una guida per un viaggio che abbini relax, cultura e ottimo cibo

Ci sono centinaia di bellissime isole in Malesia e anche le sue coste, nonostante siano meno conosciute e spettacolari, sono caratterizzate da tantissime località balneari interessanti. In questo articolo abbiamo selezionato i migliori luoghi dove andare al mare in Malesia suddividendoli per area geografica, ovvero penisola occidentale e penisola orientale. Se state pensando a un viaggio nel paese non dimenticate di dedicare qualche giorno alle sue belle spiagge. Ci sono anche molte isole famose per la loro bellezza nel Borneo Malese, molte delle quali sono situate in ambienti naturali protetti e sono solitamente meta di vacanze molto esclusive in resort da mille e una notte. Molto spesso queste isole sono completamente disabitate e selvagge tranne che per la presenza di uno o massimo due resort di altissima classe e questo le rende al tempo stesso incontaminate e pure, ma anche difficilmente abbordabili per il turista medio. Eviteremo in questo articolo di parlare del Borneo e ci concentreremo sulla costa e le isole della Malesia peninsulare.

Non partite per la Malesia senza la Guida Lonely Planet. Guardate le offerte su Amazon!

Non partite per la Malesia senza un’assicurazione sanitaria di viaggio

In particolare in questo articolo parleremo di:

Potrebbe interessarti anche:
Quando andare in Malesia, stagione migliore, monsoni e temperature

Dove andare al mare in Malesia: peninsulare occidentale

Il tratto di costa ovest della penisola Malese non si presta particolarmente per la balneazione, ma a farla da padrona quando si parla di vacanze di mare sono le isole. Nonostante non siano apprezzate per le immersioni come quelle della costa est, anche le isole occidentali offrono belle spiagge con qualche punto interessante per lo snorkeling, ma soprattutto tantissimo intrattenimento, culturale o anche vivacità notturna (una cosa rara in Malesia). Solitamente per la loro posizione più semplice da raggiungere e per una offerta turistica piuttosto alta queste isole sono molto note tra i visitatori. Inoltre a differenza dalla costa est quella ovest è investita da un monsone decisamente più blando ed è visitabile (quasi) tutto l’anno.




Langkawi

Langkawi è una delle isole più belle e naturalmente vivaci in questo versante della Malesia. L’isola è facilmente accessibile anche con brevissimi e frequenti voli da Kuala Lumpur, il che la rende una destinazione ideale e comoda per cercare pace e tranquillità nella natura senza eccessivo sforzo organizzativo. È tra le più popolari località turistiche della Malesia e quindi le sue lunghe spiagge possono talora essere un po’ affollate, ma se saprete cercare bene troverete con un po’ di sforzo piccoli angoli intimi di paradiso. Inoltre nell’entroterra le risaie e i villaggi di contadini offrono quel fascino naturale e rurale che diventa la ciliegina sulla torta durante la vacanza perfetta. Se per il vostro viaggio in Malesia cercate anche vita notturna e intrattenimento, Langkawi vi soddisferà molto più delle isole della costa est, perché qui troverete tanti locali, ristoranti particolari e anche feste sulla spiaggia; inoltre lo standard dei resort/alberghi e il loro rapporto qualità prezzo è decisamente allettante.
Approfondimento: Pulau Langkawi, isola perfetta per una vacanza di mare in Malesia

Penang

Penang, conosciuta anche come Perla d’Oriente, è un’isola che si trova nella parte nord-occidentale della Malesia. Famosa per essere la patria di un mix florido di molte culture è forse l’isola più turistica della Malesia, non tanto per il mare quanto per la sua vivacità culturale, per l’ottimo cibo e l’intrattenimento di ogni tipo. La città capitale di Georgetown è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità alcuni anni fa grazie ai numerosi edifici storici che la rendono davvero spettacolare dal punto di vista architettonico. Le sue spiagge non sono altrettanto conosciute, ma per chi non cerca una vacanza esclusivamente di mare possono andare benissimo. Se volete evitare quelle principali troppo frequentate provate ad esplorare la zona della punta nordoccidentale dell’isola, dove si trova il Penang National Park, e non rimarrete delusi.
Approfondimento: Cosa vedere a Penang, Malesia, tra mare, spiagge e cibo tradizionale

Pangkor

Se il vostro itinerario si snoda lungo la costa ovest e cercate una tappa di mare più intima e selvaggia vi consigliamo di puntare su Pangkor. Questa è un’isola dal cuore montuoso e verdissimo, consigliatissima per chi ama il connubio spiaggia, giungla e trekking. Si trova nello stato di Perak, a circa 85 chilometri da Ipoh (la seconda città più grande della Malesia) e a circa 3 ore di auto da Kuala Lumpur ed è raggiungibile con il traghetto da Lumut con un viaggio di circa 30 minuti. È piccola e raccolta, ci sono diverse opportunità di alloggio piacevoli ma modeste e le sue spiagge contornate da palme sono davvero graziose. I sentieri nelle giungla sono ben tracciati e offrono la possibilità di vedere molte specie animali e fare bird watching avvistando grossi pappagalli mentre una comoda strada che circonda l’isola rende gli spostamenti con i mezzi altrettanto facili.

Pulau Ketam

A Pulau Ketam, facilmente raggiungibile direttamente da Kuala Lumpur, c’è il mare ma non si va in spiaggiaÈ infatti un’isola di pescatori dove le attività più popolari sono godersi lo scorrere placido della vita quotidiana della Malesia rurale e fare abbondanti pasti a base di pesce freschissimo. Una meta insolita da inserire in un viaggio nella costa occidentale del paese.
Approfondimento: Pulau Ketam, visitare l’Isola del Granchio nella costa ovest della Malesia


Dove andare al mare in Malesia: peninsulare orientale

Il lato est della Malesia ha le isole più conosciute per la fauna sottomarina (qui gli amanti di snorkeling e immersioni impazziranno) e le spiagge dalle acque cristalline, ma anche tratti di costa della penisola con lunghe spiagge placide e paesini tradizionali interessanti. Se sulle isole regna l’atmosfera tropicale selvaggia (nel senso che non vi sono molti insediamenti ma solo resort o villaggetti di pescatori) mentre sulla costa troverete località vivaci anche culturalmente che per anni sono state mete turistiche locali e che ancora si popolano durante week end e festività di malesi in vacanza amanti del relax e del buon cibo. Per raggiungere da Kuala Lumpur la costa occidentale ci sono comodi bus (più o meno diretti), ma anche servizi aerei frequenti ed economici che collegano la capitale a diverse città della costa.
Questo versante della Malesia è colpito da un monsone piuttosto potente che spopola completamente le aree turistiche da ottobre a febbraio, quindi la stagione turistica è limitata ai restanti mesi con un picco a luglio e agosto.

Redang

La splendida Pulau Redang si trova all’interno di acque marine protette e fa parte del Parco Marino di Redang. Tra le isole della costa est è quella che offre più soluzioni alberghiere e con resort di stampo più internazionale. L’isola attrae principalmente gli appassionati di immersioni subacquee e chi ama passare lungo tempo sulla spiaggia a crogiolarsi al sole. Per lo snorkeling offre diversi punti interessanti, ma forse rispetto alla vicina Perhentian è un po’ meno spettacolare per chi non si immerge. Offre la possibilità di fare numerose escursioni negli isolotti che la circondano, di passeggiare ed esplorare il suo cuore di giungla ma anche di fare un po’ di vita mondana nelle sue spiagge principali (si tratta solo di un pugno di locali e resort ma fanno decisamente bella figura).
Approfondimento: Guida su cosa fare e vedere a Redang, isola della Malesia

Perhentian

Perhentian è il paradiso definitivo per le immersioni e lo snorkeling. Non è una sola isola ma un arcipelago le cui isole principali sono Kecil en Besar. La prima è molto popolare tra i viaggiatori zaino in spalla, ha qualche spiaggia magari un poco affollata in alta stagione ma tante altre selvagge e vergini; la seconda è più che altro visitata da coppie e famiglie in cerca di tranquillità. Entrambe le isole offrono spiagge da sogno e numerosissimi punti di snorkeling (molto semplici da raggiungere) e di diving. Su Kecil troverete alberghi in generale più spartani mentre quelli di Besar sono in generale più organizzati. I prezzi comunque sono in linea di massima alti per il servizio dato, ma vi consolerete con una natura incredibile e le acque più azzurre della Malesia. Perhentian è probabilmente l’isola migliore dello stato dove ottenere la licenza di immersioni subacquee (PADI) infatti molte agenzie propongono questi corsi a prezzi abbordabili.
Approfondimento: Le selvagge isole Perhentian, guida a una vacanza da sogno in Malesia

Cherating

Cherating è una località balneare di Pahang, che si trova lungo la costa peninsulare a circa 30 km a nord di Kuantan. È un tipico piccolo villaggio di pescatori della costa orientale, da sempre amato dai turisti malesi e saltuariamente visitato anche da turisti internazionali in cerca di una meta particolare. Cherating è costellata di pensioni, piccoli alberghi familiari o semplici chalet sulla spiaggia ed è il luogo perfetto per integrarsi con la vita tranquilla di un piccolo paese malese ma con un pizzico di intrattenimento in più dato dai numerosi ristorantini molto piacevoli che lo popolano (e non è così scontato trovare un minimo di vita mondana fuori dalle più note mete turistiche in Malesia!). Vi si trova anche il primo Club Med d’Asia e una casa rifugio per tartarughe dove i volontari si occupano della tutela di questi splendidi animali. L’ambiente a Cherating vi piacerà per la sua rilassatezza e semplicità e se siete patiti del surf sappiate che qui risiede anche una piccola comunità di surfisti.
Approfondimento: Cosa vedere e fare a Cherating, paradiso del surf in Malesia

Tioman

Scendendo verso sud c’è un arcipelago di 64 isole, di cui l’isola di Tioman (che è anche territorio duty-free) è la più grande. Questa spettacolare isola è famosa e apprezzatissima dai turisti di tutto il mondo per le sue splendide spiagge vergini e gli impressionanti siti di immersioni e snorkeling. Qui gli alloggi sono limitati e il rapporto qualità prezzo non è sempre eccellente, ma se avete un buon budget potrete godere di resort di lusso davvero di pregio (ovviamente il lusso su un’isola selvaggia si paga a caro prezzo!). Tioman oltre alla spiaggia e agli sport acquatici è gettonatissima per la pesca d’altura e per le belle passeggiate che offre il centro dell’isola dove regnano montagne ricoperte da una giungla densa. Se il vostro obiettivo è esplorare e non stare tutto il giorno nel vostro resort, sappiate che dovrete guadagnarvela perché a Tioman non ci sono quasi strade ed essendo la più grande tra le isole citate, attraversarla a piedi sarà una sfida interessante (ma potete sempre optare per un taxi boat per raggiungere altre zone dell’isola o scegliere di esplorare le isolette che la circondano).
Approfondimento: Cosa vedere e fare a Pulau Tioman, isola da sogno in Malesia


Share: