità i prezzi si abbasseranno, ma dovrete camminare almeno una decina di minuti per arrivare nella zona più turisticamente interessante della città. Ovviamente vi segnaliamo sistemazioni in entrambe le zone.

Camping Late 

Avete un budget di 15 euro per una camera doppia a notte? Non disperate, anche ad Argirocastro non avrete problemi a dormire: nonostante il nome il Camping Late non è un campeggio ma un appartamento che si affaccia su un giardino fresco e verdissimo. La vostra stanza avrà un bagno privato, una wifi ottima e un frigorifero. Dovrete dividere la cucina con i proprietari della struttura, che vi offriranno ogni giorno frutta e verdura. PRENOTA ORA!

Stone City Hostel

Nella città vecchia alloggiare non è proprio a buon mercato. Ma se vi accontentate di un posto in dormitorio non dovrete spendere più di 11 euro a notte. Considerando poi che l’ostello è splendidamente arredato in stile tradizionale e che la colazione è davvero super, capirete perché lo Stone City Hostel ha un punteggio di 9,8 per gli utenti di Booking. PRENOTA ORA!

Castle Hotel

Hotel di media categoria in piena città vecchia, costruito completamente in pietra e arredato in legno. Le 3 stelle sono probabilmente un po’ generose, ma il prezzo di 25 euro a notte, comprensivo di colazione sono anche troppo basse per il servizio offerto. PRENOTA ORA! Hotel Argjiro Probabilmente la migliore soluzione di alloggio per dormire nella città vecchia di Argirocastro. Elegante hotel a 4 stelle con tanto di ristorante in cui cenare ammirando una splendida vista sul borgo. 60 euro a notte per una camera matrimoniale. PRENOTA ORA! L’altra soluzione è invece affidarsi ad Airbnb, il sito grazie al quale i privati cittadini affittano le loro case e appartamenti. Ad Argirocastro troverete centinaia di offerte per tutte le case. Iscrivetevi ad Airbnb da questo link e avrete immediatamente un buono fino a 35 euro per le vostre prenotazioni.

 

 

Dove mangiare a Argirocastro (Gjirokastër)

Una delle attività più interessanti da fare a Gjirokastër è mangiare. La deliziosa cucina albanese qui acquista sfumature greche, con risultati che delizieranno il vostro palato. Tutti i ristoranti più interessanti si trovano nella parte vecchia della città: ad una primissima occhiata vi potranno sembrare eccessivamente frequentati da turisti, ma in Albania non è raro che questi ultimi si mischino con gente del posto: quando questo avviene state sicuri che prezzi e qualità saranno entrambi ottimi.

Taverna Kula

Il ristorante più frequentato dagli stranieri in città, è elegante con punte hipster; bello, per carità, ma fuori contesto per chi cerca un’esperienza autentica di cibo tradizionale albanese. I Backpackers farebbero meglio a starne alla large, mentre i turisti che sono alla ricerca di un locale in stile occidentale lo troveranno il più interessante in città. Nel menù troverete sia piatti tradizionali che cucina occidentale. I prezzi son più alti rispetto ai ristoranti più alla buona, ma non eccessivamente.

Kujtimi

Probabilmente il ristorante più famoso in città per chi è alla ricerca di cibo tradizionale. Fino a qualehe anno fa, da quello che ci raccontano i locali, non si era annacquato eccessivamente, mentre oggi, pur rimanendo un punto di riferimento nel panorama culinario in città, è un po troppo orientato ai turisti. Prezzi comunque irrisori, mangerete con 7-8 euro a testa.

Bar Ristorante Rrapi

Assolutamente la nostra scelta. Si trova davanti al più famoso Kujtimi e come quest’ultimo ha posti sia dentro che fuori. Ma non si è ancora piegato a logiche commerciali, tant’è che troverete una stragrande maggioranza di avventori locali. È il classico posto dove gli anziani di Gjirokastër vanno a giocare a carte o a bere un bicchiere in compagnia. Cucina con forti influenze greche, cena per due 13 euro.

PRENOTA UN TOUR TUTTO COMPRESO DA TIRANA A ARGIROCASTRO

 

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

Edifici della città vecchia di Gjirokaster

Cosa Vedere Argirocastro Gjirokaster Albania

La città vecchia di Gjirokaster

Come arrivare a Argirocastro (Gjirokastër)

Raggiungere Girocastro è relativamente semplice da gran parte delle città principali dell’Albania. Il problema è che nonostante sia collegata da autobus diretti e frequenti che partono da Tirana, gli oltre 200 chilometri che dividono le due città sono impegnativi da percorrere in una sola tappa, a causa tortuose strade di montagna che le separano. Lo stesso autobus che porta da Tirana a Gjirokastër (e ovviamente viceversa) fa tappa a Durazzo e a Valona, quindi con un po’ di pazienza da gran parte delle città del nord dell’Albania potrete giungere a destinazione.

Se invece avete un po’ più di tempo, il nostro consiglio è di dedicarvi al sud dell’Albania e in particolare al mare cristallino della zona di Dhermi e Drymades: dopo aver passato qualche giorno a rilassarvi sulle quelle splendide spiagge, che niente hanno da invidiare a quelle caraibiche, potrete prendere un autobus che vi porta a Saranda. Da Saranda arrivare a Girocastro è semplicissimo: ogni giorno molti degli autobus che partono alla volta di Tirana (attenzione, non tutti: alcuni percorrono infatti la tratta costiera – e dovrete evitarli, ed altri quella interna) passano dalla “città d’argento”. In poco più di un paio d’ore sarete a destinazione, spendendo circa 600 lek, 5 euro.

Dove prendere l’autobus da Saranda a Gjirokastër? Scaricate la mappa. Alle 15, fatta eccezione per un autobus serale, parte l’ultimo mezzo della giornata diretto ad Argirocastro. Ogni giorno da Gjirokastër (dalla città nuova) partono diversi autobus diretti verso l’Albania del nord, che passano fanno tappa a Durazzo e poi arrivano a Tirana. Ci vogliono circa 5/6 ore ad un costo di 9 euro. Attenzione: l’ultima corsa è tutti i giorni alle 15.

Share: