il sud del Portogallo ha scogliere selvagge e natura indomabile 

Sagres è un piccolo paesino, una manciata di case che sorge sull’estrema punta occidentale dell’Algarve e che da anni si è affermata come meta turistica per gli amanti del surf e del kitesurf. Vi garantiamo che anche se non siete in cerca di onde Sagres, Cabo de São Vicente e dintorni meritano assolutamente una visita per gli incredibili paesaggi, le spiagge selvagge e le passeggiate tra le alte scogliere. Il Portogallo del sud è natura indomabile e questi posti ne sono l’esempio. Con una gita di un giorno da Lagos a Sagres potrete visitare anche Cabo de São Vicente, che costituisce l’ultima drammatica propaggine di terra dell’Algarve che si affaccia sull’Oceano Atlantico. La regione che ospita Sagres e Cabo de São Vincente è davvero una fonte continua di paesaggi mozzafiato e un susseguirsi di bellissime spiagge.
Ma perché dunque non è diventata altrettanto nota come meta turistica dell’Algarve e non si è sviluppata come la vicina Lagos o come la moderna Portimão? Ci ha pensato la natura a limitare le aspirazioni turistiche di questa cittadina rendendo difficoltosi gli accessi alle spiagge delimitate e nascoste da incredibili scogliere rocciose.

NON PARTIRE SENZA LA GUIDA LONELY PLANET DEL PORTOGALLO

Ma questa è stata probabilmente la ragione per la quale l’atmosfera qui è rimasta tanto incontaminata e selvaggia. Il carattere delle spiagge di Sagres è decisamente marcato, forte e duro. Sulle sue cime rocciose come sulle spiagge il vento è sempre estremo e i cambiamenti climatici sono repentini, un altro motivo per la quale Sagres fatica ad accontentare i turisti più comodoni.
In questa guida vi proponiamo un itinerario tra Sagres, Cabo de São Vicente tutto ciò che c’è da vedere nei dintorni.




Se non siete surfisti o aspiranti tali vi consigliamo di visitare Sagres e Cabo de São Vicente in giornata, arrivando la mattina e ripartendo nel pomeriggio avrete tutto il tempo per godervi le sue belle spiagge, fare una lunga passeggiata tra le scogliere per raggiungere il faro e visitare la fortezza della cittadina.

Di cosa parliamo in questo articolo:

Dove dormire a Sagres, Algarve

Sagres è molto popolare tra i visitatori che visitano il Portogallo per praticare surf e kitesurf, per il resto la maggior parte dei turisti la visita in giornata senza fermarsi a dormire nel paesino. In ogni caso gli alloggi per turisti in città non mancano, anche di buona qualità. Ecco alcune tra le soluzioni migliori che potete trovare on line.

Apartamentos Atalaia

Posizione centralissima, cucina comune, staff molto cordiale e soprattutto stanze semplici ma ampie e organizzatissime. Rapporto qualità prezzo davvero eccellente, con camere doppie a partire da 31 euro a notte. PRENOTA ORA!

Puravida Divehouse

Questa bellissima casa a 5 minuti dalla spiaggia e dal centro di Sagres è davvero un gioiello. Arredamenti curati, camere accoglienti e tanti spazi comuni tutti da sfruttare. Offre anche camerate condivise e piccoli monolocali, perfetti anche per famiglie. Posto in camerata a partire da 15 euro a persona e monolocali da 55 euro a notte. PRENOTA ORA!

Sagres Sunny Room

Piacevole pensione affittacamere a 1 km dalla bella spiaggia di Mareta, stanze pulite e comode, staff gentilissimo e ambiente rilassato. Altro alberghetto a gestione familiare con un buon rapporto qualità prezzo, camere matrimoniali a partire da 40 euro a notte. PRENOTA ORA!

Come raggiungere Sagres e Cabo de São Vicente

Sagres è ben collegata dalla statale N268 con le altre mete turistiche dell’Algarve e anche con la costa ovest del Portogallo. Non c’è una stazione dei treni in zona, ma i collegamenti in autobus sono decisamente validi e frequenti durante tutto l’anno. In questo sito troverete i bus che collegano la cittadina con Lagos e Portimão.

Una volta arrivati a Sagres potrete esplorare a piedi la città (che è davvero di ridotte dimensioni), decidere di arrivare a Cabo Sao Vicente a piedi con una lunga passeggiata tra le scogliere o prendere il bus che collega il centro cittadino con il faro (linea 47). La fermata dei bus centrale della cittadina si trova vicino alla spiaggia principale in questa posizione. Il servizio di collegamento con Cabo Sao Vicente in primavera e in estate è attivo tutti i giorni mentre in autunno e inverno viene sospeso durante il week end. Per altri spostamenti ci si può rivolgere al servizio taxi locale (i veicoli si trovano nella rotonda vicino alla fermata dell’autobus) o chiamare un Uber attraverso l’apposita app.

Cosa vedere a Sagres con una gita in giornata da Lagos

Il tour mordi e fuggi che vi proponiamo per Sagres e dintorni comprende relax in spiaggia, la visita alla cittadina di Sagres e alla sua fortezza, una bella camminata in cerca di panorami tra le scogliere per arrivare a Cabo de São Vicente, intervallata da un pranzo in un ottimo ristorante locale.

Il centro, la zona del porto e la Fortaleza di Sagres

Il piccolo porto di Sagres si trova subito a est del centro cittadino lungo la costa orientale: per visitarlo dirigetevi verso la bella Baleeira una piccola spiaggia che si trova proprio di fianco al porto e offre una bella vista. Poi camminando lungo la costa verso il centro cittadino arriverete a Praia de Mareta, una bellissima spiaggia (la più frequentata e vicina al centro di Sagres) perfetta per rilassarsi, prendere il sole (è abbastanza riparata dal vento anche d’inverno) e fare un bel bagno nell’acqua limpida (e ovviamente freddissima).
Proprio sulla spiaggia si trova Il Raposo, un bar ristorante con terrazzina vista mare perfetto per una colazione dall’atmosfera invidiabile (apre alle ore 10). Dopo esservi goduti la spiaggia e il mare date un’occhiata al centro cittadino di Sagres, ci era stato descritto come un centro urbano vivace, ma durante la nostra visita l’abbiamo trovato decisamente poco vissuto, con la maggior parte delle case e dei locali chiusi e pochissima gente locale. In ogni caso resta un bel paesino dai muri bianchi, con edifici semplici e piuttosto ben tenuti. La piazzetta centrale, Praça da República, è la zona con più vita della città grazie alla presenza di un paio di bar aperti anche d’inverno.

La principale attrazione turistica di Sagres è la Fortaleza (il Forte di Sagres): per raggiungerlo camminate dal centro città lungo la strada N268 – 2 e dopo meno di un chilometro arriverete all’ingresso della fortezza; costo d’ingresso 3 euro.
Le mura esterne sono decisamente poco avvenenti ma all’interno il paesaggio offerto è davvero gradevole. La struttura di questo forte è particolare perché, grazie alla speciale conformazione del promontorio sulla quale è stata fondata, sono state erette solo le mura frontali per difenderla visto che lateralmente e posteriormente era di per sé inagibile a causa delle alte scogliere che tuttora la separano dal mare e la proteggono da invasioni marittime. L’interno del forte non è eccezionalmente bello ma la vista è eccellente, c’è una piccola cappella bianca molto scenografica, una gigantesca rosa dei venti e un’istallazione chiamata “la voce del mare” dove un canale nella pietra trasporta e amplifica i rumori del mare e dei forti venti che caratterizzano queste zone.
Se non volete entrare nella fortezza potrete comunque godere di una bella vista su Cabo de São Vicente anche dall’esterno delle mura.


Camminata tra le scogliere di Sagres

A questo punto se siete amanti delle passeggiate e la giornata non è troppo calda vi consigliamo di dirigervi a piedi verso Cabo de São Vicente. Partendo da dietro Praia do Tonel troverete un percorso segnalato che segue tutta la costa fino al faro. Il sentiero non è troppo definito, ma è marcato con segnali colorati blu e verdi che tracciano in modo abbastanza coerente il percorso. In ogni caso si tratta di camminare vicini al bordo delle scogliere su una landa piatta per tutto il tempo quindi è impossibile perdersi.
La camminata (o trekking) in totale sarà di circa 7 km, praticamente tutta in piano e vi darà la possibilità di ammirare un susseguirsi di scogliere, spiagge nascoste e tante belle vedute del faro in lontananza. A poco più di metà del percorso vi consigliamo di fermarvi a pranzare in un bel ristorante che si trova dietro Praia do Beliche (stupenda e imperdibile, sia dall’alto che dal basso). Il ristorante Terra è un ottimo luogo dove riposarsi e rilassarsi gustando ottimi piatti di pesce, carne e verdure alla griglia, i proprietari sono italiani e offrono una cucina semplice e genuina che si adatta molto bene anche allo stile portoghese (non è assolutamente il solito ristorante che scopiazza malamente la cucina italiana).
Dopo la pausa rimettetevi in cammino: poco dopo il ristorante troverete sulla vostra sinistra una bella struttura dalle mura in pietra, è la Fortaleza de Belixe, potete avventurarvi tra le sue mura esterne ma la costruzione interna è attualmente chiusa al pubblico.
Proseguendo arriverete all’ingresso di Cabo de São Vicente.  L’entrata alla zona del faro è libera, affacciarsi sul mare da questa alta scogliera sferzata dal vento offre davvero un panorama splendido, soprattutto al tramonto. Il Faro si erge imponente su una scogliera alta ben 75 metri, è uno dei più potenti del Portogallo e può essere avvistato in mare fino ad una distanza di 50 km. Attorno al faro troverete bagni a pagamento (50 centesimi), qualche negozietto di souvenir e una bella caffetteria. C’è anche un piccolo museo dedicato alla storia di questo particolare promontorio.
Terminata la visita al Faro potrete prendere il bus che in circa 10 minuti vi riporterà in centro a Sagres o un taxi (ne troverete davanti alla fortezza) oppure potete chiamare un Uber o perché no fare l’autostop visto che tantissime macchine di turisti si dirigono proprio verso la vostra meta e non sarà difficile farsi dare un passaggio.

Le tappe prima o dopo Sagres in un viaggio in Algarve

La tappa precedente a Sagres solitamente è la splendida Lagos, dove potrete trascorrere almeno un paio di giorni a prendere il sole nelle sue suggestive spiagge e a godervi il tramonto da scogliere a picco sul mare. Ma un itinerario nel sud del Portogallo non è completo se non avete visitato Faro (con la sua splendida cattedrale) e Olhão, borgo di pescatori dall’atmosfera vivace.
Approfondimento: cosa vedere a Faro, porta dell’Algarve
Approfondimento: itinerario e guida a Olhão, tra le sue isole di pescatori

Share: