entrare o non entrare? restare solo nel giardino? pagare o non pagare

Uno dei simboli indiscussi di Osaka è il suo castello, meta turistica d’eccellenza e custode secolare della storia della città. Di sicuro ha un bel colpo d’occhio e i giardini che lo circondano, famosissimi e super frequentati durante il periodo dell’hanami, rendono l’esperienza della visita ancora più emozionante. Quanto tempo dedicare alla visita del Castello di Osaka? Vale la pena pagare il biglietto di ingresso? Anche chi arriva a Osaka per una visita di un paio di giorni non può rinunciare a vedere il suo castello, che si eleva fiero nel bel mezzo del centro cittadino, creando spettacolari cartoline che vedono moderni grattacieli stagliarsi su antiche torri (purtroppo ricostruite) che rimandano al Giappone più antico.
La costruzione dell’Osaka Castle risale al 1583. Come luogo significativo per gettarne le fondamenta venne scelto lo storico sito del tempio Ishiyama Honganji, che era stato distrutto diversi anni prima. Toyotomi Hideyoshi (famoso samurai, stratega militare e governatore durante il periodo Momoyama) decise di fare di questo edificio imponente il cuore e il cervello di un nuovo Giappone, unificato sotto il suo dominio.

Nel 1598 però Hideyoshi morì e pochissimi anni dopo gli eserciti di un soldato rivale distrussero il suo amato palazzo e terminarono la sua discendenza. Il castello venne ricostruito e distrutto (per mano dell’uomo o da eventi naturali) da allora diverse volte fino a che nel 1931 venne pianificato e realizzato un restauro in ferro-cemento che coinvolse la sua area centrale e più delicata, la torre del castello, sopravvissuta fino ad oggi, miracolosamente salva dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale che imperversarono lungamente su Osaka. Nel 1997 un ulteriore restauro ha reso la struttura moderna, accessibile e accogliente per turisti e visitatori.

Non partire per il Giappone senza la guida Lonely Planet

Non partite per il Giappone senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

Il castello, le cittadelle e il Nishinomaru Garden

La torre del castello, che svetta austera sui terreni limitrofi, è circondata da diverse cittadelle secondarie che comprendono numerose porte, torri minori, mura di pietra e fossati. Potrete tranquillamente muovervi tra queste e il parco intorno al castello senza bisogno di pagare il biglietto d’ingresso che è necessario solamente per entrare all’interno delle mura della torre principale e nel giardino Nishinomaru. All’interno della torre, su diversi piani, è organizzato il Museo del Castello (600 Yen) che raccoglie tantissime informazioni sulla città di Osaka, sull’edificazione del castello e sulla vita di Toyotomi Hideyoshi (compreso uno splendido diorama che si trova al settimo piano che racconta la storia di questo personaggio in modo davvero esaustivo).

Potrebbe interessarti anche:
I migliori templi di Osaka, Giappone

Il Giardino Nishinomaru, comprende la zona un tempo adibita a cittadella occidentale, è famosissimo in tutto il Giappone per i suoi 600 alberi di ciliegio che durante il periodo della fioritura offrono uno degli spettacoli più romantici e speciali di tutta la città. Nel parco troverete anche un casa da tè tradizionale e da una delle torri minori potrete godere di alcuni scorci interessanti sul castello e sulla città. Il giardino richiede una tassa di ammissione di 200 Yen, che sono certamente ben spesi per lo spettacolo offerto, soprattutto durante l’hanami: se non volete pagare l’ingresso potrete visitare tutte le altre zone del parco e aggirarvi all’interno della mura del castello gratuitamente.

Stiamo parlando dell’area del Parco del Castello, che copre circa due chilometri quadrati e comprende giardini, impianti sportivi, un’arena, un santuario dedicato al fondatore del palazzo. Spesso durante le festività vengono organizzati mercatini, punti di ristoro e intrattenimenti culturali. Certo il Castello di Osaka è senza dubbio l’attrattiva numero uno della città e lungi da noi sconsigliarvi una visita, ma se viaggiate low-budget e quello che vi interessa è avere una visione d’insieme dell’architettura del palazzo e godervi l’atmosfera dei suoi splendidi giardini, vi consigliamo di limitarvi a girovagare nei suoi dintorni, vedere il Giardino Nishinomaru e non pagare il biglietto d’ingresso alla torre principale se non siete particolarmente interessati alle ricostruzioni storiche, tanto più che l’interno del castello in sé (come avviene per gran parte dei castelli giapponesi) è piuttosto spoglio e non ha quasi nulla di originale.

Come arrivare al Castello di Osaka

Ci sono diverse porte che portano al Parco del Castello: noi vi consigliamo di entrare dalla Otemon Gate nell’angolo sud-occidentale del parco, facilmente raggiungibile con la linea metropolitana Tanimachi e Chuo;  in alternativa dirigetevi alla stazione Osakajokoen sulla JR Loop Line.

Orari e giorni di apertura dell’Osaka Castle

Torre del castello: aperta dalle 9:00 alle 17:00 (con ingresso fino alle 16:30); orario prolungato durante varie festività e mostre speciali. Chiusa dal 28 Dicembre all’1 Gennaio.
Biglietto d’ingresso: 600 yen

Giardino Nishinomaru: aperto dalle 9:00 alle 17:00 (chiusura anticipata alle 16:30 da Novembre a Febbraio). Aperto fino alle 21:00 durante la stagione della fioritura dei fiori di ciliegio. Chiuso il lunedì (o giorno successivo se il lunedì è festa nazionale) e l’1 Gennaio.
Biglietto d’ingresso: 200 yen (350 yen durante l’apertura prolungata della stagione dell’hanami)

Dove dormire a Osaka, Giappone

Se avete intenzione di fermarvi in città a lungo vi consigliamo di affittare una stanza o un appartamento su AirbnbIscrivetendovi attraverso questo link riceverete un buono di 35 euro per la vostra prima prenotazione. Se invece avete programmato di visitare Osaka in un paio di giorni vi segnaliamo le tre sistemazioni che riteniamo più interessanti: Hotel Lucky è in un quartiere molto interessante, leggermente defilato dalle affollate Namba e Umeda, che raggiungerete facilmente a piedi. Una doppia vi costerà solo 23 euro a notte.
In alternativa all’Hotel Mikado con 29 euro a notte per una stanza doppia avrete anche una SPA gratuita 24 ore su 24 e la possibilità di affittare biciclette gratuitamente.
Se invece preferite alloggiare in pieno centro e non volete spendere una follia, affidatevi al Qoo Hostel Osaka, pulito, moderno e ordinato, ma con letti in camerata decisamente a buon mercato.
 

Share: