Varsavia: cosa vedere e itinerari per una vacanza di uno, due, tre giorni

Varsavia Cosa Vedere Guida Itinerari Uno Due Tre Giorni

la capitale della Polonia è una città vivace e moderna

La capitale della Polonia non è la città più bella e “turisticamente interessante” di questo paese ma è comunque un’ottima meta per viaggiatori curiosi. Infatti ha un centro storico particolarissimo, per la sua architettura e la sua storia, ed è molto ricca di locali, musei, mercati e ristoranti. In questa guida cercheremo di illustrare le attrazioni e attività più belle di Varsavia e darvi un’idea precisa di cosa vedere e fare durante la vostra visita in 1, 2 o 3 giorni.

Ma che ci vai a fare in Polonia? Ma c’è qualcosa di bello?

Giuriamo di aver sentito queste frasi più di una volta mentre raccontavamo i nostri progetti di viaggio nel paese… infatti in molti in Italia pensano alla Polonia come a un paese grigio e monotono, depresso, che non ha tanto da offrire. Ecco, chi è stato da queste parti lo sa, la Polonia è molto bella e vitale, economicamente ad esempio sta crescendo a vista d’occhio e può vantare non solo tante bellezze naturali ma anche città degne di nota come Cracovia (della quale vi abbiamo parlato in questo lungo articolo) e Varsavia.

Noi abbiamo passato più di tre mesi a Varsavia e ci siamo trovati molto bene, la città è grande e i quartieri da esplorare sono tanti, di sicuro il suo lato più piacevole è il centro (una vera bomboniera, ordinata e colorata) ma a noi sono piaciute anche le particolari periferie dove tra architettura brutalista e nuovi centri commerciali stanno nascendo molte zone “alternative” piene di locali interessanti, botteghe e vie tappezzate di street art più o meno spontanea.

Quello che forse non ci ha fatto invece impazzire di questa città è la zona commerciale e quella più antica del centro, belle da vedere ma forse un po’ troppo artificiose e impostate, soprattutto se paragonate alle vie storiche di Cracovia.

Dove alloggiare a Varsavia

Se avete solo un paio di giorni per visitare la città consigliamo di rimanere nei quartieri più centrali, ovvero tra Śródmieście Północne (il quartiere commerciale), la città vecchia e il lungo fiume (Powiśle). Se avete un po’ più di tempo e cercate un appartamento più economico potete dare un’occhiata al quartiere Praga e Nuova Praga, molto piacevole e a poca distanza dal centro. Questa zona è decisamente ben connessa con bus e metro, quindi sarete sempre piuttosto comodi.

Abbiamo selezionato per voi i migliori alberghi e alloggi di Varsavia prenotabili online, ce ne sono parecchi e in generale gli alloggi sono sempre deliziosi, curati e puliti. Ecco qualche offerta interessante scelta tra quelle su Booking.it.

Hotel Helvetia

In posizione assolutamente perfetta a 350 metri dalle vie Krakowskie Przedmieście e Nowy Świat si trova l’Helvetia, un hotel grazioso, curato anche se non troppo moderno ed elegante ma estremamente comodo e pulito. Se volete un rapporto qualità prezzo eccellente e una casa accogliente ma senza fronzoli vi consigliamo di soggiornare qui, inoltre troverete stanze da vari budget e anche micro appartamenti. PRENOTA ORA!

NYX Hotel Warsaw by Leonardo Hotels

Situato nel quartiere Wola a due passi dalla stazione centrale di Varsavia si trova il NYX Hotel Warsaw by Leonardo Hotels, un albergo elegante che dispone di camere climatizzate con TV satellitare e tutto quel che serve per sentirsi coccolati. L’albergo ha anche un ristorante e una reception aperta 24 ore su 24. Ci è piaciuto il fatto che tutte le camere siano dotate di scrivania con una comoda sedia, perfetta per chi deve passare tempo a computer anche in vacanza. PRENOTA ORA!

Zielna city center

Situato nel cuore di Varsavia, a breve distanza dalla Galleria d’Arte Nazionale Zacheta e da Piazza Pilsudski, lo Zielna City Center propone appartamenti ammobiliati e pronti all’uso con una bella vista sulla città. Se volete sentirvi a casa ed esplorare Varsavia da una location privilegiata vi consigliamo di partire da qui. PRENOTA ORA!

Se cercate un appartamento per soggiorni lunghi troverete tante offerte su Airbnb, un sito sicuro e molto usato in tutto il mondo grazie al quale i privati cittadini affittano le loro case e appartamenti ai turisti.
Iscrivetevi ad Airbnb da questo link e avrete immediatamente un buono fino a 35 euro per le vostre prenotazioni.

Quando andare a Varsavia

Ve lo diciamo subito: Varsavia è una delle città più fredde d’Europa durante l’inverno, con un clima molto vicino a quello di altre capitali del nord, come Oslo e Stoccolma. La stagione fredda qui è decisamente più lunga rispetto ai paesi dell’Europa meridionale (Italia compresa) e le temperature da ottobre ad aprile sono generalmente molto basse toccando tra dicembre e febbraio una media di -5 ºC. La neve è frequente e le ore di luce sono poche in questi mesi, in compenso piove poco.

In primavera inoltrata le temperature diurne diventano più piacevoli ma la pioggia può essere una vera guastafeste, questo fino a luglio, mese più piovoso dell’anno. Detto questo, in estate le giornate passano da sole pieno e temperature sopra i 25° C a 10°C e cieli temporaleschi, basta essere preparati!

I migliori tour di Varsavia: free tour e visite guidate private o di gruppo

Siete decisi a visitare la città con un tour organizzato? É sicuramente un ottimo modo per riuscire a vedere tutte le cose più belle in poco tempo. Ci sono tantissime escursioni, noi generalmente ci affidiamo a Civitatis, esperti in tour privati e di gruppo che offrono sempre ottime esperienze a prezzi molto contenuti.

Tra le visite guidate più quotate di Varsavia c’è sicuramente il loro free tour il modo perfetto per iniziare a scoprire la città polacca insieme a una guida in italiano esperta di storia locale (i free tour di Civitatis sono gratis, ma alla fine dell’attività il partecipante può dare una mancia in base a quanto si è divertito!).

Se invece cercate un tour privato con guida in italiano ci sono varie opzioni personalizzabili, in questo modo potrete avere la possibilità di scoprire la città con i vostri tempi e tutte le attenzioni necessarie.

Poi ci sono tanti altri tipi di tour particolari: il Pub Crawl per godere appieno della vita notturna della capitale polacca (un must per i giovani!) oppure quello che illustra la vita e le opere del musicista Chopin, uno dei pianisti più famosi del mondo nato e cresciuto a Varsavia. Di quest’ultimo itinerario in particolare ci siamo davvero innamorati.

Come visitare da Varsavia i campi di concentramento Auschwitz e Birkenau

Volete visitare i campi di concentramento più tristemente famosi della Polonia? Vi abbiamo già raccontato quanto sia facile e comodo farlo da Cracovia in questo articolo e ora vogliamo darvi qualche consiglio su se e come visitare i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau da Varsavia.

Se volete appoggiarvi ad un tour organizzato che gestisca anche gli spostamenti questo è uno molto valido a livello economico e organizzativo. Riteniamo che sia l’opzione migliore, soprattutto se avete poco tempo a disposizione da dedicare alla capitale della Polonia! Ora vi spieghiamo il perché!

Se invece volete fare da voi sappiate che Auschwitz è a breve distanza da Cracovia, ma parecchio lontano da Varsavia. Arrivare con i mezzi pubblici in giornata è sconsigliato, impieghereste davvero troppo tempo, meglio invece noleggiare un’auto. Il tragitto è di circa 330 km, un viaggio di 4h30min per arrivare ad Auschwitz, senza calcolare le possibili e snervanti code all’uscita di Varsavia e quelle che potreste trovare alla biglietteria se non andrete con un tour organizzato che prenota per voi i biglietti.
Noi personalmente sconsigliamo questa esperienza che potrebbe essere una grande perdita di tempo durante le vostre vacanze: molto meglio fare tappa a Cracovia per visitare la città ed essere relativamente vicini a questi luoghi preziosissimi della memoria che meritano una visita non frettolosa. In alternativa: prenotate la visita con un tour organizzato.

Se invece volete organizzare una visita a Varsavia fai da te, ecco qualche consiglio su cosa dovete assolutamente vedere, sia che stiate nella capitale per un giorno soltanto o che abbiate 2, 3 o più giorni da spendere da queste parti, abbiamo raccolto le attrazioni più belle della città.

Cosa vedere a Varsavia in 1 giorno

Avete solo 24 ore per visitare la città? Puntate dritto alle sue parti più belle, ma prima un consiglio spassionato: se avete solo una giornata da passare a Varsavia prenotate un tour privato di gruppo: solo così non perderete tempo prezioso.

  • Città vecchia
  • Via Reale
  • Vistola Boulevards

La città vecchia

Il centro storico di Varsavia è il suo fiore all’occhiello, una serie di viuzze e piazze fatta di case colorate, chiese e palazzi. Sorge intorno al castello ed era un tempo circondata dalle mura cittadine, di cui oggi resta il Barbacane (una parte di fortezza difensiva).

Durante la battaglia di Varsavia avvenuta durante l’invasione nazista della Polonia nel 1939 la zona venne pesantemente danneggiata dai bombardamenti, poi nel 1944 dopo la Rivolta di Varsavia l’esercito tedesco distrusse ulteriormente il centro cittadino facendo anche gravissimi danni al castello reale. Dopo la guerra il cuore della città fu nuovamente ricostruito con cura cercando di riproporlo nel modo più fedele possibile all’originale: il risultato è stato talmente buono che il centro storico di Varsavia è stato inserito nel 1980 tra i patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

La vostra visita dovrà comprendere l’esterno del Castello Reale (nella gita di un giorno non avrete tempo per vederlo internamente!) dove è stata approvata la Costituzione del 3 maggio 1791, la prima in Europa e la seconda nel mondo; nella bella piazza del castello ammirate la colonna del Re Sigismondo III Vasa, che nel XVI secolo trasferì la capitale della Polonia da Cracovia a Varsavia. Fermatevi a prendere un caffè d’altri tempi e a respirare l’aria antica della Piazza della Città Vecchia che sembra rimasta identica alle immagini di sette secoli fa. Al centro della piazza si erge una statua della Sirena di Varsavia, emblema e custode della città. Altre attrazioni importanti nei dintorni sono il Barbacane, la campana in via Kanonia e la cattedrale.

Via Reale (in polacco Trakt Królewski)

Quella che viene chiamata Via Reale è un lungo corso che collega tre ex residenze dei sovrani polacchi: il Castello Reale, il Palazzo Reale di Łazienki e il Palazzo di Wilanów. È la via più importante della città, qui si fa la classica passeggiata della domenica pomeriggio sorseggiando un caffè o magari mangiando un buon gelato.
Tra gli edifici più importanti che troverete lungo la via ci sono il Palazzo Presidenziale, il campus dell’Università di Varsavia, varie ambasciate e ministeri (palazzi molto belli e architettonicamente interessanti) e ovviamente al termine dell’itinerario il Palazzo di Wilanów.

Vistola boulevards

I panorami più belli di Varsavia li offre senza dubbio la Vistola: le sue sponde pedonabili sono la location perfetta per una passeggiata al tramonto o anche per passare la notte tra deliziosi locali affacciati sull’acqua. Anche qui troverete la Sirena, l’icona della città rappresentata da una bella statua, vicino ad essa c’è anche un parco giochi acquatico con fontane danzanti e mercatini di street food.
Lungo i viali pedonali si trovano alcuni interessanti musei: il Copernicus Science Center, il Museo sulla Vistola e il Parco delle fontane multimediali dove il venerdì e il sabato in estate si svolgono spettacoli d’acqua, luci e suoni.

PRENOTA UN TOUR PRIVATO DI GRUPPO
E OTTIMIZZA IL TUO TEMPO

Cosa vedere a Varsavia in 2 giorni

Alle mete precedenti aggiungete altri 3 luoghi bellissimi della città:

  • Castello Reale
  • Parco Łazienki
  • Palazzo della Cultura e della Scienza

Castello Reale di Varsavia

Costruito nel XIV secolo dai duchi di Masovia il Castello Reale di Varsavia è stata la residenza ufficiale dei monarchi polacchi fino alle spartizioni della Polonia, tra il 1926 e la seconda guerra mondiale il castello fu il centro amministrativo del paese e sede lavorativa del presidente della Polonia.

Sorge nella città vecchia su un colle che sovrasta Plac Zamkowy, ovvero la piazza del Castello. L’odierna struttura che troneggia sulla città non è il palazzo originale ma una copia fedelissima di quello bombardato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Dalle sue vecchie rovine venne riportato alla luce all’inizio degli anni ’70 e nel luglio 1974 tornò in servizio l’orologio della torre, romanticamente attivato all’ora esatta a cui si era fermato al momento del bombardamento della Luftwaffe.

La struttura del castello si sviluppa intorno a una corte interna a forma di pentagono con due dei lati affacciati sulla piazza centrale. Durante la vostra visita non perdetevi la splendida Galleria Kubicki, con una terrazza panoramica affacciata sul fiume, l’Appartamento del Re e il Grande Appartamento, le stanze Jagellone dove troverete splendidi ritratti originali dei sovrani e della loro famiglia.

Parco Łazienki

A nostro parere uno dei luoghi più magici di Varsavia: il parco Parco Reale Lazienki si estende su quasi 80 ettari ed è più grande della città. Al suo interno si trovano un giardino botanico curatissimo, un teatro, vari palazzi molto belli e la famosa statua di Chopin. Certamente è il luogo preferito dai Varsoviani, che qui fanno lunghe passeggiate nel verde circondati da palazzi sontuosi, un ottimo modo per rigenerarsi dopo una giornata immersi nel traffico cittadino.

Palazzo della Cultura e della Scienza

Uno degli edifici più particolari e riconoscibili di Varsavia è Pałac Kultury i Nauki, costruito nel 1955 su iniziativa di Joseph Stalin come “dono del popolo sovietico per i polacchi”, a noi piace moltissimo la sua particolare architettura ma a molti polacchi fa storcere il naso. Probabilmente c’entra il fatto che sia stato considerato a lungo un simbolo del potere socialista, oggi però ospita moltissimi concerti, mostre, fiere internazionali e al suo interno è possibile trovare anche una serie di locali e ristoranti alla moda nonché un ponte di osservazione al 30° piano che offre un bellissimo panorama della città.

Nei dintorni inoltre c’è una zona commerciale molto vivace, perfetta per gli appassionati di shopping!

Cosa vedere a Varsavia in 3 giorni

A tutte le precedenti visite aggiungete una terza giornata rilassante a zonzo per le zone meno centrali (ma comunque molto interessanti) della città!

  • Quartiere Praga
  • Palazzo Wilanów

Quartiere Praga

Per secoli il distretto Praga è stata una parte a sé stante della città, molto differente dalla più mondana e culturale parte centrale di Varsavia. Questa zona più popolare e rustica della città è stata risparmiata dalle distruzioni della seconda Guerra Mondiale ed è quindi architettonicamente una delle zone più antiche della città. Oggi mantiene un fascino grezzo da “vecchia Polonia” ma allo stesso tempo alcune sue parti sono state scelte dai giovani per diventare nucleo della cultura underground polacca.

Vi consigliamo di fare una passeggiata da queste parti (si arriva tranquillamente con 10 minuti di metro o bus dal centro), visitare il Museo Praga per conoscere la storia del quartiere, scoprire le varie chiese (molte delle quali ortodosse), i santuari nascosti nei cortili dei suoi grandi palazzi e guardare giganteschi murales. Vale una visita anche il Parco Skaryszewski, per un’esperienza molto cosmopolita e moderna visitate Saska Kępa, un quartiere all’interno di Praga dove troverete moltissimi ristoranti, gelaterie e pub dall’atmosfera internazionale.

Palazzo Wilanów

Come avrete notato i polacchi amano i parchi, le piante e il verde… ancora meglio se questi giardini sontuosi nascondono ville e palazzi regali. Ecco Palazzo Wilanów è una perla dell’architettura barocca a una decina di chilometri dal centro di Varsavia (anche qui si arriva in bus, in circa mezzora!) della quale gli abitanti locali vanno molto fieri. Per i suoi edifici dall’architettura particolare è noto come “Piccola Versailles” ma in realtà gli edifici del palazzo hanno numerosi stili tra il polacco, il francese, l’italiano, l’inglese e il cinese (eh sì, ci sono anche padiglioni cinesi molto belli).

Fu costruito da Re Jan III Sobieski nel XVII secolo e poi venne ampliato e modificato dai vari successivi occupanti. Nel 1805 su iniziativa del proprietario del tempo Stanisław Kostka Potocki, nel palazzo fu aperto uno dei primi musei pubblici della Polonia, oggi Wilanów è un monumento nazionale e un’attrazione turistica notevole, oltre a un luogo di svago perfetto per gli abitanti della capitale polacca che, soprattutto la domenica, amano frequentare i suoi giardini per passeggiare, ascoltare la musica e fare picnic in famiglia.

Extra di viaggio: Tour della Varsavia ebraica

Avete ancora un po’ di tempo da dedicare alla scoperta della storia di Varsavia? A nostro parere una delle esperienze migliori che potrete fare in città è scoprire i luoghi della memoria ebraica.

Infatti prima della Seconda Guerra Mondiale Varsavia era uno dei più grandi centri di cultura giudaica e questo a lasciato segni indelebili nella città sia a livello sociale che architettonico. Per avere molte informazioni consigliamo di visitare il POLIN, Museo di Storia degli Ebrei Polacchi e di porgere omaggio al monumento agli eroi del ghetto (realizzato poco dopo la seconda guerra mondiale per commemorare coloro che hanno combattuto e sono morti nel ghetto di Varsavia) e al monumento Umschlagplatz (che sorge nel luogo in cui nel 1942 moltissimi ebrei vennero trasportati nel campo di sterminio di Treblinka).

Per un tour completo con guida che approfondisca questo argomento rivolgetevi ancora una volta a Civitatis che propone un ottimo free tour del ghetto di Varsavia.

.