dove mangiare e bere durante le vostre serate nella capitale giapponese

Tokyo è una città vivace ed eccitante ma soprattutto ha una vita notturna inusuale e incredibilmente varia. Sia che decidiate di provare uno standing bar (tachinomi), di mangiare e bere nei pub tradizionali (izakaya), di avventurarvi in un club all’ultima moda per sentire un dj famoso o di provare a cimentarvi nel karaoke come Bill Murray in Lost in Translation, sappiate la capitale giapponese pullula di locali notturni tradizionali. Quasi ogni quartiere di Tokyo ha una sua versione di intrattenimento notturno: i locali più comuni fuori dal centro sono sicuramente gli izakaya mentre se cercate grandi night club alla moda li troverete principalmente tra Shibuya e Shinjuku. Abbiamo scritto un articolo su i migliori quartieri per la vita notturna a Tokyo, leggetelo per scoprire quali sono le nuove aree di tendenza in città per gli amanti della vita notturna.

Non partire per il Giappone senza la guida Lonely Planet

Tokyo: la guida più completa

Non partite per il Giappone senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

Quanto costa la vita notturna a Tokyo

Il bello di questa metropoli ultramoderna è che è possibile godersi un po’ di sano divertimento anche con poco soldi in tasca. Con un po’ di ricerca è possibile trovare anche nei quartieri più centrali locali dove mangiare e bere a prezzi più che onesti e club che organizzano serate con ingresso a prezzi scontati. In generale in un izakaya o in un tachinomi una birra media o un bicchiere di sake può partire dai 300 yen, mentre per un bicchiere di vino economico non spenderete meno di 400 yen; i prezzi tendono ad essere mediamente più alti nella maggior parte di locali e ristoranti. Spesso negli izakaya è necessario ordinare almeno una portata a testa di cibo o pagare una quota fissa per il tavolo da dividere tra i commensali (troverete fuori o sul menù l’indicazione table cover charge).

Volete bere e mangiare a Tokyo spendendo poco? Esistono molte catene di izakaya (la più famosa è Torikizoku) dove è possibile mangiare e bere a 300 yen (2,30 euro) a consumazione (cibo o drink), che sono quindi molto convenienti ma che spesso mancano un po’ di atmosfera. I club hanno normalmente un “door price” ovvero prezzo di ingresso che solitamente va dai 10 ai 45 euro con una o più consumazioni comprese; spesso le donne pagano molto meno (quasi la metà). Ricordate che in molti club aperti tutti i giorni della settimana dal Lunedì al Giovedì l’ingresso costa molto meno. I più popolari hanno pr che distribuiscono biglietti scontati nei bar che si trovano nelle immediate vicinanze. Per una serata in un karaoke box preparatevi a spendere tra i 4 e i 7 euro ogni 30 minuti a persona con la possibilità di ordinare 1 drink a testa ogni mezzora. A volte potrete scegliere la formula all you can drink. In generale se avete un budget ristretto evitate di entrare in un locale a caso e ordinare senza avere sottocchio il menù perché in alcuni locali esclusivi (o molto piccoli che accolgono massimo 4 o 5 clienti) il prezzo della consumazione parte da 20 euro.

Tipologie di locali notturni tradizionali giapponesi

Tachinomi

I tachinomi o “standing bars” (ovvero dove si sta in piedi) offrono agli avventori un ambiente vivace e senza fronzoli per bere un paio di drink dopo il lavoro e sbocconcellare qualcosa in modo informale. Nonostante siano nati come punto di ritrovo per la classe operaia, oggi i tachinomi sono diventati un luogo alla moda ed esistono catene economiche come locali eleganti (addirittura anche wine bar tachinomi). All’interno questi locali sono caratterizzati da lunghi banconi e tavoli alti e dalla mancanza totale di sedie o sgabelli; a volte hanno anche spazi all’aperto. Solitamente non hanno costo di ingresso e si paga solamente per ciò che si consuma, ma è buona norma lasciare il locale se si ha finito di consumare per cedere il posto ad altri avventori.

Izakaya

Gli Izakaya sono locali tipici in tutto il Giappone dove ci si ritrova con gli amici per mangiare e bere insieme. Parliamo di una tipologia di locale tipicamente nipponica, a metà tra il bar (o pub) occidentale e il ristorante. Solitamente il cibo è semplice ma gustoso, in molti vengono serviti spiedini di carne (come i rinomati yakitori) ed è possibile scegliere tra birra, sake, liquori giapponesi e internazionali e vini. Lo stile di questi locali può variare dal tradizionale, dove è necessario togliersi le scarpe e sedersi sul tatami, al moderno elegante fino a quelli chiassosi e sovraffollati. Una caratteristica comune alla maggior parte degli izakaya è la pratica di servire un “otoshi” ovvero un piccolo piatto di cibo che accompagna la prima bevanda servita e che sarà a pagamento (nonostante non l’abbiate ordinata).

Karaoke

Il karaoke, abbreviazione di kara no okesutora ovvero “orchestra vuota”, nasce proprio in Giappone ed è amatissimo dalla popolazione locale di ogni età ed estrazione sociale. Fino a qualche anno fa erano molto popolari i karaoke bar, sorta di pub dove gli avventori, spesso seduti al bancone, cantavano tutti insieme con tanto di bariste/i a fare da coristi. Oggi i moderni karaoke nel Sol Levante sono progettati principalmente come sale private, spesso totalmente insonorizzate con mega schermo, microfoni, casse e comodi divani. In genere sono aperti 24 ore su 24 e molti, oltre alle bevande alcoliche, servono anche cibo. I karaoke più famosi hanno una selezione molto varia e ampia di canzoni e testi occidentali (anche qualcosa in italiano) mentre quelli più piccoli e nei quartieri meno centrali spesso propongono solo canzoni con testi in giapponese. Le catene di karaoke più importanti a Tokyo sono: Big Echo Karaoke, Una Hiroba, Karaoke Kan e Pasela.

Sunakku

È molto difficile definire l’essenza dei “sunakku”, o snack bar alla giapponese, ma capitare in uno di questi locali può essere una delle esperienze più particolari del vostro viaggio a Tokyo. Questi locali dove si mangia e si beve sono come dei piccoli bar gestiti da una donna anziana chiamata “mama” che ha come unico obiettivo quello di viziare e coccolare i suoi clienti, versando continuamente da bere, accendendo le sigarette, chiacchierando e cantando insieme a loro (spesso i sunnakku sono anche dotati di un semplice karaoke). Sebbene questi locali siano solitamente associati a un pubblico di mezza età, oggi ne stanno nascendo parecchi anche aperti ai giovani. Per questo motivo in molti sunakku oggi la mama è accompagnata da una ragazza più giovane che si occupa dei clienti meno anziani presenti nel locale. Il servizio di solito ha un pagamento fisso orario ed è poi all-you-can-drink (cibo e drink sono solitamente limitati a sake, soju e piatti casalinghi).

Night Club

Tokyo è una delle destinazioni top per nightclubbing in Asia e per una buona ragione. La città ha due tra le discoteche Top 100 secondo la rivista internazionale DJ MAG e tantissimi club esclusivi dove si esibiscono i più grandi DJ del mondo. La zona più ricca di club interessanti è sicuramente Shibuya, qui troverete musica e intrattenimento per tutti i gusti ma sappiate che la maggior parte delle discoteche e dei club sono frequentati da una popolazione decisamente molto giovane.

Share: