Guida a Kowloon, cosa vedere e cosa fare nella penisola di Hong Kong

nella Kowloon Peninsula c’è molto di più di Tsim Sha Tsui

La penisola di Kowloon si trova a nord dell’isola di Hong Kong ed è il suo principale centro commerciale. Qui si trovano molti dei quartieri più importanti della città, alcuni moderni e sfavillanti altri molto più tradizionali. In questo articolo vi raccontiamo la Kowloon Peninsula, selezionando per voi le zone più interessanti e segnalando cosa vedere e cosa fare durante il vostro viaggio ad Hong Kong: guida a Tsim Sha Tsui, Mong Kok, Jordan, Sham Shui Po… Questa area di terraferma è oggi il cuore indiscusso di Hong Kong, brulicante di vita e di attività… qui si trovano la maggior parte dei suoi musei, infiniti centri commerciali, grandi mercati e moltissimi dei luoghi più rappresentativi della città. Molti dei turisti che passano da Hong Kong vivono relativamente poco la Kowloon Peninsula (preferendole la cosmopolita Hong Kong Island) e spesso si limitano al suo estremo meridionale ovvero la famosa zona di Tsim Sha Tsui, dove si trovano la maggior parte delle attrazioni più famose, al massimo risalgono lungo Nathan Road per arrivare fino ai mercati particolari di Mong Kok. Ma Kowloon è davvero grandissima e molto varia, quindi vi consigliamo di dedicarle un po’ di tempo in più per poter ammirare anche i suoi quartieri più tradizionali.

Di cosa parliamo in questo articolo:

Tsim Sha Tsui

Il quartiere su Google Maps

Tsim Sha Tsui si trova a sud della penisola di Kowloon e si affaccia su Central, una delle zone più famose di Hong Kong Island. È una delle mete più famose per lo shopping e per le belle viste sullo skyline di grattacieli.

Qui troverete molte delle attrazioni più famose della città:

La Avenue of Stars una passeggiata sul lungo mare lungo la quale sono raccolti i calchi delle mani di tantissime star del cinema di Hong Kong come Jackie Chan, Bruce Lee (del quale c’è anche una famosa statua), Andy Lau, Michelle Yeoh, Chow Yun-fat, Jet Li.

Per apprezzare una delle migliori viste della città imboccate la Tsim Sha Tsui East Promenade, al margine di Victoria Bay, questa magnifica passeggiata si affaccia su una buona parte del Victoria Harbour garantendo paesaggi bellissimi.

La piattaforma creata per osservare l’esibizione A Symphony of Lights al Victoria Harbour, un tripudio di luci colorate e suoni, che alle 8 ogni sera illumina la baia a ritmo di musica.

Alcuni tra i migliori musei della città come il Science Museum e l’Hong Kong Museum of History, ma anche il Cultural Center, lo Space Museum e L’Hong Kong Museum of Art.

Ci sono anche molte vie dello shopping dove fare acquisti durante il vostro viaggio a Hong Kong: Canton Road è sicuramente la più famosa che gode di una popolarità pari alla Fifth Avenue negli Stati Uniti. Qui troverete prodotti di lusso come Gucci, Fendi, Chanel e Luis Vuitton.
Granville Road invece è dedicata allo shopping più economico ed è sempre piena di gruppi di giovanissimi in cerca di affari. Per vedere un centro commerciale interessantissimo dal punto di vista architettonico e anche per i negozi che offre non mancate di visitare l’elegantissimo K11 Musea.

Se volete sperimentare qualcosa di diverso inoltratevi all’interno delle Chungking Mansions, un grande complesso abitativo colonizzato prevalentemente da indiani, turchi, africani.
Qui si trovano (ai piani superiori) le camere più economiche di tutta la città ma soprattutto (al piano terra) un labirinto di corridoi tra cambia-soldi, ristorantini etnici, piccoli supermercati e banchette di trafficoni che promettono di venderti di tutto e di più. Un tempo era considerato una sorta di ghetto pericoloso (e in effetti l’atmosfera era sempre soffocante e caotica), oggi le Chungking sono state piuttosto ripulite, magari hanno perso parte del loro fascino, ma valgono ancora una visita, quanto mento per gli amanti del cibo indiano!

LE CURE OSPEDALIERE A HONG KONG SONO CARISSIME
NON DIMENTICATE L’ASSICURAZIONE PRIMA DI PARTIRE

Jordan

Il quartiere su Google Maps

Questo quartiere prende il nome da Jordan Road, un’importante arteria commerciale che lo attraversa. Si trova immediatamente a nord di Tsim Sha Tsui ed è un luogo interessantissimo per una passeggiata per la sua architettura molto rappresentativa (qui ci sono alcuni bellissimi palazzoni in stile hongkonghese dai colori vivaci) e per le sue viuzze dal carattere popolare, visto che questa un tempo era una zona esclusivamente popolata da working class.

Cosa fare a Jordan? Consigliamo di camminare lungo Jordan Road e di imboccare le sue viuzze laterali, la più famosa è sicuramente Temple Street dove si trova anche un celebre mercato notturno (molto turistico) e dove ci sono tantissimi ristoranti di pesce, ma vi raccomandiamo anche di girovagare tra Saigon Street e Pak Hoi Street. Noterete piccole botteghe, ristorantini tipicamente cinesi o etnici, ma (dopo una certa ora) anche la presenza di esercizi dallo scopo un po’ promiscuo, sponsorizzanti massaggi sensuali (questo è uno dei red light district di Hong Kong).

Camminando verso il nord del quartiere (praticamente arrivando a Yau Ma Tei) raggiungerete il Jade Market, una serie di bancarelle che vende cianfrusaglie e oggetti di giada. Qui, se siete interessati ad acquistare un bracciale o un ciondolo tradizionale, potrete fare ottimi affari ma solo se sarete disposti a contrattare un bel po’.

Mong Kok

Il quartiere su Google Maps

Se da Tsim Sha Tsui camminate lungo Nathan Road verso nord, dopo aver attraversato Jordan e Yau Ma Tei arriverete a Mong Kok. Ecco, se fino ad ora Hong Kong vi era sembrata pacifica e ordinata, qui cambierete idea. Questa è una delle aree a più alta densità di popolazione della città, è costantemente brulicante di vita, piena di negozi, mercati e ristoranti. Anche qui avrete davvero tanto da fare, quindi tenetevi diverse ore per esplorarla. Il quartiere è diviso in due da Nathan Road, sia la zona a est che quella a ovest dalla via principale vanno viste, perché hanno caratteristiche abbastanza diverse e sono molto affascinanti.

Ecco cosa vi consigliamo di vedere:

I mercati di Mong Kok est sono famosi in tutto il mondo: parliamo del Ladies Night Market (uno dei più grandi market di abbigliamento femminile della città, diventato davvero molto turistico e poco interessante per gli acquisti, è comunque un must per il caos che lo circonda), del Fa Yuen Street Market (dove c’è un bel mercato della frutta e soprattutto una via tutta dedicata ai negozi di scarpe da ginnastica, Sneakers Street), del Goldfish Market (imperdibile per gli appassionati di acquari e pesci tropicali), del Flower Street Market e del Bird Market (uno dei luoghi più affascinanti di tutta Hong Kong, soprattutto al mattino quando qui si riuniscono molti anziani con gabbiette di uccellini canterini sotto braccio).

Noi però vi consigliamo di visitare anche la meno nota parte di ovest di Mong Kok, soprattutto lungo Canton Road (più o meno a questa altezza), una via parzialmente chiusa al traffico pedonale per l’allestimento (mattina e primo pomeriggio) di un lunghissimo market di frutta, verdura e cibi freschi come carne, uova, noodles e tofu. Questo è assolutamente il nostro mercato preferito di Kowloon per prezzi onesti e qualità altissima, inoltre essendo all’aperto è anche meno opprimente dei soliti mercati chiusi dove si rischiano beccate di galline e odori spiacevoli. Oltre a Canton Road, girovagando in queste strade, vedrete moltissimi scorci interessanti e scoverete ristoranti interessanti di ogni tipo.

Dove dormire a Mong Kok?

Una buona idea per non spendere troppi soldi per il vostro hotel a Hong Kong e allo stesso tempo alloggiare in una zona centrale è evitare l’isola e preferire l’enorme Mong Kok, che offre soluzioni per tutte le tasche.
Più andate a sud della penisola, avvicinandovi a Tsim Sha Tsui più i prezzi crescono, più andate verso Sham Shui Po, più calano.
Scopri ora tutte le offerte di Booking.

Sham Shui Po

Il quartiere su Google Maps

Se cercate un quartiere autentico che dia un’idea di come fosse la vita di Hong Kong nei tempi passati, quando ancora la città non era stata tanto ripulita e resa splendente, vi consigliamo di fare tappa a Sham Shui Po. Questo è sicuramente il nostro posto preferito in città, quello dove ci piace alloggiare e vivere la vita di quartiere. Tradizionalmente questo è uno degli ambienti più popolari e operai di tutta Kowloon, l’età media è piuttosto alta e tutto risulta essere più economico, dagli appartamenti al cibo. Senza dubbio qui si trovano alcuni dei ristoranti economici dove si mangia meglio in città e anche uno dei pochi Dai Pai Dong storici ancora attivi (non sapete cos’è un Dai Pai Dong? Leggete questo articolo sullo street food di Hong Kong). A Sam Shui Po dovete assolutamente vedere:

Il mercato elettronico delle pulci di Apliu Street (una vera istituzione in città);

La zona del wet market di Pei Ho Street che è una delle più caotiche e affollate di Hong Kong (qui si trovano tantissimi ristorantini e cibo di strada molto economico);

La via di Tai Nan Street (strada ricca di bottegucce dove vendono tessuti e pelletteri) e la zona attorno a Maple Park (un adorabile parco sportivo di quartiere, da visitare al mattino o nel tardo pomeriggio quando frotte di anziani di riuniscono a fare esercizi, balletti e a giocare a mahjong), dove ci sono palazzi molto belli;

Kowloon Walled City

Il quartiere su Google Maps

La storia di questo quartiere dall’architettura particolarissima è tanto strana quanto la sua particolarissima forma a “fortezza”, tanto compatta che ancora oggi è percepibile come un unico blocco anche se le sue mura non ci sono più (se siete curiosi vi consigliamo di approfondirla qui). Quella che per anni è stata un’enclave separata dal resto della città oggi è diventato un quartiere molto piacevole da visitare, ancora molto tradizionale, pacifico e tranquillo.

A Kowloon Walled City vi consigliamo di:

Passeggiare senza una meta precisa nelle sue viuzze labirintiche, di visitare il Kowloon City Market e le vie che lo circondano che vendono molti prodotti e cibi thai e del Sud-est Asiatico;

Visitare il grande parco Kowloon City Park e l’Hong Wong Temple;

Se avete tempo allungatevi anche a San Po Kong, un altro quartiere interessante e tradizionale, il piccolo e compatto nucleo urbano sorge a 10 minuti a piedi dal parco e dire che straripa di ristoranti e mercati è poco.

Dove dormire a Sham Shui Po

Questo quartiere è stata la nostra casa per due mesi! Ne abbiamo amato ogni angolo, abbiamo adorato la sua atmosfera tradizionale, i suoi mercati, ristoranti e apprezzato i prezzi contenuti. In pochi minuti si arriva a piedi a Mong Kok e con una bella passeggiata a Tsim Sha Tsui.
Insomma spendere poco e risparmiare a Hong Kong dovete dormire a Sham Shui Po: scoprite tutte le offerte di Booking, che spesso ha prezzi stracciati nella zona.