crna gora * monastero di ostrog * millenium bridge

L’edizione di qualche anno fa della celebre guida Lonely Planet in merito a cosa vedere a Podgorica scriveva solo che non ci sono attrattive, ma solo hotel costosi, quindi se proprio dovete andarci fermatevi solo mezza giornata. Grazie al  nostro spirito di bastian contrari abbiamo invece scoperto una città affascinante, dove il carattere rilassato dei quartieri ottomani va a braccetto con vivaci locali alla moda. Di ritorno dai quindici giorni passati quasi come eremiti sulle montagne del Montenegro, nella zona del Tara Canyon e del Durmitor (una delle vette più alte del paese, che ospita un grande Parco Nazionale) abbiamo deciso di rilassarci qualche a Podgorica, capitale del Montenegro. In molti ci avevano descritto la città semplicemente come una serie infinita di palazzoni di epoca socialista e pochissimo altro, a causa dei bombardamenti che nella Seconda Guerra Mondiale l’hanno devastata. Abbiamo trovato invece una città vivace, resa unica dall’architettura ottomana ancora visibile nella città vecchia che si incastra con lo stile sovietico, il tutto affacciato sui tanti fiumi che la attraversano e contribuiscono a regalarle fascino. Al contrario delle regioni del nord del Montenegro è una città estremamente moderna, con una vita notturna in grande sviluppo. Il fatto che possa essere la base per due gite di un giorno come quella al Monastero di Ostrog e al Lago Scutari, che si trova sul confine tra Montenegro e Albania, dovrebbe convincervi a dare almeno una chance a Podgorica. Non solo: chi come noi rifugge i posti troppo turistici e ama confondersi con i locali ha una scusa in più per passare qualche giorno da queste parti.

NON PARTIRE PER IL TUO VIAGGIO SENZA AVER ACQUISTATO LA GUIDA AL MONTENEGRO!

Dove dormire a Podgorica

Guest House Radonjc
Questa è una delle soluzioni per dormire più economiche a Podgorica: potrete scegliere tra camere (alcune con bagno privato, alcune in comune) o mini appartamenti, con tanto di angolo cottura. La posizione, a poche centinaia di metri dal quartiere City Cvart, rende questa Guest House una scelta ideale per chi alla sera non vuole andare a letto presto! PRENOTA ORA!

Rooms In
In città non è facile trovare una camera doppia a 20 euro (in totale!), soprattutto considerato che si trova nella zona della Cattedrale della Resurrezione. Ideale per una clientela pragmatica: nessun lusso, solo camere pulite, ottima location e prezzo basso. PRENOTA ORA!

Best Location Apartment
Appartamento con arredamento moderno, in posizione centrale, dotato di angolo cottura e tutti i moderni comfort. È la soluzione ideale a Podgorica se siete in quattro: mentre per due persone spenderete 20 euro (in totale!), una famiglia da quattro persone spenderà solo 30 euro in tutto a notte. PRENOTA ORA!

Apartments Athos Delta City
Un appartamento a quattro stelle con i prezzi di un due stelle. Possibile? Certo, ma ricordatevi di prenotare il prima possibile, perché questi appartamenti sono sempre occupati. Oltre 50 metri quadri di casa, finemente arredata, vista città vecchia a meno di cinquanta euro… appartamento per tre persone! PRENOTA ORA!

Hotel Ramada Podgorica
Quattro stelle classico? Forse, ma la comodità di confinare (letteralmente) con uno dei centri commerciali più importanti della città è un valore aggiunto, soprattutto se state in città più di una notte e avete bisogno di fare acquisti. Alla città vecchia arriverete in cinque minuti di cammino, alla città nuova in sette. PRENOTA ORA

  1. Città vecchia (Old Town – Stara Varos)
    Quel che resta della città vecchia è sparso in diverse zone di Podgorica, anche non troppo vicine tra loro. In ogni caso la passeggiata più interessante è quella che parte da dietro la Clock Tower e arriva fino al fiume Morača. Fateci un giro e scoprirete un’architettura molto diversa da quella verticale e maestosa che caratterizza gli altri quartieri della città. Ci sono anche un paio di moschee interessanti, tra le quali Osmanagica, il cui minareto si staglia imponente in un incrocio al centro della (piccola) città vecchia. Ogni angolo della Stara Varos nasconde case basse e colorate, impreziosite da fiori e alberi di vite, piccoli orticelli che spuntano in ogni più piccolo lembo di terra e gatti sornioni che si riposano all’ombra di pittoresche automobili in stile sovietico (avete presente la mitica Zastava 750 Yugo?).
  2. Ribnica Fortress & Ribnica Bridge
    Una delle zone più affascinanti della città vecchia di Podgorica si trova nel punto di incontro tra il fiume Morača e il più piccolo Ribnica: oltre ad un ponte perfettamente conservato, troverete diversi camminamenti che vi permetteranno di costeggiare le rive del fiume e sedervi a godere del panorama; immediatamente sopra di voi scorgerete i resti delle mura della Old Town. Una volta sul vecchio ponte e sui camminamenti sarete all’altezza del fiume, un paio di decine di metri più in basso delle strade e dei ponti di nuova costruzione: vi ritroverete quindi immersi in un’oasi di pace e silenzio, lontani dal frastuono della città nuova che corre veloce sulle vostre teste. In tutta Podgorica troverete tantissimi punti in cui scendere sulle rive del fiume: vista la calura opprimente che attanaglia la città in primavera e in estate, non è raro vedere i locali stendersi al sole e fare il bagno, alla ricerca di un po’ di frescura che solo un fiume può regalare.
  3. Clock Tower (Sat kula)
    L’orologio, costruito nel 1667, in epoca di dominazione ottomana, e poi restaurato diverse volte, è oggi un importante punto di riferimento in città: ad ovest della torre, ovvero andando verso il fiume Morača si estende la città vecchia, mentre qualche centinaio di metri più a nord (quindi proseguendo dritto con il fiume alla vostra sinistra) arriverete alla movida della New Town, la città nuova.
  4. New Town – La movida di Podgorica
    Slobode Bokeška, Slobode Ulica e Slobobe Njegoševa sono le tre strade principali della città nuova, dove sperimentare lo struscio made in Montenegro. Locali, ristoranti e negozi da una parte e dall’altra, con pochissimo di tradizionale e molto di Occidentale. Tra pizzerie, ristoranti italiani e birrerie irlandesi, la nightlife di Podgorica è particolarmente vivace: mentre durante il giorno questa zona è inspiegabilmente vuota, di sera si riempie di montenegrini che vengono da ogni parte del paese per passare una serata nella capitale. Nonostante questo i prezzi si mantengono nella media (per una birra spenderete 1,5 euro e per una cena in pizzeria non più di 7-8 euro a testa), il servizio è di ottima qualità e di scelte ce ne sono a non finire. Noi che venivamo da tre settimane da eremiti sulle montagne abbiamo apprezzato la movida, anche se decisamente spersonalizzata. La piazza centrale, Republic Square, è abbastanza anonima e non offre alcuno spunto.
  5. King’s Park
    Podgorica, per la sua posizione in una valle tra le montagne, è celebre per diventare sin dalla primavera una delle città più calde di tutti i Balcani. Se durante le ore più torride della giornata cercate un posto ombreggiato dove fare un picnic o semplicemente per riposare, King’s Park è il posto che fa per voi. Completamente rinnovato con fondi provenienti dall’Azerbaijan, offre wifi gratuito, spazi dove rilassarsi e perfino un patio con tanto di scacchiere su cui aguzzare il vostro ingegno… ma gli scacchi dovrete portarli voi!
  6. Avanturisticki Park – Cosa fare a Podgorica con i bambini
    Un paio di chilometri a nord della città nuova (proseguite dritto con il fiume Morača alla vostra sinistra troverete un grande parco divertimenti dedicato all’avventura in mezzo alla natura: nei percorsi ad ostacoli che hanno i nomi di Tarzan, Chita, Spider, Ninka, Koala e Panther voi e i vostri figli vestirete per qualche ora i panni di Indiana Jones. Vi ritroverete a scalare bizzarre costruzioni di legno, attraversare traballanti ponti, appendervi a funi, camminare sulle corde, il tutto ovviamente in sicurezza, per garantirvi massimo divertimento. I percorsi hanno tre diversi livelli di difficoltà affinché tutti, dai 5 anni in su, riescano a trovare la sfida più adatta a loro e possano mettere a dura prova coraggio e resistenza. Ingresso: 8 euro fino agli 8 anni, 12 fino ai 13 anni e 15 per il biglietto intero.
  7. Cattedrale della Resurrezione (Hram Hristovog Vaskrsenja)
    Dopo il Millenium Bridge (venendo dalla New Town) attraverserete quartieri commerciali e residenziali: poco più di un chilometro più avanti, stretta tra edifici malmessi un un parcheggio si erge in tutta la sua imponenza la Cattedrale della Resurrezione, una delle chiese più imponenti dell’intera regione balcanica. Dopo vent’anni di costruzione (l’inizio risale al 1993 e la consacrazione al 2013) ora è possibile ammirare le sue alte torri (alte quasi 27 metri) e la cupola che le sovrasta. Gli esperti vi direbbero che l’aspetto esteriore della chiesa non riflette la rigorosa perfezione dello stile bizantino, ma piuttosto mostra l’ibridazione con il medievale e il romanico. Se guardandola dall’estero doveste sentirvi piccoli piccoli non preoccupatevi: noi abbiamo avuto la stessa sensazione. L’interno è, se possibile, ancora più maestoso: ogni muro, colonna e volta sono coperti da dipinti che brillano nell’oro delle finiture, con giganteschi mosaici a completare l’opera. Sarete allo stesso tempo avvolti e sconvolti da un turbinio colori e forme che adorna senza soluzione di continuità tutte le parete della Hram Hristovog Vaskrsenja. La Cattedrale è anche su Facebook. Strano, no?!
  8. Vladimir Semënovič Vysockij Monument
    Vladimir Vysockij
    è stato un attore, cantante e poeta molto importante nella cultura popolare sovietica e dei paesi del suo asse durante buona parte della Guerra Fredda. È stato sempre osteggiato dal Regime Sovietico, a tal punto che i media nel 1980 hanno taciuto la notizia della sua morte: questo però non ha impedito ad una folla oceanica di rendergli omaggio il giorno del suo funerale. Oggi è ricordato non solo in Russia, ma in molti paesi della cortina di ferro: a Yekaterinburg gli stata dedicata una statua (così come nella città polacca di Kielce) e un altissimo grattacielo, mentre a Mosca potete visitare il museo a lui dedicato. Il monumento a Vladimir Vysockij è bizzarro ed estremo così come è stata la vita del cantante: una statua (quasi) a grandezza reale è sormontata da una cornice riflettente, mentre un teschio poggia ai piedi del cantante. Dietro la statua svettano le montagne che circondano la capitale montenegrina e il celebre Millenium Bridge, che si trova a pochi passi. Non c’è che dire, un contesto tanto particolare quanto lo è stato il suo contributo alla musica (e non solo) degli ex paesi sovietici nel millennio scorso. 
  9. Millenium Brigde (il Ponte del Millennio)
    Uno dei simboli della Podgorica moderna. Costruito nel 2005 e progettato dall’azienda slovena Ponting e dall’ingegnere Mladen Ulićević è tanto spettacolare quanto pericolosamente simili alle realizzazioni del famoso architetto Santiago Calatrava. Provate a cercare immagini del suo Samuel Beckett Bridge a Dublino o di quanto realizzato a Rio De Janeiro per rendervene conto. Le assonanze con altre opere simili non gettano comunque ombra sulla spettacolarità dei 173 metri del Millenium Bridge di Podgorica. Non limitatevi a percorrerlo, perché visto da lontano è ancora meglio: la migliore location per farlo è da sopra al vicino Moscow Bridge. Tornate al Millenium Bridge anche la sera, perché illuminato è ancora più bello.
  10. Architettura e palazzi socialisti
    Uno dei nostri guilty pleasure durante i giorni passati a Podgorica è stato vagare senza meta tra i quartieri ad architettura socialista: è incredibile come, pur restando sempre all’interno di uno schema, con colori, forme e idee prefissate, i palazzi popolari dell’ex Jugoslavia possano essere tanto diversi l’uno dall’altro. La giungla urbana della capitale del Montenegro è inoltre colorata da grande abbondanza di graffiti e street art, che contribuiscono conferirle quel lato decadente da cui siamo molto affascinati. Un tour tra i palazzi popolari della città d’obbligo; non dovrete cercarli, allontanatevi semplicemente di qualche centinaio di metri dalla Old o dalla New Town e vi ci ritroverete immersi!
  11. Waterfalls Niagara Podogorica
    Con un nome del genere queste cascate non possono che essere spettacolari. O no? Anche se ovviamente le cascate sul fiume Cijevna non possono neanche minimamente essere paragonate a quelle tra Canada e Stati Uniti, dovreste pensare di dedicare al Niagara mezza giornata della vostra permanenza a Podgorica. Vicino alle cascate c’è un ristorante omonimo, che non è per niente male: il nostro consiglio è di arrivarci all’ora di pranzo, mangiare lì e poi godervi le cascate e il fiume (potete fare il bagno) nel pomeriggio. Dal centro città avrete bisogno di un mezzo per arrivare a Waterfalls Niagara Podgorica, a piedi sarebbe una passeggiata troppo lunga (oltre 10 chilometri!)
  12. Duklja Ruins
    Queste rovine sono davvero in rovina. Che significa? Che non essendo state curate, restaurate e lasciate semplicemente abbandonate, ora di cose da vedere ne rimangono pochino. Qui sorgeva nel Primo Secolo Dopo Cristo una città Romana di buone dimensioni (tra gli 8 e i 10 mila abitanti) di cui oggi rimangono alcuni muri e colonne. Gli appassionati di archeologia e storia si godranno comunque il sito, perché possono risalire alla pianta della città e dei suoi edifici, mentre gli altri possono scegliere di spendere il proprio tempo a Podgorica vedendo altro. Se però amate le passeggiate in mezzo al verde, quella per arrivare alle Duklja Ruins è una bella camminata di circa 4 chilometri (fatto salvo per l’ultima parte, su una strada trafficata) lungo il fiume. Per arrivarci prendete a nord (fiume sulla sinistra) dalla New Town, poi chiedete. Al ritorno fatela dall’altro lato.
  13. St George Church
    La chiesa ortodossa di St George è la più vecchia della città: risale al decimo secolo, anche se poi stata ristrutturata e ricostruita diverse volte. Vale la passeggiata per arrivarci anche solo per la location: ai piedi della collina di Gorica, tra il verde, circondata da un antico cimitero. Dal Millenium Bridge andate in direzione dello stadio: la chiesa si trova proprio dietro.
  14. City Kvart
    ll nostro padrone di casa definiva City Kvart come il quartiere preferito da tutti i giovani locali: nasce di fianco al centro commerciale più grande della città (Delta City Mall, centro commerciale dove è possibile trovare praticamente ogni cosa) e all’università: è composto da una serie di enormi palazzi residenziali al cui piano terra è sorta un’infinita serie di locali, tra pub, ristoranti e fast food. Se cercate aria di Montenegro andate altrove (nella Old City per esempio), se siete alla ricerca di una serata in stile occidentale vi trovate invece nel posto giusto.



Cosa Vedere Podgorica Montenegro

Podgorica – L’interno della Cattedrale della Resurrezione

Cosa fare nei dintorni di Podgorica

  1. Monastero di Ostrog
    A meno di un’ora di auto da Podgorica c’è un importante Monastero Ortodosso completamente scavato nella montagna, meta di pellegrinaggio di credenti di diverse religioni. Per saperne di più non perdetevi il nostro articolo sul Monastero di Ostrog.
  2. Lago Bukumirsko & Komovi (montagne)
    Il paradiso degli amanti del trekking e della montagna. Se pensate di farci un giro questo sito ve lo può fare conoscere meglio.
  3. Lago di Scutari
    Il Lago di Scutari è a diviso tra Montenegro e Albania. Per arrivare sulle sue rive da Podgorica sono sufficienti meno di trenta minuti di macchina o autobus (o treno, se preferite!). Il Lago di Scutari è considerato una delle tappe più imprescindibili dell’intera regione balcanica. Cosa fare nel Parco Nazionale? Camminate immerse in panorami mozzafiato, tour in barca, relax sulle sue spiagge e birdwatching. Sufficiente?
  4. Degustazione di vino e visita alle Plantaže Winery
    Lo sapevate che il Montenegro e in particolare la zona di Podgorica è celebre anche per il vino che vi viene prodotto? La Plantaže Winery è una delle cantine più grandi d’Europa ed esporta in più di trenta paesi. Potete visitare gli stabilimenti produttivi e fare una degustazione dei suoi vini a prezzi davvero interessanti.  Prenotate scrivendo a [email protected].

A questo link trovate un nostro approfondimento su cosa fare nei dintorni di Podgorica.

Cosa Vedere Podgorica Montenegro

Podgorica – Il Millenium Bridge

Cosa Vedere Podgorica Montenegro

Podgorica – Ponte Ribnica




Dove mangiare a Podgorica

Chiedete in giro, spulciate internet, uno dei ristoranti che ricorre di più è senza ombra di dubbio il Pod Volat, a pochi metri dalla Clock Tower è il nome che ricorre più spesso. Noi invece andiamo controcorrente, perché vi consigliamo di non andarci. Certo il servizio è impeccabile, la terrazza senza dubbio confortevole, ma nonostante il menù offra una vastissima scelta di piatti di carne non abbiamo trovato ciò che cercavamo. Quel guizzo in più, quel piatto particolarmente originale o quella qualità che abbiamo riscontrato in altri ristoranti molto meno blasonati. Il nostro consiglio è evitare questo e i tanti altri locali alla moda che sono nati negli ultimi anni a Podgorica e infilarsi in una delle tante Buregdžinica (ovvero ristorante specializzato in burek e simili) o Cevabdzinica (dove troverete principalmente cevapcici) dall’aspetto più malandato ma dove troverete qualcosa di molto più tradizionale. Se come noi siete in giro da tanto tempo e cercate aria di casa (che per gli italiani spesso significa pizza) andate senza dubbio al Corto Maltese nella New Town: la pizza, con forno a legna, non è per niente male.

Come arrivare a Podgorica

Arrivare a Podgorica (Montenegro) in aereo
Arrivare in Montenegro dall’Italia non è sempre agevole. Per quanto riguarda i traghetti l’unica tratta che conosciamo è quella che parte da Bari e arriva a Bar, nel sud del paese. La macchina non è agevolissima se non si ha a disposizione abbastanza tempo per dedicarsi anche a Croazia e Bosnia, che comunque dovrete attraversare. Quindi arrivare a Podgorica in aereo e di lì noleggiare un’auto o affidarsi ai mezzi pubblici può essere una buona soluzione. Ricordate però che l’unico modo per raggiungere il centro città dall’aeroporto è il taxi. Non prendetene uno davanti all’aeroporto, perché ricaricano eccessivamente (vi costerebbe dai 15 ai 20 euro). Meglio allora prenotarlo preventivamente da questo sito. L’altra soluzione è camminare un chilometro fino alla fermata del treno più vicina (chiamata appunto Aerodrom) e risparmiare qualche soldo.

Arrivare a Podgorica in autobus o treno
Considerate che le stazioni di autobus e treno sono adiacenti l’una all’altra e a dieci minuti a piedi dal centro città, quindi molto comode dal punto di vista logistico. Gli orari degli autobus (che sono cari in queste zone) li trovate su busticket4.me mentre quelli dei treni a questo sito.

Cosa Vedere Podgorica Montenegro

Podgorica – Passeggiata lungo il fiume

Cosa Vedere Podgorica Montenegro

Podgorica – Architettura socialista





 

 

Share: