un’esperienza lisergica a poche decine di chilometri da Kuala Lumpur

A meno di 40 chilometri da Kuala Lumpur c’è la città del futuro della Malesia, costruita nel 1990 perché sostituisse Kuala Lumpur come centro governativo e amministrativo. Nel giro di pochi anni nei moderni palazzi costruiti a Putrajaya sono stati spostati gli uffici del Governo Malese e i suoi dipendenti. Strade enormi, edifici nuovissimi, parchi da sogno e una moschea gigante la rendono (soprattutto nel weekend) una città quasi fantasma e surreale.

Putrajaya è una città di fondazione. Termine che indica gli agglomerati urbani che non nascono spontaneamente, ma vengono progettati e costruiti per un determinato motivo. La crescita esponenziale che negli ultimi 30 anni ha investito Kuala Lumpur, con conseguente boom edilizio, ha contribuito a congestionare il traffico nella capitale malese e a renderla sovrappopolata. Tra tutti i provvedimenti presi dal governo perché questa situazione non diventasse insostenibile uno dei più ambiziosi è stato sicuramente la costruzione di Putrajaya, un centro dove trasferire tutti gli uffici amministrativi e governativi, le ambasciate, la residenza reale e tanto altro.

Non partite per la Malesia senza la Guida Lonely Planet. Guardate le offerte su Amazon!

Una guida dedicata esclusivamente a Kuala Lumpur, comoda, economica e compatta? Eccola!

Se volete una guida alternativa alla Lonely Planet provate Malesia, Singapore e Brunei di Feltrinelli

A circa mezz’ora di treno da Kuala Lumpur è stata quindi fondata Putrajaya, una città che ha dell’incredibile: pensata per diventare molto più affollata e frequentata di come è oggi, è molto vasta nonostante vi abitino meno di 90.000 persone. È stata pensata per il futuro e per la crescita e per questo visitarla adesso, soprattutto nel weekend, è un’esperienza totalmente surreale che non dovreste perdervi durante un viaggio in Malesia e la vostra permanenza nella sua capitale.



Seguite il nostro consiglio e andateci di sabato o di domenica (quando gli uffici son chiusi e gran parte dei lavoratori torna a Kuala Lumpur) e vi ritroverete a camminare soli per strade deserte a quattro corsie, su cui si affacciano edifici modernissimi, enormi e pretenziosi. Perdetevi nei suoi parchi, immensi, fate una “crociera” sul lago che circonda l’isola  sui cui si erge, visitate la Putra Mosque, gigante e capace di ospitare oltre 15.000 fedeli. Avete presente il film Io sono leggenda, il film in cui Will Smith si aggira in una New York resa deserta a causa di un terribile virus? Ecco, per un giorno potrete provare sensazioni molto simili.

Potrebbe interessarti anche:
Come difendersi dalle scimmie nel sud-est asiatico

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

Come arrivare a Putrajaya, Malesia

Arrivare a Putrajaya dal centro di Kuala Lumpur è facilissimo. Potrete scegliere tra autobus o treno, a seconda del tempo a vostra disposizione e di quanto volete spendere. In ogni caso dirigetevi a KL Sentral, dove potrete prendere entrambi i mezzi. Se volete fare presto (circa 15-20 minuti) prendete il KL Transit, ovvero il treno che va verso KLIA, l’Aeroporto Internazionale di Kuala Lumpur. È piuttosto caro, visto che costa 14 RM, ovvero 3,5 euro, solo andata. L’autobus è un po’ più lento, dalla mezz’ora in su, soprattutto nelle ore di punta, ma costa circa 1 euro. Una delle linee dirette che arrivano a Putrajaya è la 500.

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

Sia che prendiate il treno che l’autobus arriverete alla stazione di Putrajaya, lontana un paio di chilometri dal centro. Potreste camminare, ma è molto più comodo (sono tutte strade grandi, non viuzze) prendere un autobus locale che per 1,5 KM (linea L15) vi porterà sull’isola di Putrajaya. Il mezzo compie un giro molto lungo: per godervi i bellissimi palazzi che ospitano gli uffici amministrativi vi consigliamo di scendere dopo circa 15 minuti, nel bel mezzo dell’isola, prima di arrivare al Ponte Seri Wawasan (per la seconda volta, perché lo intravedrete dopo pochissimi minuti di autobus, ma sarete troppo lontani dalle cose più interessanti, quindi proseguite).

Cosa vedere a Putrajaya, Malesia

Come abbiamo già accennato, il nostro consiglio è di visitare Putrajaya durante il weekend: in questo modo il senso di trovarsi un una città fantasma verrà esasperato dall’assenza praticamente totale di qualsivoglia persona, fatta eccezione per i pochi turisti che arrivano e che comunque visitano quasi esclusivamente la moschea. Nella cartina che segue abbiamo segnalato un percorso coerente che vi permetterà di visitare i principali punti di interesse della città.

Scendete dall’autobus a metà di Persiaran Perdana (nella mappa l’abbiamo indicato come inizio del tour), la via principale dell’isola di Putrajaya, dove risiedono gran parte degli edifici amministrativi della Malesia. Vi ritroverete in mezzo a costruzioni folli, assolutamente spropositate, progettate con gli stili più vari. Vi sembrerà contemporaneamente di trovarvi a New York, a Shanghai e a Tokyo, con parchi che fanno invidia a quelli di Londra. Curiosate con il naso all’insù tra i palazzi per una buona oretta e poi dirigetevi verso il modernissimo Ponte Seri Wawasan (che ricorda molto lo stile dell’architetto valenciano Santiago Calatrava), uno dei simboli della città. Da lì potrete iniziare a capire la toponomastica di Putrajaya, composta fondamentalmente da un’isola (al centro di un lago molto ramificato), sui cui risiedono gli uffici, e dalla terra ferma che la circonda, dove si trovano i condomini e le case di chi si è trasferito qui da Kuala Lumpur.


È il momento di tornare alla strada principale e di percorrerla verso nord, attraversando il Putra Bridge, un punto panoramico niente male che permette di gettare un ulteriore sguardo alle rive del lago, al Seri Wawasan Bridge e alle due meraviglie che vi si parano davanti ovvero la gigantesca Putra Mosque e il Perdana Putra. L’enorme moschea rosa costruita sulle rive del bacino idrico è la cartolina più tipica di Putrajaya, nonché una delle sue immagini più potenti. Vista l’importanza religiosa e la sua abbacinante bellezza è solitamente molto frequentata da turisti e pellegrini che arrivano con grandi autobus. Non disperate: l’unica folla che incontrerete da queste parti arriva, sosta e riparte da qui. Per il resto sarete quasi sempre soli. Se anche non indossate vestiti adatti all’ingresso alla moschea non disperate, perché vi verrà consegnata una veste (con tanto di cappuccio) che vi permetterà di entrare comunque siate vestiti.

Prima di proseguire il vostro tour due comunicazioni di servizio: tra il Putra Bridge e la Putra Mosque, al piano inferiore, troverete una food court che è praticamente l’unico posto dove mangiare in centro città durante il weekend. Sarà affollato perché tutti i pellegrini vi si fermano, ma le alternative non mancano e i prezzi non sono gonfiati. A pochi passi c’è il molo da dove partono le Cruise Tasik Putrajaya, ovvero le crociere che vi permetteranno di navigare sul lago di Putrajaya e vedere la città da una prospettiva privilegiata. Potrete scegliere vari pacchetti a seconda della vostra disponibilità di soldi e di tempo (dalla mezz’ora a due ore): se non siete di corsa potete fare un pensierino a questo giro in barca, considerata la folle spettacolarità degli edifici.

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

Se vi siete rifocillati, avete visitato la moschea e magari anche fatto un bel giro in barca potete ora proseguire per il Perdana Putra, ovvero l’immenso e spettacolare palazzo (con altri edifici annessi) che svetta sulla collinetta di fronte alla Putra Mosque. Al suo interno si trovano tutti gli uffici che si occupano delle responsabilità che afferiscono al Primo Ministro malese. È tanto bello quanto inaccessibile al pubblico: una delle poche cose che si sa è che il Primo Ministro sembra abbia un ufficio al quinto piano dell’edificio principale? Interessante, vero?
Continuate a camminare attraversando il parco che circonda Perdana Putra e dove i lavoratori si riversano in pausa pranzo durante i giorni feriali: ancora una volta se siete arrivati a Putrajaya nel weekend vi ritroverete soli soletti. Qualche centinaio di metri e davanti a voi si parerà il Taman Putra Perdana, ovvero un grande parco che occupa la collina centrale della penisola di Putrajaya.

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

La collina è circondata da una rotonda, svoltate a sinistra e dirigetevi verso il Giardino Botanico di Putrajaya e il Moroccan Pavillon che si trova al suo interno. Il parco non è interessante solo per la varietà delle specie di piante che potete ammirare al suo interno, ma è anche l’esempio più lampante della follia che ha guidato chi ha progettato la città: l’obiettivo di costruire il luogo di lavoro perfetto, in cui giardini e zone verdi coprono gran parte dello spazio, con percorsi ottimamente segnalati e zone relax in cui i lavoratori possono svagarsi non ha tenuto conto del fatto che, almeno per ora, in pochissimi si sono trasferiti qui. Il Botanical Garden dovrebbe essere il posto dove nel weekend i lavoratori del Governo Malese vengono a passare qualche ora (c’è anche un lago con tanto di centro canoistico), ma la realtà ci restituisce una scintillante distesa di verde completamente vuota. E allora sarete i soli a godervi anche il Moroccan Pavillon, un costruzione in stile islamico che simboleggia il legame tra Marocco e Malesia.

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

Chi ha ancora tempo potrebbe andare al Seri Perdana (il palazzo dove risiede il Primo Ministro), oppure prendere una lezione di equitazione al Putrajaya Equestrian Park o ancora farsi un’altra passeggiata in un altro parco cittadino (il Suajana Hijau Park), ma non aggiungerebbe molto all’esperienza, surreale e straniante, fatta fino a quel momento. Crediamo quindi sia il momento di tornare a Kuala Lumpur, prendendo un autobus (tra cui la linea L15) che vi porti in stazione. Aspettatelo sulla grande rotonda davanti al Taman Putra Perdana o accanto al Perdana Putra.

Come muoversi in centro a Putrajaya? Se non volete andare a piedi (le distanze non sono brevi), anche qui come a Kuala Lumpur (e ormai in mezzo mondo) è attivo il servizio di bike sharing Obike, utilizzabile attraverso una comoda applicazione.

Cosa Vedere Putrajaya Malesia Amministrativa Fantasma

Dove dormire a Kuala Lumpur, Malesia

Per visitare Putrajaya conviene dormire a Kuala Lumpur? La risposta è: decisamente sì! La distanza è breve e la scelta nella capitale è infinitamente maggiore. Quindi, nessun dubbio!

Rainforest Hotel Chinatown

A Kuala Lumpur se volete un alloggio a basso prezzo dovrete rivolgervi, principalmente, a Little India o Chinatown, che si trovano in posizione ottimale. In questo caso il Rainforest propone camere doppie a dieci euro a notte, che non saranno grandissime, ma offrono una wifi ottimamente funzionante e buona pulizia. L’arredamento sa essere kitsch, ma vi interessa veramente? Se volete il bagno in camera dovrete spendere un po’ di più. PRENOTA ORA!

M&M Hotel

L’hotel è situato in piena Brickfields, ovvero una delle Little India di Kuala Lumpur. Pur nella sua semplicità non ha niente fuori posto: offre camere a 18 euro a notte che non saranno arredate all’ultima moda, ma non scontenteranno chi non ha pretese di design e vuole semplicemente star bene. PRENOTA ORA!

Pine Core @Crest KLCC

Nonostante lo sviluppo che ha travolto Kuala Lumpur nelle ultime decadi, in città è ancora possibile affittare un appartamento di quaranta metri quadri con tanto di piscina (condivisa), a meno di 500 metri dalle Petronas Tower, a 28 euro a notte per una doppia. Fidatevi, se non volete rinunciare alle vostre comodità non cercate l’albergo 4 stelle sovraprezzato, ma affidatevi a una soluzione come quella offerta da Pine Core Apartments. PRENOTA ORA!

Share: