in Malesia piove (quasi) sempre, ma a volte un po’ meno

Se state programmando un viaggio in Malesia e vi state chiedendo quale sia il miglior periodo dell’anno per visitarla sappiate che il clima nel paese è sempre umido e discretamente piovoso, in qualunque stagione dell’anno. Esistono però mesi dove le precipitazioni sono meno abbondanti e il caldo è meno afoso. Tutto dipende però dalla zona che volete visitare, a seconda che preferiate la Malesia peninsulare o quella del Borneo o che vi concentriate sulla costa est o ovest. Se avete già esperienza di viaggi nel sud-est asiatico probabilmente avete già fatto amicizia con i temporali tropicali, scrosci di pioggia violenti che solitamente nel pomeriggio si abbattono su paesi come Thailandia, Laos, Cambogia e zone limitrofe. La Malesia, trovandosi molto più vicina alla linea dell’Equatore (che attraversa l’isola Indonesia di Sumatra e in parte il Borneo malesiano) rispetto alle nazioni già citate, ha un clima decisamente equatoriale. Vediamo insieme come cambia nel corso dell’anno e delle regioni la situazione meteo nel paese.

Non partite per la Malesia senza la Guida Lonely Planet. Guardate le offerte su Amazon!

Una guida dedicata esclusivamente a Kuala Lumpur, comoda, economica e compatta? Eccola!

Non partite per la Malesia senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

In questo articolo parliamo di:

Malesia: clima equatoriale

Cosa significa avere un clima equatoriale? Semplice: le temperature sono molto alte e praticamente uguali in ogni periodo dell’anno, così come le precipitazioni, molto abbondanti e costanti durante tutti i mesi. Conseguenza di tutto questo è una forte umidità che caratterizza gran parte dei periodi dell’anno. Non per niente gli abitanti delle zone equatoriali si riferiscono ai paesi europei come quelli con “le quattro stagioni”, facendo riferimento al forte cambiamento climatico tra una stagione e l’altra, a loro totalmente sconosciuto.

Potrebbe interessarti anche: Cosa vedere e fare a Kuala Lumpur, moderna capitale della Malesia

In Malesia quindi clima, temperature e piovosità sono uguali tutto l’anno? No. Se sostenessimo questo estremizzeremo la situazione: le differenze ci sono, non solo di mese in mese ma anche di zona in zona, solo che non sono così marcate. Ciò significa che non ci sono stagioni particolarmente secche o settimane freddissime. Ci sono periodi migliori di altri in cui organizzare un viaggio in Malesia, ma non aspettatevi di evitare forti scrosci temporaleschi o di dribblare quel caldo afoso che molti italiani temono più di ogni altra cosa. In generale le temperature variano dai 22° ai 32 °, mentre i giorni di pioggia variano da 10 a 27 a seconda di periodo e regione, con una quantità media che si aggira ben oltre i 2000 millimetri l’anno. Se questo dato non vi dice niente, pensate che mediamente a Milano cadono annualmente poco più di 1000 mm di pioggia. E che ne è del monsone in Malesia? Mai il plurale in questo caso è più adatto, in quanto il paese è attraversato da due monsoni, quello di nord-est e quello di sud-ovest: non pensate però a fenomeni estremi come quelli che devastano annualmente un paese come l’India, ma qualcosa di decisamente più soft. C’è però un’ottima notizia: le piogge in Malesia e in generale nei paesi equatoriali avvengo sotto forma di fortissimi acquazzoni pomeridiani, veri e propri temporali che durano di solito un paio d’ore, a cui segue la ricomparsa del sole. Questo significa che è possibile organizzare un viaggio anche durante i momenti peggiori, semplicemente facendo attenzione a partire molto presto alla mattina e a prendersi una pausa durante il pomeriggio. Questo significa che facendo attenzione alle differenze tra una regione e l’altra ogni mese può essere ideale per un viaggio in Malesia, basta sapere dove andare e come comportarsi.

Quando andare e organizzare un viaggio nella Malesia peninsulare

La Malesia peninsulare è tutta quella parte che va dal confine nord del paese (con la Thailandia) fino a quello sud con Singapore. Al suo interno si possono individuare tre zone, con climi che differiscono tra loro (sempre considerate le premesse di cui sopra) per quantità di pioggia e periodi più o meno piovosi: la costa orientale e le sue isole, le cui mete preferite dai turisti sono le Isole Perenthian, l’Isola di Tioman e Cherating, paradiso per i surfisti; l’area centrale che ospita gli altipiani, le montagne, celebri hill station come Cameron Highlands e alcuni tra i parchi naturali più belli di tutto il paese; infine c’è la costa occidentale, la zona dove il turismo è più sviluppato, grazie alla capitale Kuala Lumpur, a isole come Langkawi e Penang e a città come Malacca. La costa orientale della Malesia è sferzata dal monsone di nord-est, che spira in concomitanza con l’inverno europeo. I mesi in cui le piogge sono più abbondanti ed è sconsigliato organizzare un viaggio sono quelli che vanno da Novembre a Gennaio quando, per capirci, cadono oltre 500-600 mm di pioggia al mese, ovvero oltre la metà di quanta ne cada a Milano in tutto l’anno. A partire da Febbraio le piogge diminuiscono fino ad Agosto che è l’ultimo mese abbastanza “secco” nella regione. Ricordate però che per individuare il periodo migliore in cui organizzare un viaggio in Malesia non è sufficiente considerare solo le piogge, ma bisogna ricordarsi di monitorare anche le temperature: nella costa est i mesi tra Febbraio e Marzo sono i meno caldi e afosi in quanto la raramente la colonnina di mercurio supera i 30 gradi. Da Aprile in poi il caldo si fa molto più insopportabile. Nonostante questo nel mese di Agosto le celebri isole Tioman e Perenthian diventano super affollate e molto costose. Un’ultima annotazione: avvicinandosi all’Equatore, e quindi andando verso sud, le differenze tra i mesi dell’anno, sia a livello di precipitazioni che di caldo sono molto meno marcate e il clima tende ad essere simile per tutto l’anno.

La costa occidentale della Malesia è attraversata invece dal monsone di sud-ovest che ha però caratteristiche molto diverse da quello precedentemente citato. Prima di tutto è molto meno potente e quindi scarica sulla regione una quantità di pioggia molto inferiore. A cambiare è anche il periodo: il monsone inizia a colpire le aree più a sud del paese già da Maggio (parliamo di zone come Malacca) per poi perdere potenza e spostarsi nel giro di 3-4 mesi e raggiungere le isole a nord come Penang e Langkawi tra Settembre e Ottobre. Sebbene nei mesi citati non sia consigliabile organizzare un viaggio da quelle parti, sappiate che da quelle parti nei periodi peggiori si contano “solo” circa 300 millimetri di pioggia all’anno. Le temperature (massime) si aggirano tra i 30° e i 33° gradi per tutto l’anno. In ogni caso il periodo migliore per visitare, in generale, la costa ovest della Malesia è tra Dicembre e Marzo, anche Aprile nelle aree più a nord. Maggio e Giugno sono un azzardo e bisogna essere amanti del clima tropicale, mentre Settembre e Ottobre sono da evitare. Le zone centrali della Malesia, i suoi altopiani hanno un clima che dipende troppo dall’altitudine a cui ci si trova per essere schematizzato. In linea di massima però le temperature sono molto più miti che sulle coste e la piovosità è decisamente più regolare, sempre presente ma senza picchi esagerati. Costante sarà quindi l’umidità, le giornate saranno calde ma non eccessivamente mentre in serata è sempre meglio avere a portata di mano un maglioncino.

Quando andare e organizzare un viaggio nella Malesia insulare (Borneo)

La Malesia insulare a livello di precipitazioni è ancora peggio di quella peninsulare. Il Borneo a livello climatico è sostanzialmente diviso in due dal piccolo stato del Brunei: a ovest del Brunei la situazione pioggia è decisamente pesante, mentre a est è molto più abbordabile. Più si va a ovest più il monsone del nord-est è violento e quindi nei mesi di Dicembre, Gennaio e Febbraio si contano oltre 600 millimetri di pioggia (al mese), ma durante l’anno raramente si scende sotto i 200 millimetri. La situazione migliora a mano a mano che ci si avvicina al Brunei. Una volta scavallato e tornati in Malesia, le precipitazioni diminuiscono: tra Febbraio e Aprile cadono meno di 100 mm di pioggia al mese, salvo poi aumentare gradualmente e raggiungere il picco a Ottobre ma rimanendo intorno ai 300-400 mm. Anche nel Borneo però non disperate: le piogge cadono quasi sempre come fortissimi acquazzoni tropicali e quindi non si spalmano durante tutta la giornata. Salvo per i momenti peggiori dell’anno, citati nelle righe precedenti, avrete quindi gran parte della giornata disponibile per l’esplorazione.

Share: