Cosa vedere in Romagna: borghi, mare e collina

Cosa Vedere in Romagna

italia * rimini * bertinoro * emilia romagna * ravenna

La Romagna è da sempre la nemesi dell’Emilia: chi ha la cucina migliore? In Emilia c’è più nebbia!? Dove finisce esattamente l’Emilia? Noi non prendiamo parte alla diatriba ma vi consigliamo le nostre città preferite in Romagna tra mare, montagna e collina.
 Molto spesso ci si ferma alle classiche mete turistiche e di mare, ma questa terra è molto di più e noi, che qui ci siamo nati, sentiamo il dovere di farlo sapere a tutti i visitatori!

Ecco i nostri must-see, le cose da vedere assolutamente in una vacanza in Romagna tra montagna, campagna, città e ovviamente mare!

La nostra terra natia ha infatti una caratteristica davvero speciale: è estremamente eterogenea: mare, colline, parchi naturali, divertimento sfrenato, città d’arte, borghi medievali e ovviamente cibo succulento come tagliatelle, ragù e piadina. Il tutto in poco più di 6000 chilometri quadrati.

Guida ai borghi di Romagna

Qui davvero avrete l’imbarazzo della scelta: anche se i borghi medievali celebri in Italia sono quelli toscani, umbri e marchigiani, in Romagna ce ne sono di altrettanto belli e soprattutto… meno turistici! Dimenticatevi le folle di San Giminiano, Montepulciano e Montalcino: Bertinoro, Brisighella e San Leo sono decisamente più rilassate e autentiche.

In questo articolo abbiamo fatto una panoramica sui migliori borghi della Romagna.

Bertinoro: il nostro borgo preferito (e la piadina più buona)

Bertinoro si trova sull’Appennino Forlivese, a 254 metri sul livello del mare, è un paesino dominato da una rocca del X secolo e famoso per la sua accoglienza e la sua splendida terrazza panoramica che permette di vedere anche il mare nelle giornate più limpide. Il monumento più famoso si trova nella piazza centrale ed è la “Colonna dell’Anella” simbolo dell’ospitalità di questa località dove dal 1247 i viandanti legavano agli anelli in ferro i loro cavalli ricevendo asilo dalle famiglie locali.
Noi adoriamo Bertinoro per la sua vitalità e l’altissima qualità dei ristoranti, dove è possibile trovare la piadina più buona di tutta la Romagna (e su questo non si discute!).

Approfondimento: Guida a Bertinoro, terrazza della Romagna

Brisighella: per il suo borgo medievale & l’olio extra vergine d’oliva

Il borgo medievale di Brisighella è un piccolo gioiello, piccolo e caratteristico, e immerso nel verde della Valle del Lamone vicinissimo alla bella città di Faenza. Molti romagnoli lo scelgono da sempre per la propria gita della domenica perchè è una cittadina sempre fresca, dove rilassarsi è davvero facile tra una visita alla sua bella rocca, alla torre dell’orologio cittadina o una passeggiata fino al Santuario del Monticino. Ma la nostra grande passione per Brisighella è legata soprattutto ad un prodotto tradizionale che nasce dalle sue terre fertili: qui si produce il “Brisighello” un olio d’oliva DOP dalla bontà impareggiabile. Inoltre anche il vino Sangiovese locale è davvero prelibato. Insomma il pranzo della domenica a Brisighella potrebbe riservare grandi sorprese!

Approfondimento: Cosa vedere a Brisighella

Santarcangelo: il borgo più bello ed elegante

Santarcangelo è uno dei borghi più belli e curati dell’entroterra riminese. Stradine di pietra, una pieve romanica, una rocca malatestiana e un arco monumentale dedicato a Papa Clemente, originario di questo luogo. Santarcangelo è molto suggestiva soprattutto nelle ore serali quando locali e ristoranti accendono le luci e sistemano i loro tavoli direttamente sulle strade o dentro i cortili fioriti. Tra mercatini, botteghe di artisti e artigiani è possibile fare ottimo shopping ma anche assaggiare prodotti locali di pregio. Poi per i più eccentrici c’è lo speciale museo dei bottoni per un’esperienza culturale davvero alternativa.

San Leo: per lo splendido castello

Impossibile non notare questa città arroccata nel cuore verde della Valmarecchia. Il suo profilo è dominato dalla Rocca Malatestiana che un tempo era un carcere dove venne imprigionato e visse i suoi ultimi giorni il famoso Conte Cagliostro. Castello a parte, San Leo è un borgo molto suggestivo, nel suo piccolo centro convivono una Pieve e un Duomo Romanico del VII secolo, visitarla farà felici tutti, soprattutto i bambini che sono da sempre affascinati dal suo grande castello che sembra uscire direttamente da un film di fantasmi!

Approfondimento: Cosa fare e vedere a San Leo

Guida alle colline romagnole

Quando si parla di Romagna si cita il mare e il cibo: le colline sono spesso bistrattate e poco conosciute. Peccato perché troverete paesaggi dal grande fascino, splendidi parchi nazionale e tantissima pace.

Bagno di Romagna: per le terme e i percorsi trekking

Bagno di Romagna è il luogo perfetto per rilassarsi tra le sue calde acque termali. Questo comune in provincia di Forlì-Cesena immerso nell’Appennino tosco-emiliano è molto rinomato per i suoi stabilimenti termali che si trovano piacevolmente inseriti all’interno del borgo antico. Inoltre questa splendida location tra le montagne è anche la meta ideale per chi ama le passeggiate e i trekking! Da qui partono tanti percorsi nella natura del parco Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Per i più piccoli poi c’è il simpatico Sentiero degli Gnomi, una stradina nel bosco disseminata di gnomi, camminamenti e giochi dedicati ai bambini.
E dopo le terme e le camminate che si fa? Si mangia ovviamente! Le osterie locali offrono ottime ricette tosco-emiliane che vi faranno innamorare.

Approfondimento: Cosa fare a Bagno di Romagna

Diga di Ridracoli: per il parco naturale che ospita

La Diga di Ridracoli si trova all’interno del “Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi” ed è circondata da boschi e stradine da percorrere a piedi. È possibile camminare sulla Diga, fare il giro del lago con un battello elettrico oppure a bordo di una canoa. Starete pensando: e che me ne faccio di andare a visitare una diga? Lo spettacolo di un’opera dell’uomo che si integra perfettamente tra le meraviglie naturali dell’Appennino è incredibile.
Sempre a Ridracoli c’è un bel museo dedicato all’acqua (Idro-ecomuseo delle Acque di Ridracoli) e al funzionamento della diga. Per visite e informazioni questo è il sito di riferimento: www.ridracoli.it

Le città d’arte in Romagna

La Romagna non è famosa per le sue città d’arte, non ne ospita decine, ma le poche che troverete sono originali, diverse e una in particolare è decisamente importante nel panorama nazionale. Ne abbiamo selezionate due: Ravenna, che potrebbe essere nell’Olimpo delle città più visitate del nostro paese ma ancora stenta a decollare nel panorama del turismo di massa e Forlì, nostra città natale capace di nascondere bellezze inedite per tutto il resto dello stivale.

Ravenna: per i mosaici bizantini e l’arte contemporanea

Ravenna vanta ben 8 monumenti dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Il Battistero Neoniano, il Mausoleo di Galla Placidia e la Basilica di San Vitale sono tra i più famosi. La Basilica di San Vitale in particolare è nota per i bellissimi mosaici che decorano le volte dei soffitti e le cappelle; così come il Mausoleo di Galla Placidia con la cupola del soffitto decorata come un cielo di stelle.
Queste sono alcune tra le bellezze più rinomate della città, oltre a questo scoprirete anche un ambiente vivacissimo di giorno e di notte (soprattutto nel rinnovato quartiere della darsena) ma soprattutto noterete una grande passione e attenzione per l’arte contemporanea e tutto ciò che è creativo.

Approfondimento: Cosa vedere e fare a Ravenna, tra mosaici e cibo

Forlí: un sottovalutato esempio di architettura razionalista

Grandi piazze e palazzi eleganti, il centro di Forlì è dominato da portici, statue ed edifici che sono l’esempio più fulgido dell’architettura razionalista in Italia, ovvero una corrente sviluppatasi tra gli anni ’20 e i ’40. La sua piazza principale, Piazza Saffi, è famosa per essere molto grande (11.000 mq circa) e per la presenza di tanti edifici storici imponenti, costruiti in epoche differenti come la Basilica Medievale di San Mercuriale, i quattrocenteschi Palazzo Albertini e Palazzo del Podestà, e il particolare Palazzo delle Poste risalente agli anni ‘30.
Nell’ultimo decennio è diventata molto importante per le mostre di caratura internazionale ospitate al Complesso Museale di San Domenico… ah e poi è la città dove siamo cresciuti!

Al mare in Romagna

Se invece siete più tipi da spiaggia, sole e mare questo spicchio d’Italia non vi deluderà con un ventaglio di scelte eccellenti. Da decenni la riviera romagnola è la meta preferita dei vacanzieri di mezzo mondo. Perché? Servizi, accoglienza, vivace vita notturna e tanto altro.
Volete una panoramica chiara e approfondita sulle mete di vacanza balneare in Romagna? Leggete anche il nostro articolo Dove andare al mare in Romagna e troverete la destinazione giusta per voi.

Rimini & Riccione: per la vita notturna

Rimini e Riccione sono le principali località balneari della Riviera Romagnola, famose in tutta Italia ma conosciute anche in Europa. Sono decisamente frequentate dai turisti e molto vive durante la stagione estiva perché offrono tutta la vitalità della romagna, tanti locali e ristoranti, possibilità di fare shopping in famose boutique e organizzatissimi stabilimenti balneari (per tutti i gusti e le età!). D’estate i rispettivi comuni organizzano grandi e sfarzosi eventi che coinvolgono migliaia di persone, ma queste due mete turistiche hanno molto da offrire anche nei mesi più freddi quando sono decisamente quiete ma non per questo noiose.
Un consiglio spassionato: visitatele anche in questo periodo, in autunno ci sono tantissime sagre locali molto tipiche e interessanti e nel periodo di natale Natale e Capodanno le piazze sono tutte agghindate, luminose e bellissime!

Approfondimento: Guida a Rimini e Guida a Riccione

Cesenatico o Cervia: una sfida aperta per il porto canale più pittoresco

Vi piacerebbe scoprire la tradizione marinara romagnola più verace? Ecco due esempi perfetti sono le belle Città di Cesenatico e Cervia. Entrambe hanno un centro storico ricco di fascino, un porto canale vecchio stile decisamente colorato e pittoresco, tanti ristoranti di pesce degni di nota, spiagge divertenti e una night life estiva all’ennesima potenza (soprattutto Cervia che ultimamente è la regina degli aperitivi estivi in questa parte di Romagna!). Anche queste perle dell’Adriatico hanno molto da offrire sia nella bella stagione che durante la bassa stagione. Ad esempio lo sapevate che Cervia è una città termale e a Cesenatico fanno un bellissimo presepe galleggiante?

Approfondimento: Guida e itinerario a Cesenatico e Guida sulle cosa da fare a Cervia

Milano Marittima: la più VIP dell’Adriatico

Volete sentirvi un po’ VIP? Una volta Milano Marittima era la meta estiva di calciatori e veline, oggi ha un’atmosfera più pacata ma rimane comunque una bella cittadina di mare per chi cerca la Riviera Romagnola un po’ più chic ed esclusiva. A MiMa troverete ancora alcune discoteche, locali e stabilimenti balneari molto modaioli ma anche altri esercizi rilassati e piacevoli per famiglie e chi della musica ad alto volume e delle bottiglie di champagne sciabolate può fare anche a meno. Inoltre se siete appassionati di architettura potrete ammirare alcune ville liberty davvero bellissime che chi si ferma alla superficie patinata di Milano Marittima spesso rischia di perdersi.

Approfondimento: Cosa vedere a Milano Marittima

Altre belle spiagge in Romagna

La riviera romagnola è splendida in ogni mese dell’anno, ma è in estate che da decenni è un magnete per le ferie di milioni di italiani e stranieri che arrivano tra Milano Marittima, Cesenatico, Cervia, Rimini e Riccione per godere dei suoi avanzatissimi e accoglienti stabilimenti balneari, della frizzante vita notturna e di un’accoglienza senza rivali. Oltre alle città di mare delle quali vi abbiamo già parlato sappiate che ci sono tante altre belle mete meno note come Lido di Classe e Lido di Savio, perfette per rilassarsi in spiaggia.

In particolare a Lido di classe scoprirete la bellissima area verde della Riserva Naturale Duna Costiera e della Foce del Bevano e la spiaggia libera Bassona.

Approfondimento: Cosa vedere e fare a Lido di Classe e Lido di Savio

Chi cerca una località tranquilla, magari per godersi una vacanza in famiglia potrebbe apprezzare anche Marina Romea e Marina di Ravenna dotate di bellissime spiagge davvero ampie (libere e non).

Approfondimento: Cosa vedere a Marina di Ravenna e Marina Romea

Ma ci sono anche le frequentatissime Bellaria-Igea Marina e Cattolica, che da sempre sono molto amate dai chi viene in Romagna in villeggiatura estiva dal Nord Italia in cerca di spiagge ben organizzate.

Approfondimento: Cosa fare e vedere a Bellaria-Igea Marina