Nara, Giappone: cosa vedere in un giorno, guida e itinerario

Nara Giappone Cosa Vedere Un Giorno Guida Itinerario

la città diventata famosa per i cervi liberi offre tanto di più

Durante un viaggio in Giappone, dopo una tappa obbligatoria a Kyoto (e Uji!), è il momento di visitare Nara, città ricca di storia, intima e immersa nella natura. Questa antica capitale del Giappone è uno di quei luoghi meravigliosi e rigeneranti che piacciono a tutti, con una combinazione perfetta tra monumenti, santuari, templi, parchi e panorami scenici, il tutto condito dalla continua presenza di cervi; sì, perché la città brulica di cervi liberi e curiosi.Essendo localizzata a 50 chilometri da Kyoto (passando per Uji, altra interessantissima meta turistica) e poco più di 30 chilometri da Osaka, Nara può essere la gita perfetta di un giorno tra queste due tappe, ed è un posto eccellente per prendersi una pausa dalle grandi città. Conosciuta anche per essere stata la città dov’è nato il sakè moderno, oggi è rimasta la capitale ad honorem del sakè di qualità: quindi se siete degli appassionati potrete gustare versioni molto rare e preziose di questa bevanda alcolica in alcuni locali specializzati.




La città è relativamente piccola e può essere esplorata piacevolmente a piedi senza troppo stress, sappiate però che solitamente è piuttosto affollata di turisti, soprattutto in primavera quando arriva il picco della stagione turistica in Giappone. Pertanto, se avete in programma di visitare Nara in un giorno vi consigliamo di seguire attentamente questa guida, il cui itinerario vi permetterà di ottimizzare il tempo a vostra disposizione.

ABBIAMO SCRITTO UNA GUIDA A KOBE, OSAKA, KYOTO E NARA

Non partite per il Giappone senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

Di cosa parliamo in questo articolo:

Potrebbe interessarti anche:
Kyoto, cosa vedere e fare in due giorni

Dove dormire a Nara, Giappone

Nell’itinerario che vi consigliamo è prevista una notte in città, anche perché sarebbe un peccato non cenare assaggiando un bel piatto di kameshi (vedi paragrafo successivo). Vi consigliamo di soggiornare in pieno centro città, nella zona della stazione Kintetsu Nara, dove si trovano la maggior parte delle attrazioni turistiche e dei ristoranti.
Se cercate un appartamento o una camera, potreste affidarvi ad Airbnb, il sito grazie al quale i privati cittadini affittano le loro case e appartamenti. Iscrivetevi ad Airbnb da questo link e avrete immediatamente un buono fino a 35 euro per le vostre prenotazioni.
Altrimenti consultate il solito Booking.com

Guest House Oku

La Guest House Oku dista solamente 5 minuti a piedi dalla stazione di Kintetsu Nara e 15 minuti a piedi dalla stazione JR di Nara. È una struttura piccola e accogliente dall’atmosfera familiare, offre un totale di 3 camere, dotate di aria condizionata e un potente wifi, i servizi igienici e la doccia sono in comune ma sono davvero pulitissimi e ordinati. Stanze a partire da 52 euro in doppia, per una sistemazione davvero accogliente e intima, a due passi dalle attrazioni più interessanti di Nara! PRENOTA ORA!

Takama Guest House

La graziosa Takama Guest House dista 3 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria Kintetsu Nara. È il luogo ideale per chi ama le atmosfere casalinghe rilassanti e magari cerca una sistemazione con cucina (in comune). Le stanze sono dotate di letti occidentali e, in alcuni casi, di tradizionali futon su pavimenti in tatami, prezzi a partire da 44 euro a notte per una camera matrimoniale in stile giapponese davvero accogliente! PRENOTA ORA!

Bnb Sarasa Nara

Per chi sceglie di soggiornare in ostello e vuole un letto in camerata economico, pulito, comodo e con un buon livello di privacy, consigliamo di scegliere il Bnb Sarasa Nara. Letto in dormitorio misto (vi sembrerà di essere in un capsule hotel!) da 14 euro a persona. PRENOTA ORA!

Storia della città di Nara in Giappone

Tra il 710 al 784, ovvero il “periodo Nara”, quello che era nato come un modesto centro urbano ai piedi del monte Miwa venne scelto dall’Imperatrice Gemmei per diventare la nuova capitale del Giappone e in brevissimo tempo si trasformò in una florida città, vivace e ricca a livello culturale e religioso. Lo sviluppo urbanistico della nuova capitale venne modellato sulla tradizione architettonica cinese a griglia ortogonale, sviluppata intorno al Palazzo Imperiale con i templi principali come punti cardinali della città. In questo periodo a Nara vennero fondati numerosi importanti templi buddhisti che rimasero in funzione anche dopo lo spostamento della Capitale a Nagaoka e poi a Kyoto.



Successivamente la città continuò a prosperare, anche se il potere dei suoi grandi templi attirò spesso le ire di molte famiglie di samurai che per osteggiarne l’accumulo di interessi e influenza politica decisero di distruggere ripetutamente molti dei più importanti. Per questo motivo (e per altri eventi bellicosi e faide interne alla città) molti degli edifici religiosi che vedrete a Nara sono stati più volte ricostruiti nel tempo (come ad esempio il Todai-ji e il Kofuku-ji).

Come arrivare a Nara da Kyoto, Osaka o Uji

Come abbiamo già accennato i collegamenti tra Nara e le altre mete più note del Kansai sono davvero immediati.
Per arrivare da Kyoto a Nara potrete prendere la linea JR (utilizzando così anche il vostro JR Pass, se ne avete uno) da Kyoto Station a Nara Station: salite sul Miyakoji Rapid Train e giungerete in 30 minuti, spendendo 710 yen. Attenzione a non prendere il local, che costa uguale ma ci mette più del doppio. In alternativa potrete utilizzare i treni da Kyoto Station a Kintetsu Nara Station della Kintetsu Railways: 45 minuti e 620 yen gli express e 1130 yen per 35 minuti di viaggio i limited.

Anche per arrivare da Osaka a Nara potrete usare le linee JR o Kintetsu, a seconda delle necessità. Se volete utilizzare il vostro JR Pass dovrete prendere un treno della JR Yamatotoji Line da Namba Station o Osaka Station: nel primo caso con un rapid spenderete 560 yen per 51 minuti di viaggio, mentre nel secondo 50 minuti di viaggio e 800 yen di spesa. Con la Kintetsu Nara Line dovrete partire da Namba e arriverete con un rapid in 39 minuti spendendo 560 yen. Lasciate perdere il limited con il quale risparmiereste 4 minuti, spendendo più del doppio.

Per arrivare da Uji a Nara prendete la JR Nara Line che in un’ora (500 yen) vi porterà direttamente dalla Uji Station alla JR Nara Station.

I cervi di Nara

Dichiarati “monumenti naturali” della città, i cervi di Nara vagano liberamente per il centro e sembra non vedano l’ora di farsi fotografare. Attualmente si calcola che vi siano circa 1.200 esemplari a Nara, ma come sono arrivati a colonizzare la città fino a diventarne il simbolo indiscusso?

Il Parco di Nara copre una vasta area del centro cittadino: in questi terreni sorge il Santuario Kasuga Taisha, dedicato alla divinità Takemi Kajichi no Mikoto, che si dice sia giunta a Nara cavalcando un cervo. Questa leggenda, alla quale la città è molto legata, ha fatto sì che i cervi venissero protetti ed ospitati in tutto il parco fino a diventarne gli animali. Ai turisti ovviamente questa cosa è piaciuta molto e farsi una foto di rito con i piccoli cervi giapponesi mentre si porge loro uno Shika-Senbei (appositi cracker per animali venduti a Nara) è diventato un grande must.

Itinerario per la visita di un giorno a Nara, Giappone

Questo itinerario copre alcune delle maggiori attrazioni turistiche della città: ovviamente avendo tempi limitati vi consigliamo di non fare troppe deviazioni dal percorso indicato per riuscire a vedere in giornata tutti i luoghi che abbiamo segnalato. Essendo una meta che molti turisti toccano in giornata, la sera Nara si svuota e guadagna un fascino davvero intimo e piacevole: per questo ricordatevi che pernottare in città è un’ottima idea. Ecco il nostro tour, perfetto per muoversi a piedi (o in bicicletta) all’interno del centro cittadino e dei suoi preziosi parchi.

Mattina a Nara: colazione con mochi artigianale da Nakatanidou

Sia che arriviate a Nara Station della linea JR o che arriviate alla Kintetsu – Nara Station (si trovano molto vicine), vi troverete comunque a pochi minuti di cammino dalla nostra prima meta, il più famoso negozio di mochi della città, che si trova proprio sulla strada per arrivare al tempio kofukuji. Da Nakatanidou (www.nakatanidou.jp/english) sono specializzati nelle speciali tortine di riso glutinoso e sono conosciutissimi in città per offrire dolci freschissimi. Qui assaggerete sicuramente uno dei mochi più buoni che potrete provare in Giappone e noterete l’abissale differenza con quelli confezionati. Il nostro consiglio è di fare un pieno di energia con una porzione di Yomogi-mochi ancora caldo (mochi casereccio insaporito con foglie di artemisia e ripieno di pasta di fagioli rossi dolce) prima di partire per la vostra giornata a Nara.

Mattina a Nara: Tempio Kofukuji

Ora dirigetevi verso il Tempio di Kofukuji (www.kohfukuji.com/english.html), famoso per ospitare la seconda pagoda più alta del Giappone: le sue aree principali sono a ingresso libero, mentre ce ne sono tre in particolare che richiedono il pagamento di un biglietto d’ingresso: parliamo della Golden Central Hall, la Eastern Golden Hall e il Kofukuji’s National Treasure Museum. Noi vi consigliamo di ammirare dall’esterno le strutture del tempio senza pagare ticket d’ingresso, perché il bello di questo posto è proprio il contesto naturale del parco e l’architettura dell’imponente pagoda centrale. Inoltre una visita completa richiederebbe molto tempo, che con un solo giorno a Nara non avrete!

Mattina a Nara: Nara Prefectural Office per vedere Nara dall’alto

Dal Tempio di Kofukuji raggiungerete in pochi minuti l’Ufficio della Prefettura di Nara (www.visitnara.jp/venues/A01039/), un edificio governativo che ha un bellissimo osservatorio che offre una splendida vista panoramica dall’alto su Nara a 360°, completamente gratuita. Troverete la terrazza aperta tutta la settimana (a parte particolari giornate festive) dalle 8:30 alle 17:30 (apertura prolungata fino alle 19 in aprile e maggio) .

Pranzo a Nara a base di tonkatsu

Purtroppo l’unica cosa per la quale Nara non ci entusiasma troppo è che nella zona più turistica ci sono poche opzioni per chi cerca cibo genuino, gustoso e allo stesso tempo economico. Il nostro consiglio è (prima di proseguire verso le tappe successive dove troverete meno scelta) di fare qualche passo indietro verso la zona della stazione della stazione Kinketsu – Nara dove si trovano diversi ristorantini a prezzi onesti e con proposte invitanti. Noi vi consigliamo di provare il Tonkatsu Ganko (www.gankofood.co.jp/shop/detail/ton-nara/), una catena di ristoranti diffusissima in tutto il Giappone: il ristorante di Nara in particolare è specializzato in piatti a base di Tonkatsu, la famosa cotoletta giapponese.

Pomeriggio a Nara: Yoshikien Garden

Dopo pranzo dirigetevi verso lo Yoshikien Garden (10 minuti a piedi dall’area della stazione Kinketsu – Nara). Isuien Garden e Yoshikien Garden sono i due iconici giardini giapponesi che non possono non essere citati in un itinerario in città. Entrare al Isuien Garden costa ben 900 yen e anche se l’architettura di questo giardino è davvero interessante e particolare, noi vi consigliamo di risparmiare tempo e soldi e visitare i Giardini Yoshikien (www.pref.nara.jp/39910.htm), che sono altrettanto belli, completamente gratuiti per i turisti stranieri (portate il passaporto) e si trovano a 500 metri dall’edificio della Prefettura. Il parco è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso alle 16:30). Fermatevi ad assaporare un po’ di quiete nel giardino roccioso, ad ammirare i colori del giardino fiorito, a gustare la pace del laghetto e la bellezza architettonica della sua casa da tè.

Pomeriggio a Nara: Parco di Nara

Procedete a piedi verso il Parco di Nara (nara-park.com/en/) dove arriverete con una passeggiata di pochi minuti dallo Yoshikien. Questo parco a ingresso libero è famoso perché qui si concentra la popolazione di cervi sacri alla città. Fondata nel 1880, questa enorme area verde è la sede di molte delle principali attrazioni di Nara, tra cui il Tempio Todaiji, il Santuario Kasuga Taisha e il Museo Nazionale di Nara. Prestate molta attenzione perché in questa zona i cervi diventano piuttosto aggressivi quando avvistano del cibo, quindi non sventolate troppi cracker (il loro cibo preferito, che potete acquistare in una bancarella nel parco) o rischierete l’assalto!

Pomeriggio a Nara: Kasuga Thaisha

Dall’ingresso principale del Nara Park, dirigetevi attraverso un sentiero segnalato nel bosco verso la vostra prima meta interna al parco, il santuario shintoista Kasuga Taisha (www.kasugataisha.or.jp/about/index_en.html), uno dei luoghi più incantevoli della città, reso così speciale da una fitta rete di lanterne, di sentierini tra gli alberi del bosco e dall’imponente struttura dal tipico rosso sfavillante che ne è il cuore. Non limitatevi a osservare il santuario, ma esplorate i dintorni e troverete altri piccoli santuari immersi nella natura. Ingresso gratuito.

Pomeriggio a Nara: Tempio Todai-ji

Incamminatevi dal santuario attraverso il parco dirigendovi verso il tempio Todai-Ji (www.todaiji.or.jp/english/index.htm) che si trova a circa 15 minuti di cammino verso nord. Il primo edificio interessante che incontrerete è la Nigatsudo Hall (ingresso gratuito), una bellissima struttura in legno che offre una perfetta vista panoramica sulla città dalla sua terrazza rialzata. Da un lato della Nigatsudo Hall parte un sentiero in pietra che conduce con una breve passeggiata molto scenografica fino al cuore del tempio, la Daibutsu-den Hall di Todai-ji (biglietto d’ingresso 600 yen), il più grande edificio realizzato in legno al mondo, dove si trova un Grande Buddha di bronzo alto ben 14 metri.

Cena a Nara a base di Kameshi

Prima di lasciare Nara dovete provare il Kameshi, un piatto tipico della città composto da riso cotto in una pentola di ferro condita con vari tipi di carne o frutti di mare. Kamameshi Shizuka (www.kamameshi-shizuka.jp/eng.html), è un noto ristorante di Nara che ha due sedi, una delle quali vicino al Parco Nara. Andarci a pranzo può richiedere attese davvero lunghe, ma per cena l’atmosfera è quasi sempre tranquilla e non si trova quasi mai coda per il tavolo. Se siete incuriositi consultate il sito del ristorante che vi spiega anche (miracolosamente in inglese) come approcciare questo piatto particolare.

Tappa extra – visita ad una distilleria di sake

Se decidete di restare più a lungo a Nara, magari anche per scoprire le gioie del suo prelibato sakè, vi consigliamo di ritagliarvi un paio d’ore per una degustazione in una distilleria locale: Harushika Sake Brewery (harushika-sake-brewery.business.site/ sito solo in lingua giapponese). Recandovi sul posto potrete acquistare un tour della fabbrica di sakè e degustare insieme ad un esperto alcuni prodotti locali. Attenzione perché il tour è disponibile solo in alcun periodi dell’anno.

ABBIAMO SCRITTO UNA GUIDA A KOBE, OSAKA, KYOTO E NARA