Cosa vedere e fare a Ravenna: guida alternativa alla città dei mosaici

Cosa Vedere Fare Ravenna Guida Alternativa Citta Mosaici

Ravenna è sullo stesso piano di Venezia, Roma e Firenze

Se dovessimo scegliere una città romagnola affascinante dove portare degli amici in visita per fare un po’ i turisti, sceglieremmo Ravenna. Questa città dalla storia importante (è stata 3 volte capitale: dell’Impero Romano d’Occidente, del Regno Goto e infine dell’Impero bizantino in Europa) che ha il mare a due passi e le campagne tutto attorno è affascinante e stimolante, ecco qualche consiglio personale su cosa vedere a Ravenna durante le vostre vacanze in Romagna.

La provincia di Ravenna è un territorio molto vario che tocca un bel tratto di costa adriatica fino alle colline dell’Appennino. Ma parlando della città in sé, non sono né il mare né i colli a balzare in mente, bensì i mausolei, i mosaici e un centro storico pieno di cultura e arte in ogni angolo. Sarà sicuramente per il suo passato storico decisamente nobile e importante ma Ravenna si è sempre distinta, almeno nell’immaginario locale, per essere una piccola fetta di Romagna elegante, ma in modo assolutamente classico e mai pacchiano. Il suo appeal turistico è indiscutibile, ma insieme ad uno dei centri storici più belli della regione e a ben otto gli edifici che sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sa distinguersi anche per un’ottima scelta di boutique e negozi di moda, distretti innovativi dedicati alla nightlife, mercati dall’architettura interessante e, dulcis in fundo, alcune particolarissime librerie che non manchiamo mai di saccheggiare quando passiamo da queste parti.

Di cosa parliamo in questo articolo:

Dove dormire a Ravenna, Romagna

In centro come nelle zone di campagna nei dintorni di Ravenna ci sono dei graziosissimi bed&breakfast, tantissimi li troverete sul sito Airbnb: iscrivendovi da questo link avrete immediatamente un buono fino a 35 euro per le vostre prenotazioni.
Mentre altre soluzioni interessanti sono disponibili on line sulla piattaforma Booking: ecco qualche ottima soluzione che abbiamo selezionato per voi:

Villa Noctis

Una struttura elegante che si trova in pieno centro, comoda, accogliente e curata in ogni dettaglio con tanto di parcheggio e colazione tradizionale da record. PRENOTA ORA!

B&B Sole

Se cercate un B&B con un ottimo rapporto qualità-prezzo sempre piuttosto centrale vi consigliamo l’organizzatissimo e pulitissimo B&B Sole, anche qui colazione perfetta (compresa nel prezzo della stanza) e tante coccole dal padrone di casa! PRENOTA ORA!

Vi abbiamo convinto a visitare Ravenna? Ecco un itinerario delle cose da non perdere durante un weekend (o anche di più) nella città romagnola.

Cosa vedere a Ravenna, Romagna

Essendo piuttosto turistica troverete ovunque informazioni sulle attrazioni principali, per questo la nostra piccola guida non vuole essere troppo specifica sui vari rinomati mausolei, le tombe, le chiese e le basiliche. A queste e altre bellezze di Ravenna faremo un breve riferimento giusto per essere sicuri che non ve le perdiate (sarebbe un peccato capitale!), ma quello alla quale teniamo di più è rendervi partecipi dei nostri luoghi preferiti “off road” della città.

Le attrazioni classiche e culturali di Ravenna

Nella suggestiva “zona del silenzio” in pieno centro storico troverete la famosa Tomba di Dante, la Basilica di San Pietro Maggiore in San Francesco e il bellissimo giardino con il Quadrarco di Braccioforte e la Basilica di San Francesco. Poi ovviamente ci sono gli 8 monumenti Patrimonio dell’Umanità Unesco che dovete assolutamente visitare: la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Cappella di S. Andrea, il Battistero degli Ariani, la Basilica di S. Apollinare Nuovo, il Mausoleo di Teodorico e (a qualche chilometro dal centro) la Basilica di S. Apollinare in Classe.
Per un approfondimento vi rimandiamo al sito ufficiale del Turismo Ravennate.

I Musei di Ravenna

Impossibile non partire citando il MAR – Museo d’Arte della città splendido sia da fuori che da dentro, tra le collezioni permanenti ce n’è una molto interessante sui Mosaici Contemporanei ma molto spesso sono le temporanee ad attirare la nostra attenzione. Il Museo Nazionale di Ravenna è invece un classicone per chi si interessa di archeologia, arte di epoca romana e bizantina.

Se amate l’atmosfera delle antiche biblioteche allora andate dritti alla Biblioteca Classense dove tra volumi e tomi sono esposti cimeli di Lord Byron e una collezione di splendide carte topografiche.

Se invece volete un vero e proprio museo all’aperto passate dal Parco della Pace nel quartiere San Rocco, un po’ defilato, ma molto piacevole perchè vi darà la possibilità di passeggiare tra opere d’arte contemporanee circondati dal verde

Forse però il nostro museo preferito è il Piccolo Museo di Bambole e altri balocchi, dove sono esposte bambole, libri per bambini e giocattoli originali risalenti a varie epoche storiche, tra la metà del XIX secolo e la metà del XX… una collezione davvero inusuale e particolare.

Planetario e Giardini Pubblici

Una passeggiata nei giardini pubblici della città è un altro grande must, qui si trovano la Loggetta Lombardesca e il Planetario che non hanno bisogno di presentazioni, inoltre qui vicino c’è lo Chalet dei Giardini Pubblici un locale tranquillo che ci piace molto, dove fermarsi per un caffè.

Rocca Brancaleone

Altro giardino splendido, soprattutto in primavera è quello di epoca veneziana che si trova all’interno della Rocca Brancaleone, dove si trova anche una bella arena che d’estate diventa un cinema all’aperto.

Passeggiare per le vie del centro

Ovviamente oltre a visitare le varie mete turistiche a Ravenna si deve andare anche un po’ a zonzo per la città, il percorso minimo che vi consigliamo di percorrere è: Via Cairoli, Piazza del Popolo, Viale IV Novembre, Piazza Andrea Costa fino al rimodernato Mercato Coperto (che al secondo piano ospita un bar molto bello) per poi continuare con lo shopping in via Camillo Benso Cavour.

Siete affamati e volete uno snack? In Via Cairoli c’è un forno pasticceria che noi adoriamo: il Forno Argnani che ogni giorno sforna pizzette deliziose e una ciambella alla ricotta incredibile.

Zoo Urbano di Davide Rivalta

Se come noi siete appassionati di scultura urbana, Ravenna non vi deluderà. In particolare vi consigliamo di cercare le opere dell’artista bolognese Davide Rivalta. Imponenti statue animalesche sono disseminate per la città, le più imponenti sono i gorilla in bronzo davanti al Palazzo di Giustizia, le sagome in grafite dei rinoceronti in una delle sale dell’Autorità Portuale e i bufali in bronzo davanti alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

Passeggiata in Darsena

Un luogo particolare da visitare a Ravenna, magari nel tardo pomeriggio o in orario aperitivo è la Darsena. L’area portuale della città è da tempo soggetto di iniziative di rinnovo e riqualificazione, è un posto perfetto per una passeggiata al calar del sole con una bella vista sul canale e la zona industriale tra graffiti e opere di street art di artisti famosi come Ericailcane, About Ponny e tanti altri. Ci sono anche gite guidate con imbarcazioni che partono da qui fino ad arrivare la bellissima laguna di Piallassa Piomboni. Passeggiando vi imbatterete in tanti locali notturni ma soprattutto nel Darsena Pop Up, un’area commerciale-ricreativa-sportiva creata con moduli container dove vengono organizzati molti eventi, festival e dove si trovano ristoranti e locali particolari.

In questa zona si trova anche l’ex magazzino Artificerie Almagià, un tempo luogo di stoccaggio dello Zolfo delle Raffinerie Almagià. In questo splendido edificio, che è un mix tra un grande spazio industriale e una basilica imponente, si organizzano tantissimi eventi ideati e promossi dalla Rete di Associazioni Almagià. Troverete mercatini artigianali, mostre, workshop, performance e concerti… per la programmazione vi rimandiamo al sito ufficiale.

Tour delle librerie

Vi avevamo anticipato che a Ravenna ci sono delle bellissime librerie, oltre a quelle più note (ma comunque ben organizzate e fornite) tipo Feltrinelli e Mondadori, vi consigliamo di fare tappa alla Libreria Modernissima dove troverete oltre a libri particolari anche moltissima oggettistica, alla Libreria Scattisparsi una piccola ma preziosa bottega che colleziona e vende foto d’epoca e d’autore, libri rari e usati e da Momo perfetta per ragazzi e bambini troppo cresciuti come noi.

Per gli appassionati di fumetti c’è invece l’Eternauta.

Dove mangiare a Ravenna

Il bello di Ravenna è che in quanto a ristoranti si passa con disinvoltura dal classicone romagnolo, al bistrot più elegante passando per proposte fusion e contemporanee di alta qualità.

Siete in cerca di una bella osteria dove andare magari in gruppo a mangiare cibo romagnolo? Un ever green è sicuramente la Cà de Vèn, una classica taverna che serve piatti della tradizione accompagnati da un’ottima piadina in una location molto bella e antica.

Tra i locali di nuova apertura più promettenti vogliamo citare Fred Enogastronomico, che si trova vicino alla Rocca Brancaleone e propone una cucina particolarissima di carne e pesce che mixa la tradizione italiana con sapori nuovi e decisamente esotici per il palato medio romagnolo.

Altro posto che ci piace molto è un ristorante interno alla Darsena Pop Up, Akâmì Casa&Bottega dove immancabilmente ordiniamo la carbonara di mare (un piatto davvero eccellente che non ci stanca mai), anche se dobbiamo ammettere che i piatti di ispirazione giapponese e gli hamburger sono tentazioni forti.