a Osaka sono nati molti piatti entrati nella cultura culinaria giapponese

Osaka è la capitale giapponese del cibo: la sua storia gastronomica, la quantità di piatti tipici a cui ha dato i natali e l’infinito numero di ristoranti ne fanno la Mecca per i foodie di tutto il mondo. In questa guida analizziamo le ricette popolari e tracciamo una mappa dei migliori ristoranti (o sarebbe meglio dire i più tradizionali) dove mangiare le specialità che Osaka propone a tutti gli appassionati di cibo giapponeseOkonomiyaki, Takoyaki, Kushi-katsu, Fugu e tanti altri.

Si sa che i giapponesi sono un popolo di appassionati di cibo tradizionale e nelle occasioni speciali fanno centinaia di chilometri per soddisfare una voglia particolare. Quando si parla di cibi genuini della tradizione, Osaka è una delle mete preferite per i food lovers, proprio per l’alta qualità degli ingredienti, la varietà delle ricette tradizionali e anche per i prezzi abbastanza abbordabili.

Proprio a Osaka è correlato il termine giapponese “kuidaore” (letteralmente “mangiare fino allo sfinimento”), usato per descrivere la cultura del cibo locale, che può raggiungere livelli quasi ossessivi. La città è soprannominata anche “tenka no daidokoro” (la cucina della nazione), soprannome che risale al Periodo Edo, quando la città era il principale centro di produzione e di commercio del riso e quindi anche allora un importante ritrovo gastronomico.

In questo articolo parleremo di alcuni tra i piatti più famosi e rinomati di Osaka e vi daremo qualche dritta sulle zone e i ristoranti migliori in cui assaggiarli. Abbiamo cercato di segnalare i ristoranti più storici e consolidati che ormai sono istituzioni, provati personalmente a seguito di consigli di persone che vivono nella capitale del cibo giapponese da sempre. Se cercate atmosfere intime e ricercate siete fuori strada: in questo articolo segnaliamo esperienze genuine e tradizionali a prezzi popolari.

Una precisazione: consigliamo diversi ristoranti che fanno parte di catene cittadine o nazionali; se in Italia fare parte di una catena significa spesso proporre cibo scadente, in Giappone è invece spesso sinonimo di qualità a buon prezzo, quindi ovviamente frequentare delle rinomate catene locali (specialmente scegliendo il ristorante originale) è spesso un’ottima scelta per trovare prodotti eccellenti e spendere il giusto.

I migliori quartieri per assaggiare cibo tradizionale a Osaka

Il posto migliore per sperimentare la cultura gastronomica di Osaka è sicuramente il quartiere Dotonbori, vicino alla stazione di Namba, che è pieno di ristoranti di ogni tipo lungo la sua arteria principale e nelle numerose strade laterali. Le luci al neon sfavillanti, il sovraffollamento e le mille insegne sono un chiaro segnale che qui il cibo è protagonista, sia esso street food o cibo tradizionale servito in ristoranti veri e propri. In questo quartiere bisogna però saper scegliere, perché alcune proposte sono eccessivamente turistiche.

Per un’atmosfera più tradizionale e nostalgica vi consigliamo il quartiere Shinsekai ricco di ristorantini di kushikatsu (scoprirete leggendo di cosa si tratta) e di popolari saloni da shogi (gli scacchi giapponesi). È il luogo ideale per passare una serata a smangiucchiare e bere birre con gli amici senza spendere una follia.

Un altro importante quartiere gastronomico è Kitashinchi, a dieci minuti a piedi a sud della stazione di Osaka, oppure anche la stessa Osaka Station City è una destinazione popolare soprattutto per chi ama i ristoranti più eleganti.

Se state cercando un motivo per un viaggio a Osaka, ve ne forniamo tanti, gustosi e capaci di soddisfare anche il palato più esigente. Se state invece cercando qualche buon itinerario sulle cose da vedere in città il nostro consiglio è di visitare il sito degli amici di Giappone per tutti.




Di cosa parliamo in questo articolo:

Due libri per saperne di più sulla cucina giapponese:
Cucina giapponese di casa
Introduzione alla cucina giapponese: natura, storia e cultura

Takoyaki

Popolarissimo street food presente in tutta la città: queste palline di pastella fritta ripiena di polpo sono sicuramente il cibo locale più amato e diffuso in tutto lo stato! Osaka ha infiniti ristoranti dedicati ai takoyaki (una stima di qualche anno fa ne indicava ben 650) e sicuramente il quartiere Minami è uno di quelli che ospitano la maggior parte di questi stand di street-foodo ristorantini dedicati a questo prodotto. Quando ordinate i takoyaki a Osaka, vi verranno solitamente serviti in un vassoio di carta a forma di barca, e potrete sceglierli guarniti di condimenti diversi. I più tipici includono maionese giapponese, salsa takoyaki (simile ad una salsa teriyaki leggermente più acida), alghe, formaggio e una spolverata obbligatoria scaglie di pesce secco.

Sconsigliamo il takoyaki a chiha problemi con le consistenze dei cibi: essendo l’interno un po’ molliccio, potrebbe scoraggiarvi se non amate questa caratteristica. Ma c’è un trucco: cercate un rivenditore che le sta cuocendo sul momento, perché appena fritte hanno una superficie ancora croccante, che si perde anche solo 10 minuti dopo la cottura.

Dove mangiare il Takoyaki a Osaka

Per apprezzare al meglio queste polpettine appena fatte vi consigliamo di provarle al mercato di Kuromon Ichiba, uno degli stand tra i più rinomati è Takoyaki Wanaka (takoyaki-wanaka.com), uno dei marchi più famosi di takoyaki a Osaka e con più filiali in giro per la città. In questo stand, grazie al giro di clienti a dir poco esagerato, gli ingredienti sono freschissimi e la cottura è solitamente immediata.

Kushi-katsu

Questo piatto a base di spiedini di carne e verdure piccanti impanate con farina, uova e pane grattugiato e poi fritto è un grande classico delle serate alcoliche tra amici. I ristoranti Kushi-katsu sono concentrati nella zona di Shinsekai di Osaka, dove i visitatori affamati possono cenare in edifici dalle mura storiche oggi riadattati per l’intrattenimento. Ci sono ristoranti di questo tipo un po’ per tutte le tasche, i più caotici e affollati solitamente sono quelli più economici. Solitamente ogni ristorante offre vari menù per più commensali per rendere più rapido l’ordine. Con gli spiedini vengono servite anche varie salse: attenzione alcune possono essere davvero piccanti!


Dove mangiare il Kushi-katsu a Osaka

Uno dei luoghi più famosi di Osaka che serve questo piatto da decenni è Kushikatsu Daruma (kushikatu-daruma.com), che fa parte di una catena di ristoranti che ha anche filiali fuori dal Giappone. Il ristorante centrale e il più rinomato è proprio a Shinsekai, un set abbastanza completo per due vi costerà circa 2000 yen.

Okonomiyaki

Un piatto apparentemente semplice, costituito da una frittella di farina e cavolo con vari ripieni, che sin dal nostro primo viaggio in Giappone ci ha fatto innamorare. Non sapevamo allora che Osaka fosse la patria indiscussa degli okonomiyaki, altrimenti ci saremmo andati molto prima! Oltre che da mangiare questo è un piatto divertente anche da veder cucinare e vedrete che ogni volta che ne mangerete uno avrà un sapore particolare e sorprendente, proprio grazie alle mille varianti tra le quali vi troverete a scegliere. La ricetta della pastella è a base di farina, uova, talvolta brodo dashi (brodo di pesce secco) e spesso una ricca dose di cavolo tritato finemente.

La pastella viene fritta su una piastra rovente, spesso a vista e la superficie della frittella viene poi farcita con tanti altri ingredienti in base all’ordine fatto (la combo gamberi e funghi oppure quella uovo fritto e pancetta sono tra le più classiche e anche tra le nostre preferite). L’okonomiyaki viene solitamente tagliato a fette tipo pizza se è da condividere oppure lasciato intero per l’avventore singolo. Solitamente il topping prevede anche salse pronte tipo mayo giapponese o salsa okonomiyaki (una salsa agrodolce alle verdure).

Dove mangiare gli Okonomiyaki a Osaka

Un ristorantino specializzato consigliatissimo per offerta e varietà è Okonomiyaki Kiji (kijiumedaskybldg.food-pi.com) situato nel seminterrato dell’Umeda Sky Building, non e’ facile da trovare infatti non c’è una insegna all’esterno … ma è l’unico ristorante dove c’è costantemente una fila lunghissima. Il menu è solo in giapponese, ma i cuochi parlano un po’ di inglese e vista la loro gentilezza sarà facile capirsi. Consigliamo la versione con aggiunta di noodles nella pastella alla quale potrete abbinare i topping che più vi piacciono, una base davvero deliziosa e particolare!
Se invece volete stare più sul tradizionale affidatevi a Okonomiyaki Chitose, un localino nascosto in una via imboscata non lontano dal quartiere di Shinsekai o a Okonomiyaki Takara, davanti al Shitennoji Temple.

Butaman

I butaman sono panini morbidi cotti al vapore, farciti con succoso ripieno a base di carne (spesso stufato di maiale), verdure o pesce; vengono serviti come cibo di strada o più comunemente in piccoli ristorantini specializzati take away che lavorano incessantemente da mattina a sera tra nuvole di vapore. Questo piatto è tecnicamente di origine cinese (se non sapete di cosa stiamo parlando date un’occhiata al nostro articolo sui baozi) ma a Osaka ne vanno talmente matti da averlo reinventato e modificato fino a renderlo un cibo tipico locale. Nel resto del paese viene chiamato nukuman ma qui il morbido panino al vapore ripieno ha cambiato nome, il classico butaman di Osaka è pieno di maiale tritato stufato con cipolla e salsa ma le versioni che troverete sono infinite. Dovete provare quelli alle capesante che si trovano praticamente solo qui!

Dove mangiare i Butaman a Osaka

A Osaka, 551Horai (www.551horai.co.jp) è il più famoso e conosciuto negozio di butaman. Il negozio originale è a Namba ed è uno dei migliori luoghi in città per abbuffarsi di ottimi butaman rigorosamente fatti a mano e appena sfornati dal cestello del vapore in bambù.
Sempre in piena zona Minami/Namba potreste fermarvi a Futami no Butaman, un piccolo corner che vende panini ripieni da asporto davvero ottimi.
Onestamente troverete butaman di buona qualità davvero ovunque a Osaka (è un piatto molto semplice e diffuso), quindi il consiglio è di non cercare un luogo in particolare ma sperimentare il più possibile. Le versioni precotte dei supermercati sono ovviamente le più deludenti.

Negiyaki

A Osaka c’è una frittella cugina dell’okonomiyaki che riscuote da sempre un gran successo, il Negiyaki. Il procedimento per creare questo piatto è molto simile a quello dei più noti okonomiyaki con però ingredienti sostanzialmente diversi: la pastella non contiene cavolo ma cipollotto verde o porro (“negi” significa infatti cipollotto verde). A questa frittella base viene solitamente aggiunta spalla di manzo o altra carne tenera e saporita insieme ad altri ingredienti. Pare che questo piatto sia nato in un ristorante di okonomiyaki nel quartiere di Juso e che poi per la sua bontà si sia diffuso in tutta la città. Senza sapere dell’esistenza di questa variante tipica abbiamo fatto più volte questo piatto anche in Italia nel tentativo di ricreare degli Okonomiyaki casalinghi anche in assenza di cavolo (in Italia si trova mai tenero come quello asiatico) e devo dire che il sapore deciso del cipollotto è molto piacevole e si sposa benissimo con una farcitura di bacon croccante (quasi più dell’originale frittella al cavolo).

Dove mangiare il Negiyaki a Osaka

Un ristorante molto popolare che ne offre infinite varietà è Negiyaki Yamamoto (www.negiyaki-yamamoto.com), si trova nel quartiere Umeda est, è molto apprezzato per la sua atmosfera semplice e casalinga, per i prezzi ragionevoli e l’abbondante varietà di ingredienti genuini tra i quali scegliere.

Yakiniku

Yakiniku significa letteralmente “carne alla griglia” e i ristoranti di questo tipo sono molto diffusi e popolari in tantissimi paesi asiatici dove sono conosciuti come Korean Barbecu: in pratica il ristorante propone diversi tagli di carne e verdure in piccoli tocchetti che vengono portati crudi al tavolo e vengono poi cotti direttamente dai commensali in una piccola griglia personale in una sorta di auto-grigliata fatta direttamente al tavolo. La selezione di manzo giapponese disponibile nel menu dei migliori yakiniku è solitamente impressionante, la carne spesso leggermente marinata è tenera e sempre succosa, ricca di sottili venature grasse tipiche della carne più pregiata giapponese. Il manzo di Kobe è una delle carni più famose al mondo per la sua prelibatezza e quindi lo potrete trovare in moltissimi ristoranti di Osaka, i più ricercati propongono anche manzo Matsuzaka, che alcuni considerano addirittura superiore alla carne di Kobe. Per lo yakiniku la carne spesso viene servita con pochi condimenti leggeri come sale di alta qualità, olio di sesamo, shoyu e un po’ di wasabi dolce. Questo tipo di pasto è molto conviviale e apprezzato dai gruppi di amici o dalle famiglie che celebrano un evento speciale. Come immaginerete non è tra i pasti più economici che potrete fare a Osaka, ma sappiate che ne varrà sicuramente la pena.

Dove mangiare Yakiniku a Osaka

La zona di Tsuruhashi è considerato l’epicentro della cucina yakiniku: appena al di fuori della stazione inizierete a sentire l’aroma della carne grigliata. In questi ristorantini troverete tagli di manzo convenzionali ma anche alcuni iù estrosi e particolari che sono molto tipici della zona di Osaka e Kobe. Il ristorante che vi consigliamo è Gyuichi Honten Shin-Kan (global.gyu-1.com), che fa parte di una catena di 4 ristoranti, dei quali 3 a Osaka e 1 a Tokio. Il ristorante oggre anche la possibilità di consultare un comodo menù on line in inglese con tanto di prezzi (una vera rarità), appartiene agli Yakiniku di media categoria (quindi con prezzi contenuti) ma offre anche tagli di carne più particolari e raffinati.

Tessa o Fugu

Gli abitanti di Osaka amano alla follia il sashimi di pesce palla e per una porzione di pregiatissimo tessa farebbero follie, tanto che la provincia è famosa per consumare il 60% della fornitura totale del paese di questo pesce. Una grande quantità di negozi specializzati in tessa fa abbassare notevolmente i prezzi rispetto al resto del Giappone, quindi i visitatori di Osaka possono godersi questo pesce di lusso a un prezzo relativamente buono. La fama di questo sashimi deriva anche dal fatto che questo pesce particolare possiede all’interno dei propri organi una dose letale di una potente tossina ed è consumabile solo in seguito di una specifica preparazione atta a impedire la contaminazione della carne dal veleno. La città ama talmente tanto questa carne da avergli dedicato un museo.

Dove mangiare il Tessa a Osaka

Ci è stato fortemente consigliato il ristorante Zuboraya Dotonbori Store (www.zuboraya.co.jp), situato sulla famosa via Dotonbori, lungo il Fiume Dotonborigawa a 5 minuti a piedi dalla stazione di Namba. Il posto è impossibile da non notare grazie ad un enorme enorme riproduzione di pesce palla che svetta all’ingresso del ristorante. La sala è enorme (ha 350 posti) ma è comunque meglio prenotare perché questo è uno dei più famosi ristoranti specializzati in fugu della città. Ci sono vari fantastici set 2650 – 5000 Yen, ma è anche possibile ordinare piatti a la carte. Non è un luogo ricco di charme ed è piuttosto caotico ma è davvero amato dai locali e tra i più economici ristoranti dedicati al tessa in città.

Kitsune udon

Uno degli udon (noodles tipici giapponesi fatti tipicamente a mano con farina di grano duro) più tradizionali e tipici di Osaka è il kitsune udon, un piatto di noodles in un brodo semplice, accompagnati da fette di spesso tofu fritto in padella; è talmente comune in tutto il Giappone che la maggior parte delle persone non sa che in origine proviene da Osaka. I noodles morbidi e delicati e il brodo equilibrato preparato con cura si abbinano perfettamente al tofu agrodolce e croccante appena fritto. I famosi ristoranti di udon kitsune di Osaka utilizzano un brodo a base di dashi (brodo di pesce in polvere) e bonito (scaglie di tonno secco) che è allo stesso tempo noto per la sua delicatezza e il suo sapore pungente. Il nome del piatto significa letteralmente “udon della volpe” perché questo animale, considerato intelligentissimo e dai poteri speciali nel folklore giapponese, si dice che vada ghiotto di tofu fritto. E come dargli torto?

Dove mangiare i Kitsune udon

Questo è uno di quei piatti casalinghi da assaggiare assolutamente in un luogo confortevole dove ogni passaggio in cucina è fatto con amore e attenzione in tutti i suoi dettagli. Per questo vi consigliamo di provarlo in questa piccola trattoria tradizionale giapponese specializzata proprio in questo tipo di udon fatto in casa: Usamitei Matsubaya nel quartiere Minamisenba. Non ha un sito ma potrete trovarlo facilmente su Google Maps.


Share: